Ciambella pere e zafferano per la Festa della Mamma

Ciambella pere e zafferano
Commenti: 0 - Stampa

“Ti voglio bene mamma” dillo con una Ciambella pere e zafferano!.Ogni anno a maggio, come da tradizione, arriva la festa della mamma. Non bastano certo una ricetta o un regalo per esprimere quanto una madre sia importante nella vita dei propri figli, tuttavia proveremo a fare un tentativo.

Dedicando del tempo e tanta passione per un dolce pensiero si dimostra sempre qualcosa di positivo e questo è lo scopo della ciambella pere e zafferano, pensata per onorare la festa della mamma.
Questa ricetta è senza glutine e senza lattosio, quindi perfetta in caso d’intolleranze e celiachia. Una dolce coccola che potrete godervi tutti allo stesso modo!

Tra gli ingredienti selezionati per questa ciambella troviamo un mix un po’ atipico ma che ti stupirà positivamente, i protagonisti sono pere e zafferano. Il giallo inconfondibile dello zafferano, unito alla dolcezza ed alla morbidezza delle pere, ti colpirà assaggio dopo assaggio.

Sicuramente lo zafferano viene utilizzato in moltissime ricette salate ma anche come ingrediente in un dolce; lo zafferano, infatti, è una spezia dal sapore peculiare che può garantire un quid in più, anche ai dolci. Se l’intento sarà quello di stupire dolcemente la mamma, la ciambella pere e zafferano è la scelta giusta!

Le pere e lo zafferano: frutta e spezie per la salute

Spesso sentiamo dire che “una mela al giorno toglie il medico di torno”, eppure lo stesso potremmo dire anche per le pere! Le pere, infatti, sono un frutto ricchissimo di proprietà benefiche per l’organismo, ricche di boro e calcio che hanno comprovati effetti benefici contro l’osteoporosi ed il colesterolo.

Ciambella pere e zafferano

L’assunzione di pere è in grado di aiutare il cervello, migliorando i riflessi e la capacità di concentrazione. Per questa sua caratteristica, la pera è il frutto ideale per gli studenti perché aiuta ad immagazzinare nozioni ed a conservarne più a lungo i ricordi.

Allo stesso tempo le pere favoriscono la digestione grazie al ricco contributo di fibre.E potrebbe lo zafferano essere da meno? Certamente no! Lo zafferano, secondo ingrediente essenziale di questa ricetta della ciambella pere e zafferano, è un componente altrettanto ricco di elementi essenziali per la salute.

E’ interessante sottolineare che questa spezia ha una significativa influenza sui disturbi dell’umore (come sedativo, analgesico ed antispasmodico). Mangiare zafferano dunque può aiutare ad alleviare lo stress ed a favorire un senso di benessere e felicità.

Lo zafferano aiuta inoltre la digestione ed offre una ricca dote di vitamine e carotenoidi. Una combinazione speciale dunque per una persona speciale!

Se la pera non è di vostro gradimento potete sostituirla con la mela. Al posto dello yogurt potete utilizzare lo Skyr. Otterrete lo stesso risultato! In cucina si possono fare moltissime combinazioni e varianti dello stesso piatto.

La mamma è la mamma

La Festa della Mamma è importante per ogni figlio e un buon modo per festeggiare consiste certamente nel far riposare le mamme, mettersi ai fornelli al posto loro e preparare una cena o un pranzo coi fiocchi! Soprattutto se avete una mamma con problemi di intolleranza o celiachia.

Quello delle intolleranze è, purtroppo, un problema in costante aumento, che accomuna tantissime persone e anche tante mamme. Ecco perché c’è una particolare attenzione verso chi ne soffre e possiamo portare in tavola: basta comprare gli ingredienti giusti, avere fantasia e creatività, usare tanto amore e, perché no, seguire i miei  consigli.

Prima di mettervi ai fornelli, sappiate che questa festa viene celebrata praticamente ovunque, anche se in modalità diverse e secondo le specifiche tradizioni di ogni luogo. C’è però un elemento comune… la mamma e il suo importantissimo ruolo all’interno della famiglia sono al centro di tutto. Proprio per questo, adulti e bambini dimostrano il proprio affetto comprando cioccolatini, fiori e pensierini vari, ma anche portando in tavola tante deliziose ricette.

Ed ecco la ricetta della ciambella pere e zafferano:

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 gr. di farina di riso
  • 50 gr. di fecola di patate
  • 40 gr. di farina di tapioca
  • 150 gr. di yogurt greco consentito
  • 135 gr. di zucchero di canna
  • 100 ml di latte intero consentito
  • 60 ml d’olio di semi di girasole
  • 2 uova
  • una bustina di zafferano di ottima qualità
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 1 cucchiaino scarso di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • 1 grossa pera
  • q.b. di olio e farina di riso per ungere lo stampo

Per la glassa:

  • 4 cucchiai zucchero a velo
  • qualche di goccia di succo di limone

Preparazione ciambella:

Per prima cosa, accendete il forno e portatelo ad una temperatura di 180° con funzione statica. Ungete ed infarinate (con farina di riso) uno stampo da ciambella o bundt cake.
Lavate, pelate e detorsolate la pera, facendola a tocchetti piccoli di circa 1 cm e mezzo per lato.

Intanto in una ciotola o in una planetaria con la frusta, montate le uova con lo zucchero in modo da renderle spumose. Intiepidite il latte e scioglietevi dentro una bustina di zafferano.
Sempre con le fruste in azione, aggiungete l’olio di semi di girasole a filo, lo yogurt greco ed il latte con lo zafferano.

Unite al composto liquido le farine setacciate fra loro, insieme al bicarbonato ed al cremor tartaro. Aggiungete poi, il cucchiaino di aceto di mele e continuate a mescolare il composto con la frusta in azione.
Unite successivamente i dadini di pera e mescolate il tutto con una spatola in silicone.

Infine versate l’impasto ottenuto nello stampo precedentemente preparato ed infornate. Cuocete la ciambella a 180° con funzione statica per 35-40 minuti.

Verificate con uno stuzzicadenti la cottura, punzecchiando nel mezzo del dolce a fine del tempo indicato. Se è cotto alla perfezione, lo stuzzicadenti dovrebbe uscirne asciutto. Qualora lo stuzzicadenti dovesse risultare ancora umido, eventualmente aumentate di qualche minuto i tempi di permanenza in forno.
A cottura ultimata, sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di rimuovere il dolce dallo stampo.

Preparazione glassa:

A questo punto, preparate la glassa mettendo in una ciotola lo zucchero a velo ben setacciato ed aggiungendo, una alla volta, qualche goccia di succo di limone, fino ad ottenere la consistenza desiderata (né troppo densa né troppo liquida!).

Infine decorate a piacere la vostra ciambella colando un pochino di glassa in superficie, e, se desiderate, aggiungete qualche fiorellino fresco o secco per rendere il vostro dolce ancora più scenografico!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

madeleine al riso integrale

Madeleine al riso integrale e canihua, variante esotica

Madeleine al riso integrale, dolce perfetto per la Festa della Mamma Le madeleine al riso integrale e semi di canihua sono un’idea perfetta per la Festa della Mamma. Sono infatti dei dolcetti...

drip cake ai lamponi

Drip cake ai lamponi, una torta per la...

Drip cake ai lamponi e pistacchi per una giornata speciale La drip cake ai lamponi e pistacchi è un dolce delizioso e dal grande impatto visivo, equilibrato nel gusto e coloratissimo. E’...

Semifreddo allo Skyr e pere

Semifreddo allo Skyr e pere per la Festa...

Semifreddo allo Skyr e pere caramellate, raffinato Il semifreddo allo Skyr e pere caramellate è un dolce di alta classe, che non vi farà rimpiangere i prodotti da pasticceria. L’impatto visivo...

Ciambella profumata alle fragole

Ciambella profumata alle fragole per la Mamma

Ciambella profumata alle fragole, un tripudio di colori e sapori La ciambella profumata alle fragole con glassa rosa è un “signor” dolce buono da gustare e bello da vedere, ricco di ingredienti...

Torta con fragole e sciroppo

Torta con fragole e sciroppo di agave, per...

Torta con fragole e sciroppo di agave per la Festa della Mamma La torta con fragole e sciroppo di agave in pasta di zucchero è un dolce davvero speciale, che coniuga un gusto pieno con un impatto...

Straccetti di vitello

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, piatto...

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, un secondo delicato e originale Gli straccetti di vitello con salsa alle fragole sono un secondo molto particolare come potete vedere dalla foto. Un...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti