bg header
logo_print

Ravioli con pomodori datterini, un primo delizioso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

ravioli tondi con pomodori datterini
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 40 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (4 Recensioni)

Ravioli con pomodori datterini, un primo equilibrato e saporito

I ravioli con pomodori datterini sono un primo piatto che ripercorre la più verace tradizione italiana. Si fanno apprezzare in primo luogo per l’aspetto, esaltato dal rosso dei pomodorini e dalle tonalità chiare dei ravioli. Il sapore, poi, è davvero straordinario, valorizzato da un ripieno aromatico che non si basa sulla carne. Il procedimento, poi, non è complesso, ma solo un po’ lungo. D’altronde per realizzare una buona pasta fresca ci vuole tempo.

Per l’occasione vi invito a scegliere tra due approcci: uno decisamente tradizionale, che vi permette di realizzare dei perfetti ravioli tondi e un altro un po’ esotico, che dà vita a dei deliziosi ravioli verdi, di carattere prettamente orientale. In ogni caso potete adeguare le ricette alle esigenze dei celiaci, basterà utilizzare farine alternative senza glutine. Le più utilizzate, quando si tratta di preparare la pasta fresca, sono la farina di riso e quella di mais, che compaiono spesso in coppia.

Ricetta ravioli con pomodori datterini

Preparazione ravioli con pomodori datterini

Per i ravioli con pomodori datterini vi consiglio di seguire la ricetta dei ravioli verdi oppure la ricetta dei ravioli tondi per preparare i ravioli in casa. Il risultato è in ogni caso straordinario, ma ovviamente diverso. Una volta preparati i ravioli, passate al ripieno. In una terrina, mescolate per bene tutti gli ingredienti, ed aggiungete il timo lavato ed asciugato. Infine farcite i ravioli con il ripieno così ottenuto. Passate poi al condimento tostando per pochi minuti i semi di zucca in una padella antiaderente.

Nel frattempo, dividete a metà i datterini e fateli scaldare in un tegame capiente con qualche cucchiaio d’olio. Aggiustate di sale e di pepe, quindi aggiungete qualche foglia di basilico fresco spezzettata e mescolate. Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata. Quando saranno pronti, scolateli e spadellateli con il condimento per un paio di minuti. Infine, serviteli con un’abbondante spolverata di Parmigiano Reggiano, con i semi di zucca tostati e qualche foglia di basilico.

Per i ravioli:

Per il ripieno:

  • 1 confezione di Exquisa Fiocchi di Latte Senza Lattosio,
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano o Grana Padano,
    1 uovo,
  • 1 rametto di timo,
  • q. b. di sale e di pepe.

Per il condimento:

  • 300 gr. di pomodorini datterini,
  • qualche foglia di basilico,
  • 30 gr. di semi di zucca,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale e di pepe.

Le proprietà dei semi di zucca

Il vero punto di forza dei ravioli con pomodori datterini è il ripieno. Si tratta di un ripieno che rispecchia fedelmente i dettami della cucina italiana, ma che allo stesso tempo appare sui generis, infatti è del tutto assente l’elemento di carne. Troviamo nello specifico, l’uovo, il formaggio grattugiato, il timo, il sale, il pepe, i fiocchi di latte e i semi di zucca. Proprio questi ultimi impattano in maniera decisa sul risultato finale. Vale dunque la pena parlare dei semi di zucca, che riservano molte sorprese dal punto di vista nutrizionale e del gusto. Tanto per cominciare, i semi di zucca non possono essere consumati così come sono ma vanno tostati. Per farlo, basta passarli per qualche istante in una padella antiaderente. Solo in questo modo risultano commestibili, gradevoli al palato e in grado di interagire con gli altri ingredienti.

Per quel che concerne l’apporto nutrizionale, spicca l’abbondanza di acidi grassi benefici, appartenenti soprattutto alla serie omega 3, che fanno bene al cuore e aiutano ad abbattere il colesterolo cattivo. Il sapore aromatico dei semi di zucca valorizza inoltre il sapore corposo del formaggio grattugiato. A tal proposito potete utilizzare il Parmigiano o il Grana Padano, purché siate consapevoli delle differenze sul gusto. Entrambi sono comunque molto nutrienti in quanto contengono le sostanze nutritive del latte in una forma più concentrata. Si trovano dunque abbondanti dosi di proteine, vitamina D (che giova al sistema immunitario) e soprattutto calcio, che fa bene alle ossa. L’apporto calorico è in entrambi i casi piuttosto alto, ossia sulle 400 kcal per 100 grammi.

Ravioli tondi con pomodori datterini

Un focus sui pomodori datterini

Tra gli ingredienti principali di questi ravioli spiccano i pomodori datterini. Questa varietà di pomodori spicca per le dimensioni contenute, per il bel colore rubino e per un sapore tendente al dolce e all’acidulo. La buccia è molto sottile e viene conservata sempre. Si tratta di un dettaglio non da poco, se si considera che gli elementi nutritivi si accumulano proprio nella buccia. I pomodori datterini apportano ottime dosi di vitamina C e di vitamina A, che giova alla vista.

I pomodori datterini apportano anche discrete quantità di sali minerali, tra cui spicca il potassio. Inoltre contengono anche la luteina e il licopene, sostanze responsabili del colore rosso e capaci di esercitare una funzione antiossidante, che aiuta l’organismo a prevenire il cancro e a rallentare l’invecchiamento. L’apporto calorico dei datterini, infine, è minimo, come tutte le altre varietà di pomodoro.

Come preparare i ravioli fatti in casa?

Nei ravioli con pomodori datterini i ravioli sono fatti a casa. Per quanto concerne la preparazione dei ravioli vi rimando alle relative ricette, che trovate in fase di preparazione. Sappiate però che il procedimento non è complicato, ma solo un po’ lungo. Scegliete liberamente, ma siate consapevoli delle differenze sotto l’aspetto del gusto. Per esempio, i ravioli verdi integrano gli spinaci nel loro impasto, che aggiungono un tocco aromatico e allo stesso tempo amarognolo.

Più semplice è la preparazione dei ravioli tondi, almeno per quanto concerne la gestione degli ingredienti: oltre alla farina, troviamo le uova, l’olio e il sale. La parte più delicata è creare la forma, che è abbastanza sui generis per il formato “raviolo”. Di base è necessario un minimo di manualità, ma se seguirete la ricetta potrete comunque raggiungere un ottimo risultato. La ricetta funziona con qualsiasi tipo di raviolo e qualsiasi tipo di farina, dunque avete comunque un discreto margine di discrezione in merito.

Ricette di ravioli ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

1 commento su “Ravioli con pomodori datterini, un primo delizioso

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...