bg header
logo_print

Gnocchi con spinaci alla crema di parmigiano reggiano

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gnocchi di spinaci
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.1/5 (15 Recensioni)

Gli gnocchi con spinaci alla crema di parmigiano reggiano sono una gustosa alternativa agli gnocchi tradizionali. Un primo piatto dal sapore davvero particolare. E incontrano il gradimento anche di chi non apprezza altre tipologie di gnocchi. Il gusto intenso, pieno, soddisfacente, fa di questo piatto un vero re della tavola, almeno per quanto riguarda i primi.

Ricetta gnocchi con spinaci alla crema

Preparazione gnocchi con spinaci alla crema

Come fare gli gnocchi agli spinaci?. Per preparare la ricetta gnocchi agli spinaci come prima cosa lavate le patate e lessate con la buccia per 30 minuti circa. Per vedere la cottura pungetele con uno stuzzicadenti. Mondate, lavate e lessate gli spinaci, in una pentola con poca acqua salata.

Pelate le patate e passatele nello schiacciapatate, scolate gli spinaci, strizzateli e passateli nel mixer e impastate il tutto con la farina, l’uovo e un pizzico di sale. Ricavate tanti cilindri, riduceteli a tocchetti e passateli sui rebbi di una forchetta e disponeteli sulla spianatoia infarinata.

Come condire gnocchi agli spinaci? Per preparare la crema di Parmigiano versate e scaldate latte e panna in un pentolino. Aggiungete a pioggia il formaggio grattuggiato, mescolando con una frusta. Dovete continuare fino ad ottenere una crema morbida e vellutata. Aggiustate di sale e noce moscata.

Lessate gli gnocchi in acqua bollente salata e man mano che salgono in superficie scolate con una paletta e versate in una teglia da forno antiaderente con la crema di parmigiano e date una spolverata del formaggio grattugiato rimasto. Passate in forno già caldo a 180° fino a che si colora e diventa croccante. Ed ora sono pronti per essere serviti e mi raccomando serviteli ben caldi!

Ingredienti gnocchi con spinaci alla crema

  • per gli gnocchi di patate
  • 600 gr patate rosse Colfiorito
  • 500 gr spinaci
  • 200 gr farina riso
  • 1 uovo
  • q.b. sale
  • per la crema di parmigiano
  • 160 ml. di latte consentito
  • 150 gr. di panna fresca consentita
  • 140 gr. di Parmigiano Reggiano
  • una grattatina di noce moscata
  • un pizzico di sale

Preparare degli gnocchi agli spinaci significa andare sul sicuro. Sia dal punto di vista della qualità della pietanza, sia dal punto di vista delle conseguenze per la salute. Qual è il condimento per gnocchi agli spinaci?Sicuramente la crema al Parmigiano Reggiano, un formaggio privo di lattosio, quindi adatto agli intolleranti. E questo è un fattore di cui tenere assolutamente conto

Gnocchi con spinaci, il trionfo del ferro

Gli spinaci sono alla base di numerosi piatti e sono celebri per essere ricchi di ferro. Vi ricordate, non a caso, chi era il più famoso mangiatore di spinaci?  Si proprio lui,  Braccio di Ferro detto Popeye, nato nel 1929 dalla fantasia di Elzie Crisler Segar.

Braccio di Ferro è un marinaio, guercio di un occhio, con una caratteristica pipa sempre in bocca, che mangia gli spinaci perché ricchi di vitamina A. E non certo come pozione magica capace di restituire vigore e forza a chi è stanco. Gli spinaci sono ricchissimi di ferro, sono l’ortaggio che ne è più ricco in assoluto. Contengono però anche gli ossalati di calcio che risulterebbero nocivi per chi soffre di calcoli renali e per coloro che sono affetti da forme reumatiche.

Gnocchi di spinaci

Occorre altresì ricordare che gli spinaci sono ricchi di vitamina C e hanno proprietà antiossidanti. Non solo. Grazie alla luteina è un alimento utilissimo per la salute degli occhi. Grazie all’acido folico è utile al sistema immunitario e aiuta l’organismo a produrre più globuli rossi. Inoltre è indicato anche per chi soffre di aterosclerosi, per le gestanti e per chi è affetto da patologie coronariche. E in quanto ricchi di fibre sono un toccasana per chi soffre di stitichezza. Onde evitare di disperdere il loro prezioso carico di micronutrienti nell’acqua di cottura, è meglio mangiarli crudi o cotti in poca acqua bollente.

Gli spinaci non sono altro che le foglie della pianta erbacea ufficialmente nota come Spinacia oleracea. Tali foglie si caratterizzano per un verde tra il brillante e lo scuro, per la consistenza carnosa e per la ricchezza dal punto di vista gustativo. Per quanto diano l’impressione di essere alimenti tipicamente mediterranei, gli spinaci in verità arrivano dall’Asia. Anzi, sono stati importati in Europa solo intorno all’anno mille. Quale che sia la loro origine, attualmente fanno parte integrante della cucina mediterranea.

Esistono molte varietà di spinaci, le quali si caratterizzano per la conformazione delle foglie, il gusto, la consistenza e il colore. Ecco le più conosciute.

  • Gigante d’inverno. Questa varietà si caratterizza per le foglie molto grandi, dal verde intenso. Il gusto è abbastanza corposo.
  • Merlo nero. Le foglie tendono ad essere rotonde con molti rigonfiamenti. Il sapore è leggermente amarognolo.
  • Viking. Varietà tradizionalmente estiva, presenta foglie praticamente sferiche, di un verde particolarmente chiaro. Il sapore tende al dolce.
  • Metalor. Le foglie sono molto piccole e dal color verde brillante. Si caratterizzano per un sapore tendente all’aromatico.

Gli intolleranti al nichel possono tranquillamente sostituire gli spinaci con le bietoline che sono consentite. Il risultato non cambierà ma farete felici il palato di una persona intollerante a questa maledetta sostanza. Gli gnocchi con gli spinaci si possono servire anche solo con burro e salvia.

Ricette gnocchi ne abbiamo? Certo che si!

3.1/5 (15 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchetti con gamberetti

Gnocchetti con gamberetti, un primo per la Festa...

Un condimento speciale per gli gnocchetti con gamberetti e zafferano Gli gnocchetti con gamberetti si prestano a condimenti di varia natura, ma reputo che il condimento proposto in questa ricetta...

Pici all’aglione

Pici all’aglione, un piatto contadino della cucina toscana

Come si prepara il sugo all’aglione Preparare il sugo per i pici all'aglione è davvero semplice, basta ricavare dal bulbo dell’aglio una certa quantità di spicchi (almeno uno a persona) e...

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...