Sfiziosi crostini di polenta con merluzzo e pomodoro

crostini di polenta con merluzzo e pomodoro
Commenti: 0 - Stampa

Eccellenti farine gluten free per questa deliziosa polenta con merluzzo e pomodoro.

Sfiziosi crostini di polenta con merluzzo e pomodoro. Per la proposta di oggi abbiamo selezionato delle pregiate farine La Veronese che, da quando sono entrate nella nostra cucina, sono rientrate di diritto tra le nostre preferite. In particolare, la farina da polenta veloce La Veronese ha risolto uno dei problemi culinari più classici, ossia quello relativo ai tempi di cottura della tradizionale polenta. Con questo prodotto, in soli 5 minuti, riusciamo ad ottenere una polenta densa, golosa e nutriente, proprio come quella cotta in tempi tradizionali.

Una comodità unica che ci consente di utilizzare molto più spesso la polenta, senza preoccuparci di prepararla con largo anticipo e senza rinunciare alla qualità! Allo stesso tempo, per questi nostri crostini di polenta con merluzzo e pomodoro abbiamo selezionato anche un’eccellente farina di riso La Veronese finissima, genuina e gluten free, comodissima – tra le altre cose – per impanare i filetti di merluzzo e poterli cuocere conservandone al massimo la succosità.

Crostini di polenta: un antipastino light e sfizioso

Con i crostini di polenta con merluzzo e pomodoro portiamo in tavola un delizioso secondo o uno sfizioso antipasto. La portata è sicuramente leggera, pratica da mangiare o da spizzicare all’interno di una carrellata di antipasti di mare.

crostini di polenta con merluzzo e pomodoro

Il sapore del merluzzo è piuttosto delicato, per questo piace a tutti e si coniuga particolarmente bene con un crostino di polenta e con la lieve acidità del pomodoro. Siamo di fronte ad un piatto leggero, gustoso, semplice e gluten free. Perché non provarlo?

I sapori della tradizione al servizio di un piatto dalle forme moderne

La polenta è una pietanza tipica lombarda, antica e radicata sul territorio. Per gli abitanti delle zone di montagna ed in generale nel nord Italia, la polenta costituisce un piatto caratterizzate ed identitario, di cui essere orgogliosi. Esistono numerose varianti di questo piatto, a seconda della farina utilizzata per la sua composizione, tuttavia quella col granoturco giallo è la più nota e diffusa.

La polenta può essere consumata in autonomia o essere sfruttata come base di numerose ricette o preparazioni, anche molto diverse tra loro. Nel caso dei crostini di polenta con merluzzo e pomodoro abbiamo utilizzato la polenta come se fosse un pezzo di pane o un tortino di patate, come base per adagiarci sopra merluzzo, pomodorini ed olive; il tutto per esaltare il sapore dei singoli ingredienti. Una delizia che non lascerà certo indifferenti!

Ed ecco la ricetta dei crostini di polenta con merluzzo e pomodoro:

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. di Farina per Polenta Veloce® La Veronese
  • 250 gr. di filetti di merluzzo
  • 15 olive nere denocciolate
  • 1 spicchio d’aglio
  • 200 gr. di pomodorini
  • 1 cucchiaio di capperi
  • qualche rametto d’origano fresco o basilico
  • 4 cucchiai di farina di riso La Veronese
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

Seguite le istruzioni indicate sulla confezione per la preparazione della polenta. Non appena sarà pronta, versate la polenta in una pirofila rettangolare piuttosto larga (avendo cura che la pirofila abbia uno spessore di almeno 2-3 cm). Livellate la polenta con un cucchiaio fino ad ottenere una superficie regolare e liscia. Nel frattempo che la polenta si raffredda, prendete una padella per cuocere il merluzzo. Tagliate i filetti a piccoli tocchetti ed infarinateli con della farina di riso. Saltate in padella i tocchetti con un giro d’olio ed uno spicchio d’aglio ridotto a fettine sottili. Aggiustate infine i filetti con sale ed olio a piacere, lasciando insaporire in padella per circa 5 minuti. Non appena il pesce sarà cotto, spegnete il fuoco e coprire la padella con un coperchio per trattenere il calore all’interno.

Passate dunque a lavare i pomodorini, tagliandoli a spicchi. Condite i pezzetti di pomodoro ad insalata con olio, pepe, sale, origano fresco e foglie di basilico sminuzzate. Tagliate le olive nere denocciolate a fettine ed aggiungetele ai pomodori assieme ai capperi, mescolando bene il tutto. Quando la polenta sarà completamente fredda, ricavate dei ritagli di forma rettangolare. Riscaldate quindi una piastra antiaderente ed adagiatevi sopra i pezzetti di polenta, grigliandoli qualche secondo per ogni lato fino a doratura ottenuta. Prendete dunque un piatto da portata e disponete i pezzetti di polenta grigliata, adagiandovi sopra il merluzzo ancora tiepido, i pomodorini e le olive.

5/5 (3 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con La Veronese

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-12-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti