Il gelato di qualità che fa bene alla silhouette

Tempo di preparazione:

Per non mettere a rischio il peso forma (e non solo!), possiamo contare su un gelato di qualità

Il gelato artigianale è un gelato di qualità, ma anche un’ottima scelta per la salute, per la silhouette e per il palato. Tuttavia, bisogna stare attenti e imparare a riconoscere il migliore, ovvero quello preparato attraverso le lavorazioni più idonee e con gli ingredienti più qualitativi. Pertanto, non basta leggere la parola “artigianale”: bisogna ricercare qualche dettaglio e requisito in più.

A questo proposito, sappiate che la prima regola per parlare di un buon gelato di qualità consiste nel mangiarlo non appena viene messo nel banco frigo. Chiaramente, non possiamo sapere con certezza quando è stato preparato il gelato. Potremo anche chiederlo, ma non è detto che ci venga detta la verità! Tuttavia, assaporarlo quando la sua consistenza risulta morbida è sempre una buona idea: quando viene messo sul banco frigo e per le successive 7 ore (circa), il gelato è più morbido e facilmente digeribile.

Gelato artigianale o industriale? Anche le gelaterie possono farci brutti scherzi…

Come abbiamo detto, il gelato di qualità, quello che ci nutre e che fa bene alla linea, è artigianale. Tuttavia, prestare attenzione è importante proprio perché alcuni prodotti in vaschetta che troviamo al supermercato possono essere artigianali, mentre non tutti quelli presenti nelle gelaterie sono preparati in loco, con ingredienti freschi e di qualità. Perciò, sarà importante “studiare” una gelateria prima di entrarci e leggere le etichette dei prodotti confezionati.

Generalmente, il gelato artigianale è composto da una buona parte di latte fresco e contiene molti meno grassi rispetto a quello industriale. In quest’ultimo, tra l’altro, una percentuale del contenuto lipidico si concretizza spesso in grassi idrogenati, nocivi per l’organismo. Inoltre, solitamente, il gelato industriale viene preparato con latte normale miscelato con latte in polvere, e propone un’elevata percentuale di aria, incamerata durante la mantecatura, che può causare gonfiore addominale.

Altri consigli per la scelta di un gelato di qualità che faccia bene al palato, alla linea… e all’organismo!

Con queste consapevolezze, sicuramente potrete scegliere un gelato di qualità con una maggiore sicurezza. Tuttavia, ricordatevi sempre che, ovviamente, la vera qualità si riconosce dalle materie prime utilizzate. A questo proposito, il consiglio da seguire quando vi trovate in gelateria è di non puntare sui gusti dai colori troppo “finti” o eccessivamente accesi, che potrebbero contenere coloranti. Un’altra indicazione da tenere a mente consiste nello scegliere i gusti in base alla stagione

Naturalmente, se in autunno chiediamo ad esempio il gelato alla fragola, non potremo mai mangiare un prodotto preparato con la frutta fresca! È chiaro che questa è la preoccupazione minore, mentre la cosa più importante è sapere in che locale stiamo andando a mangiare. Al giorno d’oggi, possiamo contare su recensioni e su siti web dettagliati, che ci consentono persino di farci un’idea degli ingredienti utilizzati e di scegliere un gelato di qualità, che faccia bene all’organismo e che non metta a rischio la linea. Tuttavia, non dovete fidarvi troppo: provate per credere!

Vuoi imparare a fare un buon gelato? Iscriviti al corso con il Maestro Gelataio Massimiliano Scotti

evento del gelato

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *