Gnocchi alla romana con cipollotto e speck, è giovedì!

Gnocchi alla romana con cipollotto
Commenti: 0 - Stampa

Gli gnocchi del giovedì, un piatto ricco di sapore!

Gli gnocchi alla romana con cipollotto e speck sono un’esplosione di energia di cui abbiamo bisogno quando le energie cominciano a calare ed il weekend sembra ancora lontano. Il giovedì è il giorno prediletto, come prescritto dalla tradizione, per una bella scorpacciata di gnocchi. Ecco perché oggi avevamo proprio voglia di pasticciare in cucina e concederci uno sgarro alla dieta. Nella nostra versione gli gnocchi non sono di patate ma di semolino di riso ed abbiamo preferito il latte Accadì maggiormente digeribile.

Pur scelti ingredienti per la base degli gnocchi, è innegabile che comunque questo piatto va considerato uno sfizio e come tale ricco di calorie. Ovviamente tuorli d’uovo, speck e burro – per quanto chiarificato – non possono definirsi ingredienti light. Un assaggio di gnocchi alla romana tuttavia, sa come rimetterci in pace con i sensi di colpa! Una bontà che non conosce confini e che ogni tanto fa sempre bene assaporare.

Gnocchi alla romana con cipollotto e speck: primo ricco mi ci ficco

La teglietta con gli gnocchi alla romana con cipollotto e speck e quella lieve gratinatura in superficie è una di quelle visioni capaci di generare immediatamente l’acquolina in bocca. Questo piatto è sicuramente un primo ricco di calorie, di sapori e di bontà. Siamo al cospetto di un piatto romano, quindi come la carbonara, la pajata e l‘amatriciana, non propriamente light. La cucina romana è una cucina verace, sanguigna, antica ed abbondante. Una cucina che mostra al meglio i prodotti tipici del territorio e li utilizza per realizzare pietanze immortali, capaci di diffondersi nel mondo.

Gnocchi alla romana con cipollotto

Questi gnocchi alla romana non deludono dunque le aspettative e portano avanti fieri ed orgogliosi lo stendardo della cucina laziale. Allo stesso tempo però il burro, presente negli gnocchi alla romana, non è propriamente un ingrediente ricorrente nella cucina laziale, tanto che questa ricetta talvolta ha origini contestate. Ad ogni modo servite questi gnocchi deliziosi come primo e probabilmente sarete subito sazi e soddisfatti di tanta golosità.

Gnocchi alla romana ed un calice di vino, cosa vogliamo di più dalla vita?

Gli gnocchi alla romana sono tante cose, ma soprattutto un piatto appagante. Una ricchezza di sapori tra cipollotto, speck, parmigiano e burro che ci inebria e ci lascia senza parole ma con un gran sorriso sulle labbra.

Pura e semplice felicità in formato gnocchi al semolino di riso! Essendo particolarmente calorici e ricchi di ogni nutriente desiderabile, potrete senz’altro servirli come piatto unico. Lasciatevi trasportare da tanta bontà!

Ed ecco la ricetta degli gnocchi alla romana con cipollotto e speck:

Ingredienti per gli gnocchi:

  • 250 gr. di semolino di riso
  • 1 lt. di latte consentito
  • 3 tuorli d’uovo
  • 150 gr. di parmigiano reggiano stagionato 48 mesi grattugiato
  • q. b. di sale

Per il condimento:

  • 40 gr. di burro chiarificato
  • 50 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • 100 gr. di speck a dadini
  • 1 cipollotto
  • q. b. di sale

Preparazione:

Riscaldate il latte in una pentola, con un pizzico di sale. Prima che cominci a bollire, versate il semolino e mescolate fino a che il composto non si addensa e si stacca dalle pareti. La cottura richiederà circa 15 minuti a fuoco basso. Spegnete dunque il fuoco, aggiungete tuorlo, parmigiano e continuate a mescolare. Predisponete un foglio di alluminio unto di olio su di un piano da lavoro e versatevi sopra il composto di semolino. Coprite l’impasto con la pellicola alimentare e livellatelo col mattarello fino a raggiungere l’altezza di 1 centimetro. Lasciate raffreddare l’impasto e solo quando sarà freddo, ritagliate degli gnocchi, ricavandoli con il coppa-pasta.

In una pirofila imburrata, adagiate gli gnocchi, sovrapponendoli leggermente tra loro. Passate dunque alla preparazione del condimento degli gnocchi alla romana. Ripulite un cipollotto e ricavatene fettine sottili. In una padella antiaderente, mettete una noce di burro a sciogliersi e rosolatevi cipollotti e speck. Insaporite il tutto con un po’ di sale e pepe. Versate il condimento sugli gnocchi ed aggiungete ulteriore burro e parmigiano. Infornate la teglia con gli gnocchi alla romana per 20 minuti a 200° ed attendete che si formi una crosticina sulla superficie. Ed ecco pronti i vostri gnocchi alla romana con cipollotto e speck! Servite gli gnocchi finché sono ancora caldi e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

cock a leekie

Cock a leekie, la zuppa di pollo della...

Cock a leekie, un pasto completo e squisito Il cock a leekie è un piatto tipico della cucina scozzese. Si tratta di una cucina che è capace di regalare degli spunti interessanti, diversi da quelli...

Vellutata di finocchi e gamberi

Vellutata di finocchi e gamberi, una crema insolita

Vellutata di finocchi e gamberi, un abbinamento davvero unico La vellutata di finocchi e gamberi è un primo piatto tra il raffinato e il rustico. Si caratterizza non solo per una texture...

fagottini ripieni con carne di gallina

Insoliti fagottini ripieni con carne di gallina e...

Fagottini ripieni, un primo antispreco. I fagottini ripieni con carne di gallina e Grana Padano sono un primo piatto molto particolare. A prima vista, e anche al primo assaggio, appaiono come una...

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Gnocchetti tricolore con stracchino

Sfiziosi Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante

Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante, una meravigliosa sinfonia di sapori Gli gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante sono un primo piatto molto particolare. In primis perché...

Maccheroncini di Campofilone al ragu

Maccheroncini di Campofilone al ragù, un primo gustoso

Maccheroncini di Campofilone al ragù, quando la semplicità incontra il gusto I maccheroncini di Campofilone al ragù sono un classico della cucina marchigiana e, per la precisione, del comune di...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti