Bavarese al mango, un dessert rinfrescante e gustoso

Bavarese al mango

Perché il rinfrescante bavarese al mango e cocco è così buono?

La bavarese al mango e cocco è una preparazione rinfrescante che richiama alla celebre crema bavarese a base di panna e gelatina che viene ampiamente utilizzata nell’industria dolciaria, un vero e proprio simbolo dell’approccio alla pasticceria che caratterizza la tradizione gastronomica germanica. Siamo quindi di fronte a una rivisitazione abbastanza radicale, anche perché in questo casa la crema diventa un vero e proprio dessert. Inoltre, è accompagnata da sapori e sentori che in genere non vengono accostati al dessert, come il mango e il cocco. Anzi il cocco, o per meglio dire la bevanda di cocco, sostituisce addirittura la panna. L’agar agar, poi, sostituisce la gelatina. A entrambi questi ingredienti dedicherò un paragrafo.

Bavarese al mango

Alcuni, spulciando la foto, potrebbero scambiare il rinfrescante bavarese al mango e cocco per una preparazione molto complicata, difficile da realizzare. Dall’esterno, invece, ha tutta l’aria di essere una ricetta gourmet! Certamente si fa portatrice di un certo valore, sia in termini estetici che organolettici. Tuttavia non è una ricetta molto difficile. Se approcciata con la giusta attenzione è anzi alla portata di tutti. L’importante è seguire in maniera fedele le indicazioni e non compiere scelte azzardate, soprattutto per quanto riguarda le dosi. Una modifica anche minima delle dosi, infatti, può impattare sul risultato finale, e non sempre in modo positivo.

Tutti i benefici nutrizionali del cocco

Tra gli ingredienti della bavarese al mango troverete anche la bevanda al cocco. E’ un’aggiunta assai particolare in quanto fa le veci della panna, tradizionale alimento impiegato per la preparazione della crema bavarese. Ovviamente questo cambiamento incide profondamente sul risultato finale, ma ha comunque una sua ragion d’essere. Anche perché il cocco è un alimento salutare, oltre che piacevole al palato. In primis perché è ricco di potassio, un minerale fondamentale per il corretto funzionamento dell’organismo. La quantità di potassio contenuta nel cocco non ha nulla da invidiare a quella della banana.

Il cocco eccelle anche in quanto a vitamine. Si segnalano infatti significative concentrazioni di vitamina C, E, K, J e del gruppo B. Tra le proprietà del cocco troviamo anche l’impatto positivo sui meccanismi gastrointestinali, l’azione di sostegno al sistema immunitario e all’attività cognitiva. A incidere, in questo senso, è l’acido laurico, che è presente in grandi quantità in questo alimento. In questa ricetta della bavarese al mango e cocco, il cocco viene impiegato sotto forma di bevanda e sotto forma di yogurt.

Cos’è l’agar agar e a cosa serve?

Uno degli ingredienti principali della bavarese al mango e cocco è la gelatina. In un certo senso, lo è anche di questa variante, ma con una differenza: per gelificare si utilizza una gelatina particolare, se così si può definire: l’agar agar. Essa si ottiene dalle alghe rosse del sud est asiatico. E’ un alimento che fa bene all’organismo, molto di più delle classiche gelatine (specie quelle di origine animale). Il riferimento è in particolare ai sali minerali, che qui sono presenti in una quantità e qualità straordinarie.

Un altro pregio dell’agar agar è il suo sapore, che è molto delicato e tenue, dunque letteralmente incapace di coprire gli altri sapori. L’agar agar contiene il galattosio, una sostanza che compone il lattosio. Va specificato, però, che questo alimento può essere consumato anche dagli intolleranti al lattosio. Il problema, infatti, non sta tanto nelle componenti del lattosio, quando nell’incapacità di scinderli e metabolizzarli. Nella fattispecie, quindi, il problema semplicemente non si pone.

Ecco la ricetta del rinfrescante bavarese al mango e cocco:

Ingredienti per 10-12 persone:

  • 50 gr. di bevanda al cocco;
  • 250 gr. di yogurt al cocco;
  • 90 gr. di zucchero semolato;
  • 2 gr. di agar agar.

Per la gelatina al mango:

  • 500 gr. di polpa di mango;
  • 60 gr. di zucchero di canna finissimo per dolci;
  • 1 cucchiaio di succo di limone;
  • 3 gr. di agar agar;

per la decorazione

  • q. b. di panna montata;
  • q. b. di menta.

Preparazione:

Per la preparazione della bavarese al mango e cocco iniziate scaldando in un pentolino la bevanda al cocco e lo zucchero. Versate anche l’agar agar e fate bollire senza smettere di mescolare, poi riducete la fiamma e continuate per 3-4 minuti. Ora spegnete il fuoco e fate raffreddare a temperatura ambiente. Poi versate anche lo yogurt e continuate ad amalgamare per bene. Adagiate il composto nei bicchieri, fate raffreddare e infine ponete in frigorifero per una o due ore in modo che si rassodi. Nel frattempo riducete la polpa del mango a cubetti e versatela in un pentolino con il succo di limone, lo zucchero e l’agar agar, poi cuocete a fiamma molto bassa per un quarto d’ora circa.

Versate il tutto nel bicchiere di un mixer e frullate (o utilizzate un frullatore a immersione). Quando sono passate le due ore di “riposo” della crema bavarese, estraete i bicchieri dal frigo e applicate uno stato di circa 1 cm con la gelatina di mango appena ottenuta (utilizzate una sac à poche per distribuirla al meglio), poi riponete in frigorifero e fate rassodare per un’altra ora. Trascorso questo tempo decorate con una fogliolina di menta, un ciuffetto di panna e servite.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


06-05-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti