Un secondo light con i filetti di merluzzo al sedano

filetti di merluzzo al sedano
Commenti: 0 - Stampa

Una cena leggera e fresca con i filetti di merluzzo al sedano

La pietanza che vi consigliamo di preparare con questi filetti di merluzzo al sedano è un delizioso secondo che si presta bene ad un menù di pesce. Magari nella stagione primavera-estate, quando le pietanze più calde sono meno gradite, questi filetti freschi e sfiziosi, possono essere l’idea giusta per soddisfare gli inviati più esigenti.

La composizione è da considerarsi piuttosto leggera, con dei filetti di pesce ed un trito di verdure, sfiziose, cotte semplicemente in padella. 

Alta cucina in poche e semplici mosse

I filetti di merluzzo al sedano, più di altre ricette fattibili con questo tipo pesce, si presentano in maniera elegante e minimalista. La torretta, composta con l’ausilio di un coppapasta ed i suoi ingredienti essenziali, si erge raffinata e delicata. Con un bel piatto da portata, è la pietanza giusta per un menù chic. Siamo di fronte ad una ricetta che non presenta particolari difficoltà tecniche ma che sembra avere la dignità di una pietanza stellata.

I tocchetti di merluzzo, infarinati nella farina di riso e lievemente scottati in padella, conservano la giusta dose d’idratazione e sapore. Il trito di peperoni e sedano, in toni giallo-verdi, sembra comporre un trono delicato, perfetto per apporre i pezzetti di merluzzo. In cima al tutto, trionfante, un ciuffetto d’origano fresco. Riuscite ad immaginare un impiattamento più elegante per questa ricetta? Sbizzarritevi! 

filetti di merluzzo al sedano

La bontà del merluzzo

La polpa di merluzzo ha un alto valore biologico e diverse proprietà nutrizionali. Proteine, Vitamine del gruppo B e Sali minerali sono tra i componenti essenziali di questo alimento. Poco energetico e poco calorico, il merluzzo è ricco di amminoacidi essenziali ed acidi grassi, come gli Omega 3. Questo pesce si presta bene ad una dieta ipocalorica e povera di colesterolo. Particolarmente apprezzabili sono i livelli di ferro, potassio, fosforo e iodio.

Il merluzzo non contiene allergeni e non contiene molecole che possano essere oggetto d’intolleranze alimentari. Preparando i filetti di merluzzo al sedano, dunque, prepariamo un piatto leggero, sfizioso e sano. Un secondo che potrà piacere a tutti e che sarà compatibile anche con soggetti affetti da intolleranze alimentari di vario tipo. La stessa panatura, utilizzata nella ricetta di questi filetti, non a caso, è fatta con della farina di riso, altamente digeribile. Il consumo di merluzzo è così salutare che i nutrizionisti ne consigliano l’assunzione fino a tre volte a settimana. Cominciamo dunque a prepararlo! 

Ed ecco la ricetta dei filetti di merluzzo al sedano:

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. di filetti di merluzzo puliti e pronti per la cottura
  • 3 gambi di sedano
  • 2 peperoni gialli piccoli
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaino raso di scorza di limone biologico tagliata a piccoli filetti
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 3 cucchiai di farina di riso
  • qualche fogliolina di origano fresco
  • q. b. di sale

Preparazione:

Prendete i filetti di merluzzo e tagliateli a tocchetti regolari. Intingete i tocchetti di merluzzo nella farina di riso. In una padella antiaderente, versate un giro d’olio, scaldatelo e mettete il pesce a rosolare. Sfumate a metà cottura con del vino bianco, poi mettete da parte di pezzetti di merluzzo e nella stessa pentola versate del sedano tritato.

Unite dei peperoni tagliati a dadini e lasciate cuocere il tutto. Regolate il sapore con l’aggiunta di un pizzico di sale e lasciate ammorbidire le verdure. Procedete dunque con l’impiattamento. Formate delle torrette con un coppapasta, aggiungendo le verdure ed alternandole con il merluzzo e delle foglioline di origano.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Triglie alla livornese

Triglie alla livornese, un secondo davvero squisito

Triglie alla livornese, una secondo di pesce davvero unico Come suggerisce il nome, le triglie alla livornese sono un piatto tipico della città di Livorno, che vanta una grande tradizione per...

Petto di piccione in manto di verza

Petto di piccione in manto di verza, un...

Petto di piccione in manto di verza e salsa di mais, un piatto raffinato Il petto di piccione in manto di verza e salsa di mais è un secondo molto corposo. D’altronde, lo si evince dalla lista...

Spezzatino di cervo

Spezzatino di cervo, un secondo tradizionale e rustico

Spezzatino di cervo, un piatto tradizionale e rustico Lo spezzatino di cervo è un secondo piatto che appartiene alla tradizione più rustica della cucina italiana. D’altronde si base su una carne...

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio, un classico secondo a base...

Triglie al cartoccio, una ricetta semplice e gustosa Le triglie al cartoccio sono un secondo piatto di pesce molto semplice e tutto sommato classico, che punta ad offrire sapori suggestivi. A fare...

Coquilles St. Jacques

Le Coquilles Saint Jacques per deliziare il palato

Coquilles Saint Jacques, una preparazione di alta cucina Le Coquilles Saint Jacques ai funghi sono una ricetta della cucina francese. Possono essere considerati come un secondo di pesce o un...

Pernice rossa con uva e polenta

Pernice rossa con uva e polenta, un secondo...

Pernice rossa con uva e polenta bianca, una lista di ingredienti diversa dal solito La pernice rossa con uva e polenta è una di quelle ricette ascrivibili alla categoria “gourmet”, ma allo...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


25-07-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti