Frolla di sorgo e grano saraceno: salutare e gustosa

Frolla di sorgo e grano saraceno
Commenti: 4 - Stampa

Un nuovo alleato in cucina: la frolla di sorgo e grano saraceno

Frolla di sorgo e grano saraceno: salutare e gustosa. La pasta frolla è versatile e molto utile in cucina. Pertanto, oggi desideriamo consigliarvi un’interessante variante: la frolla di sorgo e grano saraceno. Questi ultimi sono i due ingredienti che fanno la differenza e che permettono a questa ricetta di offrire nuovi sapori, una diversa consistenza e tanti benefici per la salute. Prepararla non è difficile, ma per farlo nel modo giusto è utile conoscere a fondo il sorgo e il grano saraceno.

Quali sono le proprietà di questi alimenti? Quali benefici possono apportare alla nostra salute? Perché dovremo usare queste due farine al posto di quella tradizionale? Continuate a leggere e avrete tutte le risposte. Una maggiore consapevolezza in cucina potrà aiutarvi a preparare piatti sensazionali, sia da un punto di vista del gusto che per quanto riguarda il benessere e la salute.

Frolla di sorgo e grano saraceno: numerosi benefici inaspettati

Il sorgo e il grano saraceno sono due interessanti alimenti di origine vegetale che possono essere utilizzati per produrre due diversi tipi di farina. In entrambi i casi, si tratta di prodotti più leggeri e digeribili rispetto alla farina bianca raffinata, ma anche molto più salutari e ricchi di nutrienti. Parlando del sorgo, la prima cosa che dovreste sapere è che abbiamo a che fare con una pianta erbacea, suddivisa in 30 diverse specie.

Per preparare la frolla di sorgo e grano saraceno, viene utilizzata la farina prodotta tramite una di queste varietà, mentre le altre vengono usate come foraggio per nutrire gli animali. Anche se non tutti conoscono questa pianta ad uso alimentare, il sorgo è noto per le sue valide proprietà terapeutiche e nutrizionali.

Frolla di sorgo e grano saraceno

Infatti, offre buone quantità di proteine e di fibre, ma anche di minerali (in particolare calcio, fosforo, manganese, potassio, ferro, magnesio e rame) e vitamine (B1, B2, B3 e B6). Per quanto riguarda le fibre, è utile sapere che una porzione di questa pianta ne propone una dose pari al 48 % del nostro fabbisogno giornaliero.

Questa caratteristica la rende un alimento ottimo per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, per migliorare i processi di assorbimento dello zucchero e digestivi in generale, ma anche per favorire il nostro senso di sazietà. È importante considerare anche che il sorgo non contiene glutine e regala un’interessante azione antiossidante; promuove la salute del cervello, della tiroide e delle ossa; e influisce positivamente sull’umore.

L’altro ingrediente della pasta frolla di sorgo e grano saraceno

In pratica, la farina di sorgo è una valida alleata della salute e lo stesso vale per quella realizzata con il grano saraceno. Quest’ultimo è una buona fonte di fibre, proteine, minerali e vitamine, proprio come l’altra pianta protagonista della ricetta di questa particolare pasta frolla. Pertanto, può amplificare gli effetti che abbiamo appena elencato e trasformare questo preparato in un alimento ancor più salutare e benefico.

Anche questo ingrediente della frolla di sorgo e grano saraceno non contiene glutine, ma presenta comunque un elevato valore proteico, quasi pari a quello della carne. Per questo motivo, è un alimento perfetto anche per vegani e vegetariani. In più, secondo le ricerche, il grano saraceno può comportare benefici sia per quanto riguarda la riduzione dei livelli di colesterolo che per l’eliminazione del grasso corporeo in eccesso.

Gli studiosi affermano inoltre che può aiutare nel trattamento dei calcoli biliari e del diabete, ma anche nella regolazione della pressione sanguigna. Infine, è utile sapere che questo vegetale vanta di interessanti proprietà diuretiche e che, grazie al contenuto dello zinco, delle vitamine del gruppo B e della vitamina A, può favorire la crescita dei capelli. Insomma, questa pasta frolla è davvero unica: non vi resta che provarla!

Ingredienti per 4/6 persone

Ingredienti per 4/6 persone

  • 200 gr di farina di sorgo
  • 100 gr di farina di grano saraceno
  • 50 gr di amido di riso
  • 120 gr di zucchero di cocco
  • 60 ml di olio di riso
  • 40 ml. olio di cocco
  • 100 ml di acqua
  • 1 bustina di lievito
  • 3 gr. di guar
  • q.b.essenza di limone

Preparazione

Setacciate le farine e riunitele in una terrina. Aggiungete la fecola, il lievito e l’aroma. Mescolate con cura e man mano aggiungete l’acqua, lo zucchero e infine l’olio. Mescolate finchè non  si è amalgamato il tutto

Formate un panetto, coprite con l’apposita pellicola e lasciate riposare circa mezz’ora in frigorifero.Il freddo aiuta a compattare gli ingredienti. Trascorso il tempo di riposo, accendete il forno in modo di portarlo a 180 gradi, togliete la pellicola e tirate la pasta con il mattarello e poi riempite le tegliette per le crostatine imburrate e infarinate poi aggiungete la marmellata che preferite. Infornate e cuocete per circa 20 minuti.

5/5 (484 Recensioni)
CONDIVIDI SU

4 commenti su “Frolla di sorgo e grano saraceno: salutare e gustosa

  • Ven 6 Ott 2017 | Eliana ha detto:

    Finalmente ricette utili

    • Ven 6 Ott 2017 | Tiziana Colombo ha detto:

      Grazie, domani esce il tiramisù con farina di riso e tanto di video!

  • Mar 8 Dic 2020 | nelly ha detto:

    Sinceramente la frolla non lega…ho usato olio di semi anziché di riso…ma la frolla non lega assolutamente…
    Grazie Nelly

    • Gio 10 Dic 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve abbiamo aggiornato la ricetta con le nuove prove fatte nei giorni scorsi

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-12-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

pesto

Il pesto, come conservarlo al meglio

Le peculiarità del pesto classico Come si conserva il pesto? La risposta è meno scontata di quanto si possa immaginare. Anche perché, al netto della semplicità della ricetta, presenta dei tratti...

Idli

Idli, dall’India un pane diverso dal solito

Le particolarità del pane indiano idli Gli idli sono una specie di tortini di pane originari dell’India. Sono realizzati con il riso e una particolare varietà di lenticchie. L’impasto è molto...

Pasta fillo

Pasta fillo senza glutine, una variante davvero ottima

Pasta fillo senza glutine, un variante gluten-free con i fiocchi Oggi vi presento la pasta fillo senza glutine, una variante completamente gluten-free. La pasta fillo è un impasto di origine...

Glassa a specchio

Glassa a specchio per dolci gourmet

Cos'è la glassa a specchio? La glassa a specchio è una copertura per dolci molto particolare, dal grande impatto visivo e squisita. Il suo nome dice tutto, ossia è talmente lucida che ci si può...

Pasta biscotto

Pasta biscotto, base eccellente per dolci e torte.

Qualche precisazione sulla pasta biscotto Prima di approfondire le ricette delle paste biscotto al fonio, al cacao e al riso integrale è bene fare qualche precisazione sulla pasta biscotto in...

pane di castagne farcito

Pane con farina di castagne, una ricca merenda...

Pane con farina di castagne, merenda mediterranea e americana Il pane con farina di castagne e burro di arachidi, lo avrete capito già dal nome, non è un pane come tutti gli altri. A prescindere...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti