bg header
logo_print

Spaghetti alla chitarra con grano saraceno e piselli

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

spaghetti alla chitarra con grano saraceno e piselli
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Oggi vi parlo di un primo piatto particolare: spaghetti alla chitarra con grano saraceno e piselli . Voglio dare qualche consiglio dedicato a chi soffre di celiachia. E probabilmente, sta vivendo un motivo di preoccupazione, convinto che con la diagnosi spariscano tutte le possibilità di mangiare con gusto.

Ricetta spaghetti alla chitarra con farina di grano saraceno

Preparazione spaghetti alla chitarra con grano saraceno

Mettete in una ciotola la farina di riso, la farina di grano saraceno, la farina di piselli ed il xantano.

Create un foro centrale ed aggiungete le uova ed il sale. Utilizzando una forchetta, iniziate ad amalgamare le uova alla farina. Continuate ad impastare utilizzando le mani. Se necessario, impastate aggiungendo qualche cucchiaio di acqua.

Lavorate l’impasto fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Formate una palla ed avvolgetela nella pellicola trasparente. Fate riposare l’impasto in frigo per un ora.

Togliete l’impasto dal frigo. Spolverate la spianatoia con della farina di riso e stendetevi sopra l’impasto utilizzando un mattarello. Dovrete ottenere una sfoglia di 2/3 mm di spessore.

Trasferite la sfoglia sul telaio per gli spaghetti alla chitarra. Passate sulla sfoglia il mattarello in modo da formare degli spaghetti quadrati spessi.

Trasferite la pasta su di un vassoio di cartone precedentemente infarinato con della farina di riso.

Preparate il condimento: mettete nella bacinella del mixer il formaggio caprino, la panna di riso, il pepe rosa ed il sale. Emulsionate gli ingredienti con il mixer ad immersione fino ad ottenere una crema liscia.

Trasferite la salsa in una padella e fatela scaldare a fuoco basso. Poco prima di scolare la pasta, mettete un paio di cucchiai di salsa nelle fondine.

Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela ed adagiatela sopra la salsa di caprino.

Decorate il piatto con qualche pisello fresco, qualche fogliolina di timo e delle bacche di pepe rosa.

Per gli spaghetti alla chitarra fatti in casa

  • 3 uova
  • 150 gr farina di riso
  • 100 gr farina di grano saraceno
  • 50 gr farina di piselli
  • 2-3 cucchiai di acqua
  • 4 gr sale fino
  • 4 gr xantano

Per la crema di caprino

  • 200 gr formaggio caprino
  • 100 ml di panna
  • 5grani pepe rosa
  • 3 gr sale fino

per decorare il piatto

  • 2 rametti timo
  • 30 gr piselli freschi

Niente di più falso! Oggi voglio dimostrarvelo chiaramente parlandovi appunto degli spaghetti alla chitarra con grano saraceno e piselli. Sì, si tratta di un mix fantastico. Solo a leggere il nome del piatto viene l’acquolina in bocca! Non resta che approfondirne le modalità di preparazione.

Iniziamo a entrare nel merito delle peculiarità della pasta fatta in casa di grano saraceno parlando delle proprietà di un ingrediente che rende questo piatto adatto a chi soffre d’intolleranza al lattosio.

Spaghetti alla chitarra con grano saraceno : i benefici della farina di riso

Di cosa si tratta? Della farina di riso. Priva di glutine, si contraddistingue per un basso apporto lipidico e per la presenza di vitamine del gruppo B, fondamentali per il metabolismo dei grassi. Questa farina, inoltre, contiene minerali molto importanti come calcio e ferro. Il consiglio che tendo a dare a chi mi chiede lumi sul suo utilizzo consiste nel scegliere la farina di riso integrale. In questo caso, infatti, sono maggiori le garanzie dal punto di vista della ricchezza nutritiva. Il chicco del riso integrale non è stato sottoposto a raffinazione. E quindi ha mantenuto la purezza originaria!

pasta saraceno piselli

Il focus sugli  spaghetti alla chitarra fatti in casa non poteva che chiudersi con qualche rapida informazione sulla spezia in questione. Cosa bisogna sapere del pepe rosa? Prima di tutto che si tratta di una spezia le cui bacche sono molto apprezzate da chi ama decorare i piatti.

Tra le sue proprietà, una riguarda il suo ruolo nella digestione. Il pepe rosa è anche antisettico. Nei secoli passati era considerato un ottimo rimedio di medicina popolare. In riferimento alla cura d’infezioni e infiammazioni.

Il consiglio è di acquistarne poco per volta per godere appieno del suo aroma. Per avere la certezza che le bacche siano fresche bisogna passarle tra le dita. Se si schiacciano facilmente non ci sono problemi.

Bene, ora basta parlare! Bisogna andare in cucina con il sorriso e la voglia di preparare qualcosa di davvero bello e buono per le persone che si amano! Il successo è garantito, fidatevi!

Ricette con caprino ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...