bg header
logo_print

Moscardini in umido con polenta, sapore di altri tempi

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Moscardini in umido con polenta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 2 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.1/5 (13 Recensioni)

Moscardini in umido con polenta, una scelta di ingredienti azzeccata

I moscardini in umido con polenta sono un primo piatto estremamente sostanzioso. Si caratterizza, infatti, per la ricchezza nutrizionale degli ingredienti, a tal punto da configurarsi persino come un piatto completo. Abbonda, infatti, di carboidrati e proteine, pur non mancando di una certa quantità di fibre e vitamine.

Tuttavia, non è assolutamente un piatto grasso, e nemmeno così tanto calorico. L’aggiunta di grassi è piuttosto limitata, e quelli presenti nei moscardini non raggiungono mai percentuali elevate (a differenza di altri pesci).

La forza dei moscardini con polenta sta però nel gusto, che è estremamente vario e corposo, per quanto equilibrato. La durezza della polenta si sposa bene con la leggera acidità e delicatezza dei moscardini “quasi sciolti” nella salsa. In generale, questa è una ricetta adatta a tutti i palati.

Per giunta è anche accessibile a chi manifesta problematiche riguardanti l’assorbimento del glutine, dal momento che nessuno degli ingredienti contiene questa sostanza. I moscardini in umido con polenta possono essere quindi consumati anche dai celiaci e dagli intolleranti al glutine.

Ricetta moscardini in umido con polenta

Preparazione moscardini in umido con polenta

Per la preparazione dei moscardini in umido con polenta iniziate versando un po’ d’olio in un tegame di coccio, aggiungete l’aglio e fatelo imbiondire. Aggiungere i moscardini, precedentemente lavati sotto l’ acqua corrente e ben asciugati, e soffriggete a fiamma molto bassa.

Sfumate con il vino e togliete l’aglio. Quando il vino sarà completamente evaporato aggiungete i pomodori pelati, versate un bicchiere di acqua. Regolate di sale e pepe . Coprite con il coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per circa due ore.

Passato questo tempo rimuovete il coperchio, inserite qualche foglia di basilico tagliata grossolanamente e cuocete per circa mezz’ora in modo che il sugo si addensi.

Preparate la polenta. In una pentola resistente e profonda versate due litri di acqua, aggiungete il sale e mettete a bollire. Appena l’acqua bolle, versate a pioggia la farina di mais la farina, aiutandovi con una frusta da cucina e mescolando in continuazione in modo da scongiurare la formazione dei grumi.

Ricordatevi di non utilizzare un cucchiaio di legno se avete a tavola dei celiaci o sensibili al glutine. Abbassate la fiamma e cuocete per tre quarti d’ora, mescolando ogni 5-10 minuti. Quando la polenta è pronta, versate la polenta sul fondo dei piatti e versate sopra il sugo con i moscardini e completando con un po’ di basilico.

Ingredienti moscardini in umido con polenta

Per la polenta:

  • 2 lt. di acqua naturale;
  • 500 gr. di farina di mais rosso Rostrato di Rovetta;
  • q. b. di sale.

Per i moscardini:

  • 600 gr. di moscardini puliti;
  • 250 gr. di pomodori pelati;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 scalogno;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • 150 ml. di acqua;
  • qualche fogliolina di basilico;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • un pizzico di sale e pepe.

Il segreto dei moscardini in umido con polenta

Il vero segreto di questi moscardini in umido con polenta risiede nella particolare farina di mais che viene utilizzata. Quest’ultima è caratterizzata da alcune peculiarità, almeno in questa ricetta, che derivano dal mais “rosso” e nello specifico dalla variante Rostrato di Rovetta.

Il mais rosso può assumere in realtà diverse tonalità, dal porpora al violaceo. Si caratterizza, come per le tipologie più conosciute di mais, per la presenza delle antocianine, responsabili della coloritura e tipiche anche di altri alimenti come le melanzane. Le antocianine, tra le altre cose, sono dei formidabili antiossidanti, dunque combattono l’azione dei radicali liberi e aiutano a prevenire i tumori.

Allo scopo di assicurare un prodotto sicuro a tavola, il nostro consiglio è però quello di assicurarvi che sia composta al 100% da mais e che non contenga altri ingredienti che ne possano alterare questa importante caratteristica. Per averne la garanzia, basta leggere attentamente le etichette che per legge devono essere chiare e comprensibili.

Moscardini in umido con polenta

I moscardini e le loro proprietà

I moscardini sono una vera delizia per gli amanti dei frutti di mare, in particolare per chi è alla ricerca di un cibo saporito ma al tempo stesso nutriente e leggero. Anche se a prima vista possono sembrare dei piccoli polpi, hanno delle caratteristiche uniche che li distinguono, sia in termini di aspetto che di proprietà nutrizionali.

Immagina di gustare un piatto di moscardini: mentre ne apprezzi il sapore delicato, è interessante sapere che stai consumando una fonte eccezionale di proteine ​​magre. Le proteine, come ben sappiamo, sono l’edificio fondamentale del nostro corpo, essenziali per la crescita, la riparazione dei tessuti e tante altre funzioni vitali.

Ma la ricchezza nutrizionale dei moscardini non si ferma alle proteine. Essi sono anche un tesoro di vitamine, in particolare la A, la E e quelle del gruppo B. Queste vitamine giocano un ruolo chiave nel mantenere la nostra pelle luminosa, nel sostenere il nostro sistema immunitario e nella regolazione di numerosi processi metabolici.

E poi ci sono i minerali. Pensa al fosforo, che dà forza alle nostre ossa e denti, o al potassio, che ci aiuta a mantenere la pressione sanguigna sotto controllo. Senza dimenticare il magnesio, coinvolto in centinaia di reazioni nel nostro corpo, e lo zinco, che sostiene la nostra crescita e immunità. E per chi è preoccupato per l’anemia, il contenuto di ferro dei moscardini è una buona notizia, dato il suo ruolo cruciale nel trasporto dell’ossigeno nel sangue.

Forse ciò che sorprende di più, però, è quanto siano leggeri. Nonostante tutti questi nutrienti, i moscardini apportano pochissime calorie. È come avere il meglio di entrambi i mondi: un cibo delizioso e ricco, ma senza l’aggravio di troppe calorie.

Inoltre, come se non bastasse, i moscardini sono anche una fonte di omega-3, noti per i loro effetti benefici sul cuore, e di collagene, che fa bene alla nostra pelle e articolazioni.

Tuttavia, mentre ci deliziamo con questi squisiti molluschi, dobbiamo anche essere consapevoli dell’importanza di scegliere prodotti sostenibili. La bellezza del mare e dei suoi abitanti è un tesoro che dobbiamo proteggere, optando per pratiche di pesca responsabile.

In definitiva, i moscardini sono un piacere per il palato e un bene per il nostro corpo. E, con un occhio alla sostenibilità, possono diventare un piatto da gustare senza senso di colpa.

Un’alternativa deliziosa: moscardini in umido con piselli

Se siete alla ricerca di una variante alla classica ricetta dei moscardini in umido, ecco un’idea che potrebbe fare al caso vostro: i moscardini in umido con piselli. Questa alternativa prevede una preparazione simile alla ricetta tradizionale, ma con l’aggiunta di piselli durante la fase di cottura. Questo non solo arricchisce il piatto con un sapore diverso e una consistenza aggiuntiva, ma rende anche il piatto più colorato e invitante. A completamento, potete aggiungere un pizzico di peperoncino o qualche foglia di basilico tritato per un tocco di freschezza e sapore in più. E ricordate, un buon vino bianco è sempre l’abbinamento ideale per esaltare al meglio tutti questi sapori.

Durante la cottura dei moscardini, è fondamentale mantenere alcune accortezze che faranno la differenza nel sapore finale. Prima di avventurarsi nella preparazione, la prima cosa da fare è pulire bene i moscardini, assicurandosi di rimuovere tutte le parti indesiderate. Una volta puliti, potete cominciare a cuocerli: iniziate facendoli rosolare per qualche minuto in una padella con un filo d’olio. Successivamente, integrate la passata di pomodoro e lasciate insaporire per un paio di minuti. Aggiungete poi i piselli e proseguite la cottura per altri 30 minuti. Una volta terminato, cospargete con del prezzemolo tritato fresco e servite i moscardini fumanti direttamente in tavola.

Ricette con moscardini o polpo ne abbiamo? Certo che si!

4.1/5 (13 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kangaroo pie

Il pasticcio di carne che non ti aspetti:...

Cosa sapere sulla carne di canguro Giunti a questo punto è utile parlare della carne di canguro. Tanto per cominciare di cosa sa la carne di canguro? Se pensate a qualche sapore forte e sui...

Focaccia di Recco con stracchino

Focaccia di Recco con stracchino, ecco la ricetta...

Un focus sullo stracchino Lo stracchino è tra gli elementi distintivi della focaccia di Recco, nonché uno dei formaggi più amati in assoluto, simbolo dell’arte casearia del nord Italia. E’...

Torta salata con pere e formaggio

Torta salata con pere e formaggio, una ricetta...

L'umile pera, protagonista dolce e versatile nella nostra torta salata con pere e formaggio cremoso. Questa ricetta è una fusione straordinaria di semplicità e audacia, dove pochi ingredienti...