Tegolina di Amaranto e Quinoa con cioccolato fondente

Tegolina di Amaranto e Quinoa

Tegolina di Amaranto e Quinoa con cioccolato fondente e spuma di patate allo zafferano: tutti conosciamo lo zafferano, il suo sapore e il colore che dà alle nostre pietanze. Tante persone pensano che vada bene solo per preparazioni salate ma in realtà non è cosi!

Ogni sua caratteristica ha fatto in modo che venisse apprezzato in tutto il mondo e usato per la preparazione di tantissime ricette. Si tratta di un ingrediente che porto volentieri nella mia cucina e si ricava dagli stimmi di una pianta magnifica il cui nome scientifico è Crocus Sativus

Noi ci prepariamo il famoso risotto alla Milanese e lo apprezziamo molto, non è vero? Ma a scoprire le sue proprietà furono le popolazioni arabe: fin da subito, si accorsero che favorisce il buonumore ed è un valido antidepressivo naturale. Perciò, è ovvio che oltre a regalare valore ad ogni piatto, è una spezia perfetta persino per il nostro organismo! A questo proposito, scopriamo quali sono tutte le altre buone ragioni per utilizzarlo…

Le particolarità della Tegolina di Amaranto e Quinoa

Secondo le ricerche, abbiamo a che fare con un ingrediente composto in prevalenza da fibre, grassi sani di origine vegetale e proteine. Contiene minerali come fosforo, calcio, potassio, magnesio, ferro, rame, manganese, selenio e zinco, ma anche antiossidanti e vitamine come la A, la B1, la B2, la B3, la B6 e la C. Già da questo, possiamo capire che è un vero toccasana, oltre che un concentrato di gusto!

barrette zafferano vert

Dovreste sapere inoltre che gli studiosi affermano da sempre che lo zafferano comporta benefici al sistema nervoso, in particolare per quanto riguarda l’umore e per la prevenzione delle malattie neurodegenerative. È un fantastico aiuto anche per combattere i sintomi della sindrome premestruale (alleviando soprattutto la tensione nervosa) e regala effetti positivi capaci di promuovere la salute degli occhi, dell’apparato respiratorio e della pelle.

Secondo le ricerche, questa spezia vanta inoltre di fantastiche proprietà antispasmodiche e carminative, e può comportare persino dei notevoli benefici per l’apparato riproduttivo dell’uomo. Per la medicina ayurvedica indiana… è anche un potente adattogeno! Quindi, è un ingrediente perfetto sotto ogni punto di vista. Ovviamente, non dobbiamo usarne troppo: la dose perfetta per una persona equivale a un massimo di 1,5 grammi al giorno.

Prima di dirigerci ai fornelli, ecco alcune interessanti curiosità sullo zafferano…

Probabilmente, vi ho già dato molte buone ragioni per utilizzarlo in cucina, ma dovreste sapere inoltre che, nell’antichità, questa spezia era soprannominata “oro rosso” e veniva usata come un prezioso mezzo di scambio per il commercio. Inoltre, già nell’antica Persia, si parlava delle sue proprietà e della sua potenzialità di alleviare le ulcere allo stomaco e alcuni problemi respiratori. Veniva usato anche come afrodisiaco e per altri scopi terapeutici, persino dai popoli dell’Egitto e dagli antichi romani.

Detto questo, non perdiamo più tempo: lo zafferano è ottimo per tutti e adesso vi aiuterò a portarlo in tavola e a fare una bella figura con tutti i vostri invitati! Con questa ricetta che sto per proporvi, partecipo al contest #CucinaconZaffy e utilizzerò i pistilli di uno zafferano di alta qualità, firmato appunto da Zaffy. Buon divertimento in cucina e buon appetito!

Ed ecco la ricetta della Tegolina di Amaranto e Quinoa con cioccolato fondente

Ingredienti per 4 persone

  • 120 gr Quinoa soffiata
  • 120 gr Amaranto soffiato
  • 40 gr zucchero
  • 80 gr Cioccolato fondente
  • 20 gr Miele al Rosmarino
  • 50 gr Patate
  • 2 gr Sale fino
  • 2 gr Pistilli di Zafferano
  • 40 gr Lamponi freschi
  • q.b. Menta e Alchechengi
  • 20 gr di salsa al caramello

Preparazione

Sciogliere a microonde il cioccolato fondente, aggiungere l’amaranto e la quinoa ed amalgamare con il miele al rosmarino : disporre il composto tra un foglio di carta da forno alta mezzo centimetro a forma rettangolare e far raffreddare in frigorifero.

Lessate le patate con la buccia.Una volta pronte, prelevate un cucchiaio di acqua di cottura in cui scioglierete lo zafferano. Scolate le patate e schiacciatele con uno schiacciapatate. In questo modo eliminerete molto velocemente la buccia.

Trasferite le patate schiacciate in un tumbler da frullatore ad immersione.Unite lo zafferano, lo zucchero e iniziate a lavorare con il frullatore ad immersione, unendo l’olio poco a poco. Correggete di sale e frullate ancora per qualche secondo.

A seconda di come desiderate la crema di patate (più o meno densa) potete aggiungere un po’ più di olio o di acqua calda.

Quando la crema di patate sarà pronta, trasferitela in una terrina

Collocare la tegolina al centro del piatto, con un cucchiaio fate delle gocce con la crema di patate. Adagiate dei dei lamponi tagliate a metà. Con un cucchiaio fate dei decori a zig zag con la salsa al caramello e decorare con una foglia di menta e un alchechengi.

Ingredienti per la salsa al caramello

  • 200 gr di zucchero
  • 80 gr di burro chiarificato
  • 150  ml di panna Accadi

Versate in una pentola con il fondo spesso e a bordi alti lo zucchero e aggiungete l’acqua. Mescolate con una frusta e accendete il fuoco a fiamma  media fino a quando lo zucchero non si scioglie completamente.

Una volta che lo zucchero è sciolto, alzate la fiamma fino a quando non prende un bel colore ambrato.

Togliete dal fuoco e aggiungete il burro a pezzettini e lasciate che si sciolga completamente prima di aggiungere la panna. Continuate a mescolare fino a che tutto è ben amalgamato.

5/5 (528 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta soffice con ribes

Torta soffice con ribes per una merenda da...

Torta con ribes, un delicato equilibrio di sapori La torta soffice con ribes è il perfetto esempio di come sia possibile preparare un dolce squisito ed esteticamente gradevole con una manciata di...

Torta con pastinaca e nocciole

Torta con pastinaca e nocciole, un dessert singolare

Torta con pastinaca e nocciole, una singolare lista di ingredienti La torta con pastinaca e nocciole è un dessert dal gusto speciale in quanto particolari sono gli ingredienti con cui è...

Semifreddo allo zabaione

Semifreddo allo zabaione, un dolce d’alta pasticceria

Semifreddo allo zabaione, bello da vedere e buono da gustare Il semifreddo allo zabaione è frutto di un’idea creativa e simpatica. Si tratta, infatti, di unire un prodotto per sua stessa natura...

Pancake senza farina con banana

Pancake proteici con banana per una colazione sana

Pancake proteici con banana e cocco, un dolce dietetico Il pancake proteici con banana e cocco è l’ideale per una merenda o una colazione a bassissimo contenuto di carboidrati. Come suggerisce il...

Cookies con farina di cladodi

Cookies con farina di cladodi, dei biscotti davvero...

Cookies con farina di cladodi, dei dolcetti inediti I cookies con farina di cladodi sono dei biscotti speciali, realizzati con una farina innovativa, che solo di recente ha fatto la sua comparsa nel...

Crema pasticcera al matcha

Crema pasticcera al matcha, una variante dal sapore...

Crema pasticcera al matcha, un’idea per stupire La crema pasticcera al matcha è una variante dal sapore particolare e dall’impatto visivo importante. Come potete vedere dalla foto è di colore...

14-05-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti