Risotto giallo con uva e pistacchi: un'”insolita” prelibatezza, tutta da provare!

Tempo di preparazione:

Risotto giallo con uva e pistacchi: per chi non vuole il solito risotto!

Siete alla ricetta di un piatto diverso dal solito risotto? A prescindere dal fatto che siate vegetariani o dei palati fini, che difficilmente si accontentano di mangiare pietanze di cui oramai si è fatto uso e abuso, la ricetta del Risotto giallo con uva e pistacchi potrebbe essere una soluzione che può fare al vostro caso.

Si tratta di un primo piatto molto gustoso e arricchito di tanti componenti che assicurano un apporto calorico di grande spessore per il nostro corpo, a tal punto che può essere tranquillamente preparato per essere gustato come piatto indipendente.

Ma se avete l’esigenza di creare una cena sostanziosa con degli ospiti d’eccezione, il nostro Risotto giallo con uva e pistacchi può essere tranquillamente inserito all’interno di un menù a base di verdure o, se desiderate, a base di carne.

I tempi medi per la realizzazione di questa ricetta si aggirano intorno ai 30-40 minuti. Il Risotto giallo con uva e pistacchi dal punto di vista promozionale può essere considerato un pasto completo perché al suo interno racchiude tante sostanze utili per soddisfare il fabbisogno di calorie del nostro organismo: carboidrati, grassi, fruttosio, glucosio, proteine, vitamine, fosforo, sodio. I suoi ingredienti si trovano facilmente in qualsiasi stagione recandovi presso qualunque ipermercato. I costi per realizzare questa ricetta sono medi.

Uva rosata: le sue proprietà nutrizionali

L’uva rosata ci offre un concentrato di sostanze molto importanti per il benessere del nostro organismo. Al suo interno troviamo una grande quantità di zuccheri, acidi organici, sali minerali come fosforo, calcio, potassio, ferro, magnesio, manganese, coloro, arsenico, iodio, silicio. A questi si aggiungono le vitamine A, quell’appartenente al gruppo B e C.

Le caratteristiche salutari dell’uva rosata sono di grande aiuto per coloro i quali sono affetti da anemia o spossatezza. Soccorrono anche le persone alle prese con artrite, gotta, uricemia, malattie della pelle, vene varicose. Le sue proprietà fanno dell’uva rosata un frutto in prima linea nella lotta al cancro.

Al suo interno sono contenute tante sostanze antiossidanti che contrastano la proliferazione dei radicali liberi che possono attaccare i nostri tessuti generando cellule tumorali. L’uva rosata garantisce un maggior equilibrio dell’attività intestinale e può diventare un valido alleato per chi soffre di stitichezza.

Grazie alle sue proprietà, inoltre, nulla rosata diventa un importante antinfiammatorio naturale ed essendo composto di una buona parte di acqua, produce degli effetti disintossicanti e diuretici per il nostro organismo. È in grado di impedire l’ossidazione del colesterolo cattivo contenuto nel nostro sangue, evitando, in questo modo che l’attività cardiovascolare possa essere danneggiata. Il consumo di uva rosata deve essere limitato soprattutto da coloro i quali sono affetti da diabete, considerato il livello di zuccheri abbastanza sostenuto che è in grado di offrire.

Ed ecco la ricetta del Risotto giallo con uva e pistacchi

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr. di riso arborio semintegrale
  • 20 acini di uva rosata
  • 2 cucchiai di pistacchi sbucciati
  • 2 scalogni piccoli
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 bustina di zafferano
  • q.b. brodo vegetale
  • q.b. sale

Preparazione:

Sbucciate e affettate finemente gli scalogni. Versate in un bicchiere un mestolo di brodo e fate sciogliere lo zafferano.

Fate  appassire nell’olio caldo, quindi unite il riso, mescolate per 1-2 minuti e versate un mestolino di brodo bollente, versandone altro man mano che viene assorbito dal riso.

Fate cuocere per circa  15 minuti, poi aggiungete gli acini d’uva tagliati a metà e privati dei semi. Aggiungete anche il brodo con lo zafferano. Aggiustate di sale.

Quando il riso è cotto spegnete e mantecate con dell’olio, servite una spolverata di pistacchi tritati

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *