Ghiaccioli salati da passeggio : merenda genuina

ghiaccioli salati da passeggio
Commenti: 0 - Stampa

Ghiaccioli salati da passeggio, uno snack sano e divertente per grandi e piccini

L’idea dei ghiaccioli salati da passeggio con formaggio cremoso è nata pensando a quanto è difficile per le mamme – e per noi nonne- fare in modo che i bambini mangino le verdure, specialmente in estate, quando tutto quello che si desidera sono gelati e ghiaccioli! Pensavo proprio ai ghiaccioli quando mi è venuto in mente “E se ne preparassi di salati, con verdure e qualcosa di goloso?”

Un piatto semplice e goloso che può diventare anche piatto unico per pranzi al volo. La sua forma divertente è sicuramente l’ideale se dovete organizzare un compleanno, una merenda a casa o al parco. Non solo per bambini, sono sicura che anche gli adulti ne andranno ghiotti! Questa è una nuova ricetta, tra quelle più creative e divertenti da realizzare, e quando sarà pronta, anche da mangiare!

Una merenda per tutti: intolleranti, adulti e bambini

La pasta sfoglia è un elemento indispensabile in cucina. Ottima sia abbinata ad ingredienti dolci che salati. Certo potete farla da soli, ma è un procedimento molto lungo e complesso: è più semplice e rapido comprarla già pronta.

Ne ho provate tante, di marche diverse, e credo che quella che faccia più al caso mio sia quella Exquisa. Senza grassi idrogenati, senza conservanti, coloranti e senza lattosio. È croccante al punto giusto. Specialmente è buona quanto quella fatta in casa, parola di Nonna Paperina!

ghiaccioli salati da passeggio

Mi sto affidando sempre più spesso alla marca Exquisa, i suoi prodotti sono di grande qualità e sono pensati anche per chi ha particolari intolleranze e non vuole rinunciare alle sfiziosità e al gusto. Come il formaggio cremoso senza lattosio, che contiene meno dello 0,01 gr. di lattosio per 100 gr.

Ed ecco la ricetta dei ghiaccioli salati da passeggio

Ingredienti per 4 persone

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita (io ho utilizzato Exquisa)
  • 500 gr. di agretti
  • 300 gr. di salsiccia
  • 150 gr. di formaggio cremoso Senza Lattosio Exquisa
  • 60 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai d’olio extravergine di oliva
  • 1 tuorlo d’uovo per spennellare
  • q.b. sale
  • q.b. latte consentito

Preparazione

Mondate accuratamente gli agretti, poi tagliate le radici e sciacquate abbondantemente sotto l’acqua corrente. Tritate finemente il rosmarino.

In una padella scaldate un filo d’olio extravergine d’oliva e fate rosolare per bene lo spicchio d’aglio; in questo modo l’olio si insaporirà dando un retrogusto molto saporito. Aggiungete gli agretti, salateli e coprite la padella con un coperchio. Una volta pronti lasciateli raffreddare.

Togliete la salsiccia dal budello, sbriciolatela grossolanamente con le mani e fatela saltare in una padella antiaderente, così non aggiungeremo altri grassi come olio e burro. Insaporitela con il rosmarino tritato e aggiustate di sale.

Quando gli agretti e la salsiccia saranno pronti, metteteli nel boccale del frullatore con il parmigiano, il formaggio cremoso senza lattosio ed azionate finché non otterrete un composto morbido.

Preriscaldate il forno a 180°.

Ora arriva la parte divertente: rivestite una teglia con la carta da forno e ricopritela con un rotolo di pasta sfoglia Exquisa. Stendetela leggermente fino ad ottenere uno strato sottile e ritagliate dei rettangoli di circa 12×8 cm.

Distribuite su ogni rettangolo due cucchiai di composto. Mettete sotto il ripieno uno stecco per ghiacciolo (potete trovarli al supermercato), piegate la pasta e sigillare i bordi dando loro una forma arrotondata. Come quella di un ghiacciolo!

Sbattete il tuorlo di un uovo con un po’ di latte e spennellate i bordi ed il corpo dei vostri ghiaccioli salati e spolverizzateli con il rosmarino tritato. Infornate per circa 20 minuti.

Buon appetito!

5/5 (498 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Wraps con barbabietole e formaggio

Wraps con barbabietole e formaggio, un piatto insolito

Wraps con barbabietole e formaggio per valorizzare le tortillas. Le wraps con barbabietole e formaggio sono un’idea molto interessante per un finger food corposo, ricco di sapore e nemmeno troppo...

Tortillas wrap con spinaci e tacchino

Tortillas wrap con spinaci e tacchino, un’ottima variante

Tortillas wrap, una variante leggera Le tortillas wrap con spinaci e tacchino sono una variante davvero particolare della celebre pietanza messicana. In primis, sono “wrap”, ovvero avvolte su se...

Quesadillas con pollo

Quesadillas con pollo per valorizzare le celebri tortillas

Quesadillas con pollo, un finger food da leccarsi i baffi Le quesadillas con pollo sono uno splendido esempio di finger food messicano. Ne sono anche l’esponente più semplice, visto che rispetto...

Breakfast burrito

Breakfast burrito per una colazione all’americana

Il breakfast burrito, un break tra colazione e pranzo completo Il breakfast burrito, proprio come suggerisce il nome, è la variante della celebre pietanza “tex-mex” pensata per la colazione....

Tacos con arista

Tacos con arista, un secondo messicano-europeo

Tacos con arista, un fast food versione fusion I tacos con arista sono un esempio di preparazione fusion, in quanto mixano elementi della tradizione messicana con elementi della cucina europea. A...

Crocchette di salmone e patate

Crocchette di salmone e patate, un piatto insolito

Crocchette di salmone e patate dolci, particolari Le crocchette di salmone e patate dolci sono preparazioni di rosticceria sui generis. Si caratterizzano, infatti, per una lista di ingredienti...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-07-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti