bg header
logo_print

Spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo, un primo unico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (48 Recensioni)

Spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo, un primo semplice e di grande impatto

Gli spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo sono un primo piatto che si inserisce nella tradizione dei piatti di pasta all’italiana. Ciononostante, sa stupire in virtù di una combinazione di ingredienti, che vede come protagonisti la zucca, il cavolfiore, il broccolo e i pomodori. Il risultato è un primo molto colorato, leggero e saporito. E’ anche molto semplice da realizzare, infatti basta passare in padella tutti gli ingredienti in tempi diversi. L’ordine corretto è il seguente: zucca, cavolfiore, broccolo e pomodorini.

Per quanto riguarda la pasta vi consiglio gli spaghetti alla chitarra, che reputo il formato più adatto per questo genere di condimento. Ovviamente, se soffrite di celiachia o di sensibilità al glutine, optate per varianti gluten-free. Sul mercato trovate tanti prodotti adatti, realizzati magari con la farina di riso, piuttosto che con qualche altro ingrediente esotico, come il grano saraceno o la quinoa.

Ricetta spaghetti alla chitarra con zucca

Preparazione spaghetti alla chitarra con zucca

Per preparare gli spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo, occorre per prima cosa cuocere al vapore per 5 minuti le cimette di broccolo e cavolfiore.

In un largo tegame fate poi rosolare la zucca con l’olio extra vergine di oliva, l’aglio e il rosmarino. Poi eliminate il rosmarino e l’aglio, infine unite i pomodorini tagliati a metà e regolate con un po’ di sale prima di lasciarli appassire.

Aggiungete poi le cimette dei cavoli e saltate per 5 minuti. Infine aggiungete gli spaghetti alla chitarra cotti al dente, 2-3 cucchiai della loro acqua di cottura e saltate per un altro minuto. Servite in tavola il piatto e spolverizzate con pepe nero. Buon appetito!

Ingredienti spaghetti alla chitarra con zucca

  • 320 gr. di spaghetti alla chitarra
  • 210 gr. di broccolo a cimette
  • 190 gr. di cubetti di zucca
  • 200 gr. di cavolfiore a cimette molto piccole
  • 10 pomodorini piccoli
  • un rametto di rosmarino
  • peperoncino (facoltativo)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

Broccoli e cavolfiori, un’accoppiata vincente

Il condimento di questi spaghetti alla chitarra con zucca si regge soprattutto sull’accoppiata broccoli e cavolfiori. I due ingredienti si sposano molto bene come sapore. Il broccolo (o per meglio dire le sue cimette) garantiscono un sentore aromatico e amarognolo, mentre il cavolfiore trasmette sentori più lineari e gradevoli. Insieme impattano anche sul colore: le cimette hanno un verde intenso, mentre il cavolfiore è bianco, al netto delle numerose varianti più vivaci (viola e giallo in primis).

Entrambi questi ortaggi spiccano anche per le proprietà nutrizionali. In linea di massima sono ricchi di vitamine (come la vitamina C) e sali minerali, come il calcio, il potassio e il magnesio coinvolti nel metabolismo energetico e nella salute delle ossa. Contengono anche alcuni antiossidanti, sostanze che rallentano l’invecchiamento e aiutano a prevenire il cancro. L’apporto calorico, infine, è molto basso: il broccolo non raggiunge le 30 kcal per 100 grammi, mentre il cavolfiore supera di poco le 20 kcal.

Spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo

Un focus sulla zucca

Anche la zucca gioca un ruolo di primo piano negli spaghetti alla chitarra, d’altronde è difficile che questo ortaggio manchi in un piatto che fa ampio uso di vegetali, vista la sua efficacia in cucina e la sua versatilità. In questo caso specifico la zucca viene tagliata a cubetti e messa a rosolare insieme alle spezie. Dopodiché è pronta ad accogliere gli altri ingredienti, che si cuociono in meno tempo.

La zucca è davvero ottima e si adatta a molte preparazioni. Inoltre fa bene alla salute, infatti è leggera, digeribile e stimola la diuresi e la digestione. E’ ricca anche di vitamine, come la vitamina A e del suo precursore principale, il betacarotene. Questa sostanza funge da antiossidante ed è responsabile del colore arancione, infatti la troviamo anche nelle carote. Infine l’apporto calorico è davvero molto basso, pari a 25 kcal per 100 grammi.

Il contributo dei pomodori negli spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo

Gli spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo impongono anche l’impiego dei pomodori al posto di una salsa vera a propria. Il condimento, infatti, si avvale di un elemento croccante che è dato proprio dai pomodori scelti per questa ricetta, ovvero i pomodori perini. I perini hanno una forma allungata ed una polpa estremamente soda, due elementi che li valorizzano. Proprio per questo generano poco sugo e resistono bene alla cottura senza sfaldarsi.

I perini spiccano per il sapore molto intenso, che interagisce al meglio con gli altri ingredienti senza soccombere. Vantano anche un eccellente profilo nutrizionale, come tutti gli altri pomodori del resto. Il riferimento è in particolare all’abbondanza di vitamina A e di vitamina C, nonché a fondamentali antiossidanti come la luteina e il licopene. Queste ultime sostanze sono responsabili del bel colore rosso dei pomodori di ogni ordine e grado.

Come speziare gli spaghetti alla chitarra?

La lista degli ingredienti degli spaghetti alla chitarra con zucca e broccolo è molto lunga, ma comprende ingredienti dal sapore equilibrato e a tratti delicato. Tuttavia, è bene inserire delle spezie nella ricetta? La risposta è si in quanto completano al meglio il piatto e il condimento della pasta stessa. Le spezie possono essere inserite in fase di cottura, ossia quando si soffriggono gli ortaggi. In questo modo si insaporisce l’olio e si rende il piatto ancora più completo. Quali spezie è opportuno utilizzare? Il mio consiglio è di utilizzare il rosmarino (un must per gli ortaggi) e l’aglio. Questi ingredienti vanno poi tolti dopo qualche minuto, dunque sono pienamente sostenibili.

A fine preparazione, invece, è possibile integrare il peperoncino. Si tratta di un’aggiunta facoltativa e legata ai gusti dei vostri ospiti, d’altronde ad alcuni il piccante non piace perché rischia di coprire il sapore e può essere difficile da sopportare. Ad ogni modo, se lo preferite, utilizzate solo peperoncino fresco e di una varietà nostrana, che si abbina alla perfezione con il condimento a base di ortaggi.

Ricette di spaghetti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...