Crocchette di feta : un aperitivo strong alla greca

Crocchette di feta
Commenti: 0 - Stampa

Un aperitivo tipico con Ouzo e crocchette di feta.

Oggi parliamo delle Crocchette di feta. Volete stupire i vostri ospiti con un aperitivo alla Greca? Assicuratevi un guidatore astemio per riportarli a casa e regalatevi una serata di Ouzo ed allegria! L’Ouzo, se non lo conoscete, è il liquore greco maggiormente diffuso, paragonabile (come utilizzo) all’italiano Spritz. L’Ouzo è sostanzialmente un distillato del mosto d’uva, particolarmente secco e dalla gradazione alcolica consistente (tra 40 e 50 gradi).

All’interno di questo liquore, composto da mosto d’uva passita o fresca, si distingue chiaramente l’apporto dato dall’anice. Talvolta, è possibile apprezzare varianti della ricetta, comprensive di aromi quali liquirizia, menta e chiodi di garofano. I greci conoscono bene il senso del divertimento senza eccessi, infatti, è pratica comune quella di annacquare l’Ouzo così da renderlo un fresco drink per l’estate. Il trucchetto di ridurre la gradazione alcolica con ghiaccio ed acqua è altamente consigliato, sulle dosi e proporzioni vi rimandiamo al gusto personale.

Un liquore aromatico e tendente al dolce

L’Ouzo greco è un liquore secco e piuttosto spartano. All’assaggio mostra in modo piuttosto diretto la sua componente alcolica, unita alle componenti aromatiche ed al retrogusto dolce. In Grecia è il liquore prediletto di aperitivi ed Happy Hour in accompagnamento a stuzzichini e piccoli spuntini (a volte a base di polpo, pesce, calamari, sarde o verdure). Nel caso del nostro aperitivo strong alla greca con Ouzo e crocchette di feta abbiamo deciso di unire al liquore un pratico bocconcino di patate e feta.

crocchette di feta

Il sapore intenso della feta, infatti, altrettanto tipico della Grecia, trova in queste crocchettine la sua esaltazione. Per una proprietà chimica degli olii essenziali presenti nell’alcool dell’Ouzo, unendo l’acqua al distillato trasparente, questo assume un caratteristico colore bianco lattiginoso. Non fatevi ingannare da quel che sembra! Non siete certamente di fronte ad un bicchiere di latte di mandorla! Dosate con attenzione il vostro drink e bevete responsabilmente.

Dalle Ouzeri a casa vostra

I locali greci dedicati all’aperitivo ed al consumo di Ouzo vengono chiamati Ouzeri. Qui turisti e persone del luogo amano godersi il tramonto sorseggiando un ricco aperitivo. Con lo sguardo rivolto al mare o magari anche semplicemente nel salotto di casa, un aperitivo all’Ouzo donerà al vostro evento un tocco in più.

E se le crocchette non dovessero sembrarvi sufficienti, troverete tra le nostre ricette tante altre possibili idee per un aperitivo super sfizioso! 

Ed ecco la ricetta dell’aperitivo con Ouzo e crocchette di feta:

Ingredienti per 6 persone:

  • 5 dl di Ouzo
  • 1 mazzetto di menta
  • q. b. di ghiaccio
  • 400 gr. di patate
  • 1 mazzetto di aneto
  • 200 gr. di feta Olympus
  • 3 uova
  • 200 gr. di pane grattugiato
  • q. b. di olio per friggere
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

Lavate le patate e mettetele intere a cuocere in forno a 160° fino a che non si saranno ammorbidite. Una volta cotte, sbucciatele, schiacciatele e condite la purea con sale, pepe ed aneto tritato. Inumidendo le mani con dell’acqua, formate delle crocchette, inserendo al centro un cubetto di feta. Sbattete le uova ed intingete le crocchette prima nell’uovo e poi nel pan grattato. Ripetete l’operazione per tutte le crocchette.

Friggete le crocchette in abbondante olio ben caldo e mettete poi sulla carta assorbente, così da rimuovere l’olio in eccesso. Versate dell’Ouzo nei bicchieri, unendo ghiaccio e menta. Allungate il liquore con la quantità d’acqua desiderata e servitelo in accompagnamento alla crocchette.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kebab

Il kebab, una versione casalinga

Come preparare il kebab in casa La ricetta di oggi può essere considerata come una specie di panino kebab fatto in casa a base di carne. Molti storceranno il naso di fronte a questa espressione,...

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, non solo tradizione messicana I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos sono una preparazione simbolo della...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Panino con lampredotto

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Panino con lampredotto, un fast-food in versione popolare Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada). E' un cibo “rustico”, con secoli di storia alle...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-09-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti