logo_print

Biscotti navette, per una merenda alla provenzale

Biscotti navette
Stampa

Come sono fatti i biscotti navette?

I biscotti navette sono uno dei simboli della Provenza e si sono ritagliati un certo spazio nei mercati internazionali come “biscotti provenzali”. Anche perché sono molto ben caratterizzati, almeno rispetto alle altre tipologie di biscotti. La loro principale caratteristica deriva da ingredienti particolari, che hanno pochi eguali nel mondo della pasticceria. Il riferimento è ai fiori d’arancio, anzi più specificatamente alla loro essenza. Questo ingrediente dona ai biscotti navette un’identità unica, e li rende riconoscibili al primo morso. La ricetta, a prescindere dalla “particolare” lista degli ingredienti, è però piuttosto semplice. Avendo gli ingredienti giusti, tutti possono preparare in casa i propri biscotti navette. L’unico elemento di difficoltà, a dire il vero, consiste nella forma. I biscotti navette si caratterizzano per la tipica forma cilindrica, che va modellata a mano per offrire una maggiore sensazione di rusticità.

In realtà, lo confesso, quelli che vi presento oggi non sono esattamente i “navette” originali in quanto ho optato per due modifiche che riguardano la lista degli ingredienti. Ho infatti sostituito la farina di tipo doppio zero con la farina di grano saraceno. Ho inoltre sostituito il latte con quello delattosato. Lo scopo di queste modifiche è garantire il consumo dei biscotti navette anche a chi soffre di disturbi dell’assorbimento del lattosio e del glutine. Per ottenere il latte delattosato si procede con un metodo piuttosto naturale, si tratta semplicemente di applicare l’enzima lattasi al latte, in modo che il lattosio venga sciolto nei più digeribili galattosio e glucosio. Questo procedimento, c’è da dire, non compromette minimamente il gusto, sicché il latte delattosato è buono esattamente come la versione “normale”. Tra l’altro, il latte interviene solo alla fine della preparazione, quando occorre spennellare i biscotti.

I tanti pregi della farina di grano saraceno

La presenza del grano saraceno, l’ho già specificato, trova giustificazione nella volontà di rendere i biscotti navette accessibili anche ai celiaci e agli intolleranti al glutine. Infatti, il grano saraceno non contiene questa sostanza, ciò non toglie, però, che sia dotato di tanti altri pregi, che rendono la sua farina più appetibile e preziosa rispetto alla classica “doppio zero”. Il grano saraceno contiene molte più proteine, infatti 100 grammi di farina di grano saraceno contengono 14 grammi di proteine, più del doppio rispetto alla media delle altre farine.

Biscotti navette

Inoltre, ed è un dettaglio non da poco, presenta un indice glicemico molto basso. Ciò contribuisce alla riduzione del senso della fame e neutralizza eventuali problematiche per le persone affette da diabete. La farina di grano saraceno, poi, è ricca di vitamine e sali minerali. Infatti contiene fosforo, calcio, ferro, magnesio, manganese e potassio. Anzi, la quantità di potassio è la più alta in assoluto, se si considerano i cereali nella loro interezza. Per quanto riguarda l’apporto vitaminico, si segnalano grandi concentrazioni di vitamina B1, B2 e B5. L’apporto calorico è nella media, pari a 343 kcal per 100 grammi.

Il contributo dei fiori d’arancio

I fiori d’arancio rappresentano il vero tratto distintivo dei biscotti navette, un elemento di diversità rispetto a tutte le altre tipologie di biscotti. L’essenza viene incorporata quasi subito nell’impasto, e lavorata insieme agli altri ingredienti. Agisce su tre livelli: estetico, gustativo e nutrizionale. Infatti, i fiori d’arancio donano ai biscotti il caratteristico colore giallo-arancione, che tanto ha contribuito al loro successo. Allo stesso modo impattano sul gusto, apportando un gradevole aroma di arancia.

Infine, dal punto di vista nutrizionale, apportano molti benefici, il riferimento è in particolare alle proprietà antistress e calmanti. I fiori d’arancio, poi, favoriscono la digestione e contribuiscono a risolvere i casi di colite. Hanno anche capacità antinfiammatorie, che possono svolgere un ruolo per alleviare i sintomi del mal di gola e delle lievi affezioni respiratorie, specie se in compagnia del miele.

Ecco la ricetta dei biscotti navette:

Ingredienti:

  • 250 gr. di farina di grano saraceno consentita,
  • 100 gr. di zucchero di canna,
  • 40 gr. di olio extravergine di oliva,
  • 1 uovo,
  • 10 gr. di bicarbonato,
  • essenza di fiori d’arancio,
  • 1 gr. di sale,
  • 1 dl. di latte delattosato.

Preparazione:

Per la preparazione dei biscotti navette iniziate mescolando la farina di grano saraceno, lo zucchero di canna, il bicarbonato, l’uovo, un po’ di sale, un po’ di olio e l’essenza di fiori d’arancio. Lavorate per bene il composto fino a ricavare un impasto liscio e omogeneo. Coprite quest’ultimo con una pellicola trasparente, poi lasciatelo a riposo per un’ora. Terminato questo lasso di tempo, togliete la pellicola e con l’impasto formate dei piccoli tubetti. Poi applicate un taglio per lungo, date una spennellata con il latte e cuocete i biscotti a 180 gradi per 20 minuti.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


15-06-2020
Scritto da: Colombo Tiziana
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti