L’eleganza a tavola con i tagliolini nelle ostriche

Tagliolini nelle ostriche: assaggini prestigiosi al profumo di maggiorana

I tagliolini nelle ostriche non sono certo un piatto da osteria. Con questa pietanza serviamo a tavola un primo chic, elegante e prestigioso, dove le nobili ostriche vengono “impiattate” nel loro stesso guscio. L’occhio, che vuol sempre la sua parte, ottiene con questo piatto massima soddisfazione. Una composizione così bella che, per restare moderni, potremmo dire perfetta anche per Instagram. I tuoi commensali non potranno rimanere indifferenti alla vista di queste belle ostrichette, ricche di taglioni e verdure. A profumare e decorare il tutto una ricca pioggia di foglie di maggiorana, un tocco in più per coronare alla perfezione questo piatto.

Trattandosi di pasta, ovviamente, i tagliolini alle ostriche sono un primo a tutti gli effetti. Tuttavia, in questa versione da mini-porzione, l’assaggino suggerisce una possibile conversione ad antipasto di mare. Come è noto, le ostriche per molti aspetti non sono particolarmente assimilabili e digeribili. Questa caratteristica suggerisce la necessità di un consumo moderato, infatti, questa versione si presta alla perfezione come piccola dose da assaggio senza sensi di colpa. 

Mare profumo di mare

Tra tutte le ricette fattibili con le ostriche, questi taglioni rientrano a pieno titolo tra le preparazioni più eleganti. Potremmo tranquillamente trovare questa ricetta come portata di un matrimonio, di un anniversario, una cena di gala, una festività o una qualunque occasione importante. L’ingrediente di base, l’ostrica appunto, è già di suo particolarmente prestigiosa e di valore.

tagliolini nelle ostriche

Acquistare delle buone ostriche non è certo economico, soprattutto se si punta su qualcosa di pescato e non da allevamento. Tuttavia, il profumo intenso di questi nostri taglioni nelle ostriche è un piacere così netto che di tanto in tanto ci piace concedercelo. Se vogliamo fare bella figura e proporre una cena di mare chic, sappiamo cosa scegliere!

Slow food e degustazione

Non fatevi ingannare dalla porzione piccola. Questi tagliolini nelle ostriche sono un concentrato di sapori e nutrimento. Intanto, oltre alle ostriche, questi taglioni sono conditi da saporite verdure saltate in padella con scalogno e porro.

Zucca e zucchina, delicate ma ricche di proprietà, fanno da base a questa preparazione ed esaltano il sapore stesso delle ostriche. Un connubio equilibrato e riuscitissimo che non potrete far a meno di apprezzare, a pranzo o a cena, quando preferite! Pensate che l’impiattamento nell’ostrica sia troppo ardito per l’occasione? Potrete comunque attenervi a questa ricetta e poi servire questa delizia in maniera più tradizionale. 

Ed ecco la ricetta dei tagliolini nelle ostriche:

Ingredienti per 4 persone:

  • 240 gr. di tagliolini Caponi
  • 8 ostriche
  • 150 gr. di polpa di zucchina
  • 120 gr. di polpa di zucca
  • 80 gr. di porro mondato
  • 1 scalogno
  • 1 bustina di zafferano
  • q. b. di maggiorana
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • una noce di burro chiarificato
  • q. b. d’olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e di pepe

Preparazione:

Lessate i tagliolini in una pentola con abbondante acqua bollente, lievemente salata ed aromatizzata con una bustina di zafferano. A crudo, lavate le ostriche ed apritele, filtrando la loro acqua e conservandone i gusci. In una padella, sciogliete la noce di burro aromatizzandola con la maggiorana ed un dito di vino. Lasciate che il liquido si dimezzi e aggiungete le ostriche in cottura per circa 10 secondi, poi spegnete immediatamente il fuoco.

Lavate le verdure e riducetele a filetti. In un velo d’olio soffriggete lo scalogno tritato ed il porro con la maggiorana. Mettete in cottura in questa stessa padella tutte le verdure, con un pizzico di sale e di pepe. Saltate il tutto per circa 3 minuti, unendo l’acqua delle ostriche e le linguine cotte al dente, affinché tutto possa insaporirsi. Riprendete i gusci delle ostriche e componetevi all’interno una matassina di linguine per ogni ostrica, profumando con foglie di maggiorana.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *