Gnocchi di barbabietola al tartufo, un piatto per stupire!

Gnocchi alla barbabietola con crema al tartufo

Un primo che non lascia indifferenti!

Oggi abbiamo in mente un primo davvero speciale, gli gnocchi di barbabietola al profumo di tartufo. Siete alla ricerca di un primo che possa stupire ed al tempo stesso avere un gusto diverso dal solito? Con questa pietanza porterete a tavola una vera specialità di montagna. Il profumo di tartufo e la crema fatta con panna e Parmigiano Reggiano, avvolgono alla perfezione questi gnocchi, fino a comporre un primo caldo e goloso. L’effetto sorpresa è assicurato perché come base usiamo degli interessantissimi gnocchi a base di barbabietola.

La prima opzione, ovviamente, è quella di acquistare questi gnocchi preconfezionati, se li trovate in un pastificio di fiducia. Tuttavia, ve lo consigliamo, potrete divertirvi a prepararli direttamente a casa. Per donare colore, sapore e nutrimento ai vostri gnocchi, utilizziamo direttamente nell’impasto una farina ricavata dalle barbabietole essiccate. Riguardo a come preparare questa farina, vi basterà leggere la ricetta specifica sul nostro blog!

Gnocchi di barbabietola super nutrienti e saporiti

Come abbiamo detto, questi gnocchi di barbabietola con crema di tartufo, hanno un sapore particolare proprio grazie alla barbabietola contenuta nell’impasto degli gnocchi. Oltre ad avere un colore ed un sapore peculiari, questi gnocchi ereditano le proprietà nutrizionali tipiche di questo ingrediente. Riusciamo così ad avvalerci di tutti gli effetti benefici che la barbabietola può avere su cuore, fegato, apparato vascolare e colon.

Gnocchi alla barbabietola con crema al tartufo

La barbabietola è una vera riserva di elementi nutrizionali utili al nostro benessere come le vitamine del gruppo B e diversi sali minerali come fosforo, ferro, calcio, potassio e sodio. Mangiando i nostri gnocchi alla barbabietola, buoni da leccarci i baffi, possiamo quindi godere delle proprietà antiossidanti, rinfrescanti e remineralizzanti della materia prima di cui sono composti. Niente male vero?

Un primo senza lattosio al profumo di tartufo

Per pranzo ci concediamo gli gnocchi di barbabietola al tartufo quando abbiamo voglia di un primo cremoso, caldo e saporito. Grazie al Parmigiano ed alla scelta di una panna delattosata, questi gnocchi sono un’eccellente pietanza senza lattosio, perfetta in caso di intolleranze. Avendo l’accortezza di scegliere o impastare gnocchi con farine senza glutine, il piatto potrà al tempo stesso soddisfare le esigenze di soggetti celiaci o intolleranti.

Con un unico piatto, soddisfiamo tutti e possiamo mangiare tutti in sicurezza. Una pietanza pregiata, ricercata e profumatissima, che saprà dar lustro alla vostra cucina! Questo piatto è decisamente la soluzione particolare che stavate cercando!

Ed ecco la ricetta degli gnocchi alla barbabietola con crema al tartufo:

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. di gnocchi alla barbabietola
  • 150 gr. di panna delattosata
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi
  • 20 gr. tartufo
  • 1 rametto di timo
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

Per preparare gli gnocchi alla barbabietola con crema al tartufo dovete scaldare una padella con un giro d’olio. Versate direttamente in padella la panna ed aggiungete il formaggio Parmigiano Reggiano col tartufo. Mantenete il fuoco basso, così che la panna possa addensarsi, fino a formare una cremina. Lessate intanto gli gnocchi in abbondante acqua lievemente salata.

Non appena gli gnocchi emergono a filo d’acqua, raccoglieteli con una schiumarola ed uniteli direttamente alla padella con la crema. A necessità, aggiungete ulteriore Parmigiano per mantecare.
Impiattate gli gnocchi alla barbabietola con crema al tartufo e profumate il piatto con del timo tritato e del pepe. Servite ancora caldo e buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


01-01-2014
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti