Bocconcini pollo e broccoli su polenta di lenticchie

bocconcini di pollo e broccoli
Commenti: 0 - Stampa

Ecco perché provare i bocconcini di pollo e broccoli su polenta di farina di lenticchie!

I bocconcini di pollo e broccoli su polenta di farina di lenticchie sono un piatto coloratissimo e completo che sorprenderà la vostra famiglia e i vostri ospiti. Carne, ortaggi e legumi, infatti, creano una pietanza ricca di nutrienti salutari che potete preparare più volte come piatto unico o secondo piatto. Gli ingredienti sono facilissimi da reperire, soprattutto durante la stagione fredda.

L’ingrediente principale che crea la base di questa ricetta è la polenta di farina di lenticchie. In questa ricetta vi consiglio vivamente di usare quella de La Veronese. Questa marca è una delle migliori opzioni per gli intolleranti al glutine o per chi vuole scegliere prodotti biologici. Dalle farine di legumi a quelle per la polenta, La Veronese permette a tutti di preparare piatti tradizionali e innovativi grazie alle sue proposte salutari e senza rischi.

I broccoli, un ingrediente imprescindibile per la salute

Uno dei vegetali più conosciuti appartenenti alla famiglia delle crocifere sono, senza dubbio, i broccoli. Nonostante il loro odore piuttosto sgradevole durante il momento della cottura, questo ortaggio è un alimento piuttosto amato, soprattutto cucinato al vapore o all’interno di una dieta ipocalorica. Non solo contengono poche calorie ma apportano una vasta gamma di nutrienti fondamentali per il benessere del nostro corpo. Innanzitutto, il contenuto di vitamina C e di betacarotene è molto alto, sostanze che hanno delle ottime proprietà antiossidanti.

Oltre alle vitamine, i broccoli contengono una grande quantità di sali minerali, dal calcio al potassio, dal ferro al magnesio. Questa concentrazione di sostanze benefiche permetterebbero a questo vegetale di avere anche proprietà antitumorali e di salvaguardare la salute dei polmoni. Questi sono tutti motivi per provare la ricetta dei bocconcini di pollo e broccoli su polenta di farina di lenticchie ma anche tante altre che ho proposto sul sito di Nonna Paperina come la pasta con feta, broccoli e capperi o la frittata al forno con broccoli e speck.

bocconcini di pollo e broccoli

Il pollo, la carne bianca più versatile da portare in cucina

La carne di pollo è con tutta probabilità quella più consumata in assoluto. Oltre alla reperibilità, di gran lunga superiore a quella del manzo e del suino, a incidere è il sapore, che è equilibrato e alla “portata” di tutti i palati, Inoltre, la carne di pollo è caratterizzata da una sostanziale morbidezza e da una digeribilità spiccata. Senza contare il valore nutrizionale, che è davvero elevato. Il riferimento è soprattutto alle proteine, che rappresentano il 20% del totale e spiccano per qualità e digeribilità. L’assenza dei grassi, se si esclude la pelle, è un’altro elemento a favore rispetto alle carni rosse. Inoltre, la carne di pollo è ricca di vitamine, sali minerali e contiene discrete dosi di vitamina B5, che aiuta ad alleviare lo stress e supporta le funzioni della ghiandola surrenale.

Il pollo apporta quantità più che discrete di vitamine B2 e B5, che esercitano un impatto positivo sulla salute della cute e sul metabolismo cellulare. Sono, inoltre, alti i livelli di fosforo (quasi al pari del pesce), che agiscono sulle funzionalità cognitive, ma anche su quelle del fegato e dei reni. Discorso simile per il magnesio e il potassio, che tra le altre cose ricoprono una funzione energizzante. A completare il tutto vi è un apporto calorico molto basso, inferiore a quasi tutte le carni attualmente a disposizione, pari a 110 kcal per 100 grammi (pelle esclusa). La carne di pollo si configura, quindi, un alimento da dieta. Anzi, è la carne ideale per chi vuole dimagrire e sostiene regimi alimenti ipocalorici. Da questo punto di vista va preferita alla carne di manzo e di suino. Non sostituisce il pesce, ovviamente, ma coesiste in una prospettiva di dieta equilibrata.

Sarebbe impossibile fare una lista esauriente di tutti i piatti tradizionali a base di pollo non solo italiani ma anche internazionali. Questa carne, infatti, viene utilizzata in tutte le parti del mondo, grazie alle sue caratteristiche versatili che gli permettono di essere un ingrediente prezioso per tantissimi tipi di ricette. Il pollo è una carne bianca che può essere utilizzata in abbinamento con una vasta gamma di ingredienti, permettendo la creazione di un’infinita varietà di primi e secondi piatti.

Il pollo, inoltre, è un alimento con pochi grassi e che, come i broccoli, può essere utilizzato nelle diete ipocaloriche, facendo attenzione alla parte utilizzata, al tipo di cottura e di abbinamenti. Non è tutto. Questa carne contiene anche diversi tipi di vitamine, soprattutto quelle del gruppo B, e di sali minerali, come il ferro, lo zinco, il magnesio e il fosforo. Oltre ai bocconcini di pollo e broccoli su polenta di farina di lenticchie potete preparare tantissimi altri piatti. Fra i miei preferiti a livello internazionale, ad esempio, ci sono il pollo tikka masala o il pollo alla messicana

Ed ecco la ricetta dei bocconcini di pollo e broccoli su polenta di farina di lenticchie

Ingredienti per 6 persone:

  • 300 gr. di farina di lenticchie La Veronese
  • 1,2 lt. di acqua
  • 1 foglia di alloro
  • 200 gr. di sedano, carote e cipolle
  • 1 rametto di rosmarino
  • 600 gr. di petto di pollo
  • 100 gr. di polpa di pomodoro
  • 300 gr. di broccoli
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Cucinate i broccoli in acqua salata, raffreddarteli in acqua e ghiaccio e scolateli.

Tagliate il sedano, carote e cipolle a julienne, farteli brasare in una casseruola con olio e rosmarino, aggiungete il pollo tagliato a pezzetti, la polpa di pomodoro, salate, pepate, cuocete per 20 minuti e unite i broccoli.

Portate a bollore l’acqua con la foglia di alloro, salate, unite la farina di lenticchie setacciata e cuocete per 30 minuti.

Versate la polenta nei piatti di portata, adagiate il pollo e i broccoli e completate con il prezzemolo tritato.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con La Veronese

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Petto di piccione in manto di verza

Petto di piccione in manto di verza, un...

Petto di piccione in manto di verza e salsa di mais, un piatto raffinato Il petto di piccione in manto di verza e salsa di mais è un secondo molto corposo. D’altronde, lo si evince dalla lista...

Spezzatino di cervo

Spezzatino di cervo, un secondo tradizionale e rustico

Spezzatino di cervo, un piatto tradizionale e rustico Lo spezzatino di cervo è un secondo piatto che appartiene alla tradizione più rustica della cucina italiana. D’altronde si base su una carne...

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio, un classico secondo a base...

Triglie al cartoccio, una ricetta semplice e gustosa Le triglie al cartoccio sono un secondo piatto di pesce molto semplice e tutto sommato classico, che punta ad offrire sapori suggestivi. A fare...

Coquilles St. Jacques

Coquilles Saint Jacques ai funghi, un piatto ai...

Coquilles Saint Jacques, una preparazione di alta cucina Le Coquilles Saint Jacques ai funghi sono una ricetta della cucina francese. Possono essere considerati come un secondo di pesce o un...

Pernice rossa con uva e polenta

Pernice rossa con uva e polenta, un secondo...

Pernice rossa con uva e polenta bianca, una lista di ingredienti diversa dal solito La pernice rossa con uva e polenta è una di quelle ricette ascrivibili alla categoria “gourmet”, ma allo...

Petto di piccione con gamberi

Petto di piccione con gamberi, un secondo agrodolce

Petto di piccione con gamberi e salsa di frutti di bosco, un piatto gourmet adatto a tutti Il petto di piccione con gamberi e salsa di frutti di bosco è un secondo che vi lascerà stupefatti....


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


10-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti