Salamoia bolognese: un tradizione da riscoprire

Tempo di preparazione:

Un trionfo di aromi

La salamoia bolognese è un condimento tradizionale molto apprezzato. Perfetto per insaporire la carne e il pesce alla griglia, è anche adatto agli intolleranti al lattosio e ai celiaci. Preparare la salamoia bolognese significa fare un salto indietro nel tempo nelle cucine delle nonne emiliane. Qui non poteva mai mancare un vasetto di salamoia bolognese, nota anche come aglione.

La versatilità di questo condimento è uno dei suoi punti forti! Ora bando alle chiacchiere, perché è arrivato il momento di scoprire le proprietà dei suoi ingredienti.

Proprietà della salvia, una pianta conosciuta fin dall’antichità

La salvia non è una pianta come tutte le altre. Conosciuta e apprezzata fin dall’antichità, ha un nome che “parla” da solo. La parola salvia deriva infatti dal latino salvus, che significa sano! Fantastico, vero? Certo che lo è! Per quel che concerne le proprietà, è bene far riferimento all’efficacia antinfiammatoria, balsamica e digestiva.

La salvia, inoltre, è considerata un valido rimedio naturale per combattere gli effetti fisici della menopausa, in particolare i colpi di calore. Alleata della memoria, la salvia è particolarmente indicata in caso di esaurimento nervoso o eccessiva stanchezza fisica.

Viva il pepe nero, termogenico naturale

La natura ci fa tantissimi regali speciali. Alcuni di questi li troviamo tra gli ingredienti della salamoia bolognese. Come non citare infatti il pepe nero, ottimo termogenico naturale? La sua efficacia è nota da secoli. Non è un caso che si parli del pepe nero come di uno dei punti di riferimento della medicina ayurvedica per quanto riguarda la risoluzione dei problemi del metabolismo e della digestione.

Il pepe nero, grazie alla presenza di piperina, una sostanza classificata come alcaloide, favorisce l’assorbimento dei nutrienti. In questo modo è possibile trarre il massimo dai cibi che si assumono.

In caso di gastrite o ulcera, è il caso di contenerne il consumo o di sospenderlo del tutto. Negli altri casi va benissimo!

Se consideriamo poi che è un cibo afrodisiaco, la cosa si fa molto più interessante! Ora è il momento di andare in cucina e preparare questo semplice condimento.

Vi assicuro che sarà un alleato fantastico delle vostre ricette! Averne un po’ di vasetti in dispensa vi aiuterà a cavarvela meglio quando dovrete presentare in tavola un piatto di carne o un nutriente e gustoso secondo a base di pesce. Cosa aspettate? La preparazione è semplicissima!

La salamoia bolognese si conserva per circa 3 mesi in un vaso a chiusura ermetica.

Salamoia bolognese

  • 500 gr. di sale grosso
  • 40 gr. di rosmarino
  • 40 gr. di salvia
  • 1 foglia di alloro
  • 2 spicchi d’aglio
  • qualche grano di pepe nero

Preparazione

Lavate ed asciugate le erbe aromatiche e stendetele su di un canovaccio ad asciugare

Versate tutti gli ingredienti nel bicchiere del frullatore e azionate alla massima potenza in modo da ottenere un trito fine. Potete anche pestare il tutto  con il mortaio

Foderate una teglia di carta forno i vassoi dell’essiccatore e versate il trito

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *