bg header
logo_print

Merluzzo con asparagi, secondo piatto delicato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Merluzzo con asparagi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.9/5 (12 Recensioni)

Merluzzo con asparagi. Quest’ultimi delicati, ma ricchi di sapore, danno alle ricette un tocco di raffinatezza unico. E adesso è il momento giusto per gustarli al meglio!!!!

Vengono chiamati tecnicamente “turioni” e costituiscono, da un punto di vista strettamente botanico, la parte dei germogli della pianta. Si trovano sul mercato durante tutta la stagione primaverile.

Gli asparagi sono ortaggi buoni sotto ogni punto di vista. Ricchi di acqua e capaci di offrire un piccolo apporto di fibre e proteine vegetali, regalano inoltre delle notevoli quantità di potassio, magnesio, fosforo, ferro, selenio, zinco, calcio, rame e manganese. Per quanto riguarda l’apporto vitaminico non sono da meno: presentano elevati livelli di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K e J.

Gli asparagi (Asparagus officinalis) li conosciamo bene. Hanno un sapore unico e anche una forma inconfondibile. Appartengono alla famiglia delle Liliacee e sono noti per le loro notevoli proprietà benefiche e per il valore nutrizionale. Con le loro foglie aghiformi e l’aspetto sempre verde, sono molto diffusi nella parte centro-meridionale dell’Europa fin dai tempi antichi. Vengono coltivati, ma crescono anche spontanei… e quelli selvatici sono ancor più ricchi di nutrienti!

Ricetta Merluzzo con asparagi

Preparazione Merluzzo con asparagi

Pulite bene gli asparagi e fateli lessare per circa 10 minuti al vapore. Fateli raffreddare sotto l’acqua e metteteli da parte. Nel frattempo pulite i ravanelli e tagliateli a julienne e tenete da parte le foglie. In un tegame, fate rosolare lo scalogno tritato e le foglie dei ravanelli che avete tenuto parte con un cucchiaio di olio.

Dopo qualche minuto unite il vino, il brodo e la farina, e fate ridurre il tutto almeno a tre quarti. Aggiungete i rapanelli tagliati e continuate a mescolare dolcemente.

Prendete una teglia, mettete un foglio di carta forno e disponete i filetti di merluzzo, versate a filo un pochino di olio, salate, pepate. Mettete il tutto nel forno preriscaldato a 150°C per 20 minuti circa.

Fate rosolare gli asparagi in una padella antiaderente con un goccio di acqua, salateli e pepateli. Servite i filetti con la crema di ravanelli e gli asparagi.

Ingredienti Merluzzo con asparagi

  • 4 filetti di merluzzo o di platessa
  • 24 asparagi rosa di Mezzago
  • 4 rapanelli
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 scalogno
  • 100 ml di brodo di pesce
  • 20 gr.di farina di riso
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Esistono diverse varietà di asparagi e, oltre a quelli nel tradizionale colore verde, ci sono anche bianchi e viola, e vengono portati in tavola soprattutto in primavera. Ogni specie, con le sue differenze cromatiche, ha un sapore leggermente diverso, ma le proprietà nutrizionali non cambiano e, in ogni caso, sono a dir poco notevoli! Scopriamo insieme quali sono…

Per tutti questi motivi, garantiscono proprietà ed effetti benefici unici: si rivelano fantastici diuretici; aiutano a depurare l’organismo (favorendo l’eliminazione delle tossine accumulate) e a regolare la pressione (in particolare grazie al potassio), e si presentano come validi alleati della digestione. Il consumo di asparagi influisce positivamente sulle funzioni intestinali e sullo stato di salute della pelle, proponendo un buon supporto anche nella lotta contro i radicali liberi.

Il notevole contenuto di vitamine del gruppo B si rivela ottimale per tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue e, per questo, molti esperti consigliano questi ortaggi ai diabetici e a tutti coloro che desiderano spendere una maggiore attenzione nei confronti della prevenzione del diabete. Gli asparagi presentano inoltre interessanti dosi di carotenoidi, ovvero i precursori della vitamina A, che regalano potenti effetti antiossidanti e protettivi all’epidermide e alle mucose, e stimolano le funzioni del fegato.

Le varietà sono diverse, ma sono tutte riconducibili a due grandi gruppi: quelle che vengono coltivate e quelle che crescono spontanee. Le prime sono le più comuni e diffuse sul mercato; possono essere di colore bianco, verde, rosa o violetto: le prime due hanno un sapore molto simile e piuttosto delicato, mentre quelle rosa e violette sono più saporite. Le spontanee hanno la stessa forma, ma sono più sottili; a loro volta, si dividono in due sottogruppi: quelle di campo, che vengono chiamate anche selvatiche, e quelle di bosco. Queste ultime sono considerate più raffinate perché di sapore più tenue rispetto alle altre.

Merluzzo con asparagi

Scegliete sempre asparagi che hanno le punte ben chiuse: con il passare del tempo, infatti, tendono ad aprirsi; preferite quelli così sodi da spezzarsi se vengono piegati. Dal momento dell’acquisto consumateli entro breve perché tendono a sciuparsi velocemente. Sceglieteli poi delle stesse dimensioni, così poi cuoceranno tutti nello stesso tempo.

Eliminate la parte del gambo terminale più dura nel punto in cui si spezza di netto, poi passate il resto dei gambi con un pelapatate fino quasi alle punte. Lo scarto è piuttosto elevato ed è pari a circa il 45% del peso iniziale: questo significa che da 1 kg si ricavano circa 550 g di prodotto pulito.

Per ottenere risultati perfetti, tenete presente che le punte, più tenere, cuociono prima dei gambi. Per non sciupare questi delicati ortaggi, dopo averli puliti, legateli a mazzetto con del filo da cucina e immergeteli un una pentola alta stretta con acqua bollente salata, facendo in modo che il livello del liquido sia pari a 2/3 circa del gambo. Le punte devono perciò rimanere fuori dall’acqua e cuoceranno per l’effetto del vapore che si svilupperà in cottura: in questo modo non si disperderanno nell’acqua.

Ricette con merluzzo ne abbiamo? Certo che si!

;

4.9/5 (12 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...