La bellezza della semplicità: Naked Cake

Naked cake
Commenti: 0 - Stampa

Naked Cake: una torta letteralmente messa a nudo!

Le torte rivestite in pasta di zucchero e con decorazioni sempre più vistose e particolari, hanno influenzato inevitabilmente il gusto della pasticceria degli ultimi decenni. A partire da noti programmi televisivi, fino alle vetrine delle pasticcerie di città, oggetto assoluto del desiderio culinario sembravano essere delle torte decoratissime e zuccherine. Ogni torta così composta mostra a colori qualche caratteristica d’interesse per il festeggiato o fasti e decorazioni adatti all’occasione. Parallelamente a questa tendenza, in modo più recente, si va sviluppando un atteggiamento contrario che sembra voler tornare all’origine e ridurre al minimo i fronzoli decorativi. O meglio, nel caso delle naked cake, è la semplicità stessa la migliore decorazione.

Il pan di Spagna, in questo caso, non viene più occultato e compresso sotto vari strati di rivestimento e decorazioni. La base viene servita “a nudo” e su di essa svettano orgogliosamente solo gli elementi essenziali quali panna, crema o frutta. Questa tendenza, più che una semplice scelta stilistica e culinaria, talvolta sembra suggerire una filosofia di vita e l’auspicio di un ritorno all’essenzialità, senza fronzoli eccessivi. Anche voi non amate molto la pasta di zucchero o le torte troppo costruite? Tornate all’essenziale preparando questa nostra Naked Cake e lasciatevi ammaliare dalla bellezza della semplicità.

Naked cake

Fresca e bella con panna e fragole

Panna e fragole sono un’abbinata così classica che potrete trovarle persino in versione lecca-lecca o chewingum. Le fragole hanno un sapore così peculiare e fresco che trovano applicazione in tantissimi piatti, dolci o salati.

In questo caso sono l’elemento di colore essenziale di questa nostra torta ed anche il sapore più deciso, tra la delicatezza della panna ed il sapore spugnoso del pan di Spagna alla quinoa. Il profumo di vaniglia, le fragole e il sapore della panna fresca, avvolgono il pan di Spagna in un meraviglioso abbraccio. Conquisterete tutti con il risultato, preparando un dolce minimal chic!

Una torta di compleanno senza glutine

Avete una festa in vista e siete alla ricerca del dolce giusto? Con la naked cake, panna e fragole servirete un dolce semplice e meraviglioso, perfetto per un compleanno o qualsiasi altra evenienza.

Tutti potranno apprezzare la bontà, la bellezza e la semplicità di questa torta, ma il vantaggio sarà sicuramente la sua compatibilità con l’intolleranza al glutine. Una sicurezza in più per invitati e famiglia.

Ed ecco la ricetta della Naked cake, panna e fragole:

Ingredienti:

Preparazione:

Lavate le fragole ed asciugatele con del panno-carta. Mettete da parte, lasciandole intere, le fragole più piccole, tagliate – invece – a metà quelle più grandi ed a fettine quelle molto grandi. Montate la panna fresca liquida freddissima con delle fruste elettriche. Quando prende volume, versate dello zucchero a velo vanigliato, un cucchiaio per volta, continuando a frullare. Dovrete ottenere una panna vaporosa, lucida e stabile. Versate in un sac a poche la panna ed applicate una bocchetta a stella chiusa.

Prendete tre dischi di pan di Spagna e ricoprite con uno strato di pana, sovrapponete poi il secondo disco, un altro strato di panna ed infine il terzo. Decorate con le fragole rimaste. Se preferite, potrete distribuire pezzetti di fragole anche all’interno, sulla panna, per poi premere il tutto con un disco di pan di Spagna. La torta potrà essere servita immediatamente oppure conservata in frigo per qualche ora.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolo alla crema di nocciole

Rotolo alla crema di nocciole, un dolce perfetto

Rotolo alla crema di nocciole per regalarsi un momento di pura dolcezza Il rotolo alla crema di nocciole è un dolce semplice da preparare e squisito. Si base su un impasto tutto sommato classico ma...

Hummus di cioccolato

Hummus al cioccolato, non la solita crema

Hummus al cioccolato per una merenda davvero gustosa L’hummus al cioccolato è una soluzione molto suggestiva per le colazioni, le merende ma anche per arricchire ricette dolciarie. Può essere...

Gelato allo Skyr e camomilla

Gelato allo Skyr e camomilla, una merenda estiva

Gelato allo Skyr e camomilla, un’idea particolare Il gelato allo Skyr e camomilla è un deliziosa merenda estiva, una ricetta che reinterpreta il concetto stesso di gelato e, allo stesso tempo, ne...

Cremini fritti

Cremini fritti, dei dolcetti squisiti e facili da...

Cremini fritti, un’idea deliziosa I cremini fritti o crema fritti sono dei dolci dalle caratteristiche particolari, infatti sono il risultato della frittura di una crema. Questa viene realizzata...

Mini pie alle more e mirtilli

Mini pie alle more e mirtilli, uno spuntino...

Mini pie alle more e mirtilli, una piccola squisitezza Le mini pie alle more e mirtilli, come suggerisce il nome, sono torte di piccole dimensioni e dal sapore fruttato. Il procedimento è molto...

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco, davvero...

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco, un dessert molto semplice e gustoso I ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco sono una gradevole alternativa al classico gelato e ovviamente ai ghiaccioli...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-05-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti