Scaloppine ai funghi cipolle e carote, sapori d’inverno!

Scaloppine ai funghi, cipolle e carote
Commenti: 0 - Stampa

Tanta bontà in un piatto. Le scaloppine ai funghi, cipolle e carote

Quanto sono gustose le scaloppine ai funghi, cipolle e carote? Se poi la preparazione è semplice, viene proprio voglia di farle una sera, per stuzzicare il palato dei nostri invitati a cena. Sapori e aromi s’intrecciano per offrire un bouquet sensoriale e gastronomico che di sicuro vi piacerà! Scopriamo insieme come preparare le scaloppine ai funghi, cipolle e carote per un secondo piatto di carne che non delude, mai.

Le carote arancioni sono ortaggi preziosi. A prescindere dal gusto, che può piacere o non piacere (ma in genere piace) presentano proprietà nutrizionali notevoli. Il riferimento è in particolare all’apporto di vitamine, che è straordinario. Le carote contengono grandi quantità di vitamina C (che rafforza il sistema immunitario), B, E e soprattutto vitamina A. Proprio la presenza della vitamina A ha alimentato la diceria, vera in parte, secondo cui le carote fanno bene alla vista. Questo ortaggio è anche ricchissimo di sali minerali, e in particolare di potassio, fosforo, calcio, magnesio, selenio, ferro, zinco e rame.

Un’altra nota fondamentale delle carote è la presenza del β-carotene, una sostanza davvero interessante. Il β-carotene è un precursore della vitamina A a carattere antiossidante, capace di stimolare la crescita cellulare. Insieme alla luteina e alla zeaxantina esercita una funzione di equilibrio dei meccanismi intestinali, produce un’azione depurativa, contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo, protegge la vista e si rivela utile per prevenire le malattie acute dell’apparato digerente (ad esempio le coliti).

Lo sapevate che quest’ortaggio da radice, oltre a contenere vitamine e sali minerali, è un valido alleato per i nostri occhi? Infatti, grazie alla presenza del β-carotene e della vitamina A, le carote proteggono la vista. Inoltre, la presenza di vitamina C rende le carote degli ortaggi ricchi di antiossidanti, sostanze che contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento. Il loro consumo è consigliato anche in caso di diarrea in quanto contengono la pectina, che agisce sul buon funzionamento dell’intestino. Oltre alle numerose proprietà, le carote vantano molti utilizzi in cucina: versatili e semplici da preparare, possono di certo stimolare la vostra creatività e fantasia!

Funghi, proprietà e benefici di questi alimenti poco calorici

In generale, per prima cosa dovete sapere che i funghi sono alimenti con poche calorie, fonti di minerali come fosforo, potassio, selenio e magnesio. Alleati del sistema immunitario, sono utili anche al sistema cardiaco. Siccome i funghi non contengono grassi e sono poco calorici, si adattano perfettamente a regimi alimentari dietetici.

I funghi contengono, inoltre, lisina e triptofano, vitamine del gruppo B e alcune sostanze antiossidanti, che aiutano nel combattere i radicali liberi e nel contrastare l’invecchiamento. Per aiutare l’organismo a difendersi meglio dal cambiamento di stagione i funghi sono spesso una valida risposta dal punta di vista culinario.

Scaloppine ai funghi, cipolle e carote

Nello specifico, poi, in 100 g di funghi porcini troviamo 26 calorie e principalmente acqua, proteine e fibra. Tra tutti i funghi, i più apprezzati sono probabilmente i porcini, carnosi e profumati, che s’iniziano a raccogliere tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, nei boschi di querce e di castagne.

Con il loro profumo, i porcini, presenti puntualmente sulle tavole dei nostri avi sin dai tempi più remoti, rappresentano uno degli ingredienti più pregiati e ricchi che la nostra cucina conosca. Alimento principe della gastronomia locale dei vari luoghi in cui fanno la loro gradita presenza, i porcini più di qualsiasi altro fungo al mondo si prestano all’ essiccazione.

Composti da quasi il 90% di acqua, i porcini garantiscono un apporto calorico trascurabile, esattamente come gli ortaggi e le verdure, nelle cui categorie non è facile annoverarli. Ricercati, raffinati, i funghi porcini hanno proprietà nutrizionali e di gusto davvero apprezzabili che li rendono un prezioso alleato per la nostra salute.Vi posso garantire che le scaloppine ai funghi sono un secondo che piace proprio a tutti!

Ed ecco la ricetta delle scaloppine ai funghi, cipolle e carote

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr di fettine di vitello,
  • 1 cipolla rossa di Tropea,
  • 2 carote,
  • 1 limone bio,
  • 400 gr di funghi champignon o porcini,
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva,
  • q.b. di farina di riso,
  • q.b. sale e pepe nero.

Preparazione

Per preparare le scaloppine di vitello iniziate pulendo con molta cura i funghi. Ricordate che se utilizzate i porcini la pulizia è un particolare a cui dovete mettere molta attenzione. Non andrebbero mai lavati ma solo spazzolati molti bene. Se utilizzate li champognon l’operazione è più facile.

Mondate la cipolla, affettatela a velo e mettetela in una padella antiaderente con l’olio extravergine di oliva caldo e le carote mondate e tagliate a piccoli dadini.

Lasciate cuocere, mescolando, per 5 minuti e poi aggiungete i funghi tagliati a fettine. Infarinate le fettine di carne.

Regolate di sale e cuocete per altri 5 minuti, quindi togliete gli ortaggi dal tegame di cottura e metteteli da parte.

Nel loro fondo di cottura mettete le fettine di vitello in precedenza passate nella farina di riso; lasciatele rosolare da entrambi i lati, regolate di sale e rimettete nel tegame gli ortaggi messi da parte e cuocete per altri 2 minuti.

Infine, servite il tutto in tavola guarnendo con la scorza grattugiata del limone biologico e spolverizzate con il pepe nero.

Le vostre scaloppine di vitello sono pronte e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spezzatino di cervo

Spezzatino di cervo, un secondo tradizionale e rustico

Spezzatino di cervo, un piatto tradizionale e rustico Lo spezzatino di cervo è un secondo piatto che appartiene alla tradizione più rustica della cucina italiana. D’altronde si base su una carne...

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio, un classico secondo a base...

Triglie al cartoccio, una ricetta semplice e gustosa Le triglie al cartoccio sono un secondo piatto di pesce molto semplice e tutto sommato classico, che punta ad offrire sapori suggestivi. A fare...

Coquilles St. Jacques

Coquilles Saint Jacques ai funghi, un piatto ai...

Coquilles Saint Jacques, una preparazione di alta cucina Le Coquilles Saint Jacques ai funghi sono una ricetta della cucina francese. Possono essere considerati come un secondo di pesce o un...

Pernice rossa con uva e polenta

Pernice rossa con uva e polenta, un secondo...

Pernice rossa con uva e polenta bianca, una lista di ingredienti diversa dal solito La pernice rossa con uva e polenta è una di quelle ricette ascrivibili alla categoria “gourmet”, ma allo...

Petto di piccione con gamberi

Petto di piccione con gamberi, un secondo agrodolce

Petto di piccione con gamberi e salsa di frutti di bosco, un piatto gourmet adatto a tutti Il petto di piccione con gamberi e salsa di frutti di bosco è un secondo che vi lascerà stupefatti....

Polpettone con pioppini e porri

Polpettone in crosta con pioppini e porri, singolare

Polpettone in crosta con pioppini e porri, connubio tra carne e frutta secca. Il polpettone in crosta con pioppini e porri è un secondo piatto molto particolare, sia per l’impatto visivo che per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


29-01-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti