Torta con crema di cioccolato e croccante di arachidi

torta con crema di cioccolato e croccante di arachidi
Commenti: 0 - Stampa

Torta con crema di cioccolato e croccante di arachidi : adatta anche agli intolleranti?

La torta con crema di cioccolato e croccante di arachidi  è un dolce adatto agli intolleranti. Come minimo, a chi soffre di patologie legate al consumo di glutine e lattosio, dunque celiaci e intolleranti al lattosio. Il merito va alla scelta degli ingredienti, che punta alla massima accessibilità senza per questo compromettere il gusto. Per esempio, la farina di grano tenero è sostituita dalla farina di banana; mentre il latte “normale” è sostituito dal latte delattosato.

Inoltre, va segnalato il procedimento di preparazione, che è incredibilmente intuitivo. Tutti possono realizzare questa splendida e gustosa torta alla banana. In primis perché non è difficile reperire gli ingredienti, secondariamente perché la ricetta prevede pochi passaggi e tutti molto semplici da compiere. Dunque, se cercate una torta sana e gustosa, a prescindere dalla presenza di intolleranze, provate questa variante con farina di banana.

croccante alle arachidi

La farina di banana

Uno degli ingredienti principali di questa ricetta è proprio la farina di banana. Pur essendo di facile reperibilità, è poco utilizzata nella cucina mediterranea, che predilige ovviamente le farine tradizionali. Tuttavia, la farina di banana, oltre a essere a prova di celiachia, è anche molto buona. Inoltre, stranamente non sa di banana. Propone un sentore vagamente dolce, che ad alcuni ricorda persino il cioccolato, comunque in grado di valorizzare le preparazioni in cui è inserita.

Un altro pregio della farina di banana consiste nell’apporto calorico, che è abbastanza limitato. Siamo infatti al di sotto delle 300 calorie per 100 grammi, una cifra di gran lunga inferiore a quella delle classiche farine di grano. Inoltre, presenta un indice glicemico basso, che funge da regolatore dell’appetito. Infine, la farina di banana, a differenza della controparte della farina di grano, contiene molto calcio e potassio.

Torta di pan di spagna alla banana

Lo zucchero di cocco

Lo zucchero di cocco, qui presente inizialmente in forma solida, è un ottimo sostituto dello zucchero classico. Il potere dolcificante è più che sufficiente, del tutto paragonabile alla variante di canna; tuttavia, rispetto a quest’ultimo presenta dei pregi, per esempio è ricco di minerali. Non c’è di cui stupirsi: lo zucchero di cocco non è raffinato!

Un’altra caratteristica importante consiste nella capacità dello zucchero di cocco di non fare alzare la glicemia più di tanto. Ciò consente il consumo anche a chi soffre di diabete. L’apporto di calorie, infine, è inferiore a quello dello zucchero normale, il ché lo rende un ingrediente compatibile con le diete dimagranti.

Ecco la ricetta della torta con crema di cioccolato e croccante di arachidi

Ingredienti:

Per il pan di spagna:

  • 200 gr di uova intere
  • 100 gr di zucchero bruno di canna
  • 80 gr di farina di banana
  • 20 gr di amido di riso

Per la crema al cioccolato:

  • 500 gr di latte delattosato
  • 70 gr di zucchero solido di cocco
  • 50 gr di amido di riso
  • 100 gr di tuorlo
  • 100 gr cioccolato fondente min 70%

Per il croccante di arachidi:

  • 200 gr di zucchero bianco di canna
  • 200 gr di arachidi tostate
  • 2 gr di sale fino

Preparazione:

Per il pan di spagna seguite la ricetta tradizionale: montate albumi e zucchero con una frusta a velocità media, aggiungete poco per volta gli altri ingredienti, continuate a mescolare e infornate a 180 gradi per 20 minuti. Per la crema al cioccolato mescolate zucchero, amido e tuorlo fino ad acquisire un composto omogeneo, versateci il latte e riscaldate il tutto fino a raggiungere l’ebollizione; terminata la cottura, inserite il cioccolato, mescolate e fate raffreddare.

Per il croccante, inserite gli arachidi precedentemente tritate grossolanamente nello zucchero trasformato in caramello, salate e distribuite in due fogli di carta forno per ricavare delle lamine.

Per realizzare il dolce tagliate il pan di spagna in due strati che abbiano 10 cm di diametro, farcite con la crema appena preparata e spalmate il resto sulla superficie della torta. Infine aggiungete le fette di banana e il croccante.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...

Parrozzo

Il parrozzo, uno golosissimo dolce abruzzese

Il parrozzo, un dolce al cioccolato fuori dall’ordinario. Il parrozzo, detto anche pane rozzo, è un dolce tipico della cucina abruzzese che vanta una lunga tradizione. E’ stato inventato agli...

Torta al pandan

Torta al pandan, un magnifico dessert colorato

Torta al pandan, un’idea per una merenda fuori dal comune La torta al pandan, o pandan cake, è un dolce che rende molto sul piano estetico. Lo potete notare dalla foto, infatti si distingue per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-01-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti