Ciambella con mirtilli: una delizia morbida e sfiziosa

Una colazione sana può partire anche dalla ciambella con mirtilli

La ciambella con mirtilli mette insieme la tradizione che sta dietro questo dolce dalla classica forma tonda con il buco con la golosità di piccoli frutti tra i più sani, genuini e amati da grandi e piccini: i mirtilli. Ma non è tutto, perché ad essere impiegate sono anche delle farine non comuni, benefiche come poche al mondo: stiamo parlando della farina di amaranto e di quella di fagioli neri.

Sana e recente new entry della nostra cucina è la farina di fagioli neri. Questa, in qualità di farina a base di legumi, può regalare un sostanzioso apporto di proteine vegetali, oltre ad offrire tante fibre e meno amido rispetto alla farina tradizionale che inizia a perdere il suo indiscusso predominio in cucina. Vi consiglio di seguire questo link perché tutti noi dovremmo conoscere, al fine di apprezzare a imparare ad utilizzare al meglio, le caratteristiche della farina di fagioli neri senza glutine.

Perché la nostra salute dipende anche da quello che mangiamo…

Impossibile non decantare la bontà della scelta dei mirtilli: questi piccoli frutti della salute hanno iniziato ad essere particolarmente apprezzati non solo per le loro caratteristiche organolettiche, per il loro essere estremamente versatili in cucina, ma anche per le loro proprietà curative, benefiche e nutrizionali che fanno della ciambella con mirtilli una miniera di antiossidanti.  I mirtilli proteggono le arterie ed il cuore, oltre a favorire la corretta circolazione sanguigna.

Altro insostituibile ingrediente alla base della preparazione di questa squisitezza che andiamo a presentare oggi è la farina di amaranto. Idonea al consumo anche da parte dei celiaci, in quanto senza glutine, con questa farina ricavata da questo sano e prezioso cereale è possibile realizzare preparazioni davvero uniche e sorprendenti, tra queste vi consiglio la tegolina di amaranto e quinoa con cioccolato fondente.

Ciambella con mirtilli

Qualche buona ragione per la quale realizzare la ciambella con mirtilli

Il dolce che andiamo a presentarvi oggi ha un aspetto davvero splendido, che cattura occhi e palato. Il merito? Della glassa, costellata qua e là dai mirtilli. Tuttavia, contrariamente a quanto si possa pensare, non si tratta della solita torta tutto zucchero bensì di un composto realizzato con prodotti estremamente genuini, quali zucchero di canna finissimo e bevanda alla mandorla.

La ciambella con mirtilli però, per essere realizzata a dovere, deve essere preparata con farina di amaranto e farina di fagioli neri della migliore qualità come quella de La Veronese, un brand che fa della qualità il suo carattere distintivo. Perché tutto dipende naturalmente dalla serietà delle aziende produttrici, dalla loro selezione attenta delle materie prime da trattare, dagli strumenti utilizzatati e, non da ultimo, dalla competenza e l’esperienza di chi questo lavoro lo fa con amore, passione e attenzione in tutti i minimi dettagli.

Ed ecco la ricetta della ciambella con mirtilli

Ingredienti per 4/6 persone

  • 100 gr. di farina di amaranto La Veronese
  • 100 gr. di farina di fagioli neri La Veronese
  • 16 gr. di lievito per dolci
  • 110 gr. di zucchero di canna finissimo
  • 70 ml. di olio di girasole
  • 200 ml. di bevanda alla mandorla
  • 2 cucchiai di semi di chia
  • Scorza di un limone non trattato grattugiata
  • Il succo di mezzo limone
  • 100 gr. di mirtilli freschi

Per la glassa:

  • 200 gr zucchero a velo
  • 2/3 cucchiai di succo di limone

Preparazione

Preriscaldate il forno a 200°C. Imburrate e infarinate lo stampo.

Setacciate in una terrina le farine con il lievito, mescolate e mettete da parte.

Nella vasca della planetaria lavorate lo zucchero di canna con l’olio e la bevanda alla mandorla. Unite la buccia grattugiata del limone e il succo. Versate nella il mix di farina e i semi di chia e mescolate fino a ottenere un composto piuttosto omogeneo.

Distribuite l’impasto nello stampo alternando con i mirtilli, quindi infornate per 30/35 minuti e fate la prova stecchino.

Preparazione della glassa: in una ciotola mettete lo zucchero a velo e aggiungete il succo di limone, prima un cucchiaino e poi l’altro, una goccia alla volta, sempre amalgamando, fermandovi quando si raggiungerà la giusta consistenza, né troppo liquida né troppo dura.

Versate con un cucchiaino la glassa sulla torta, decorate con qualche mirtillo e lasciatela poi ad asciugare e solidificare su una gratella per un’oretta circa prima di servire.

sponsorizzato da La Veronese

Contenuto in collaborazione con La Veronese

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *