Uno dei sughi più amati ? Il ragù alla bolognese!

ragu alla bolognese

Il ragù alla bolognese per un ottimo pranzo domenicale!

Il ragù alla bolognese insieme alla pasta, come primo piatto, si rivela una pietanza semplice ma ricca di gusto, che unisce il sapore delle spezie con quello di una pregiatissima carne macinata, servita su di un letto di un sughetto saporito e corposo, perfetto da servire per un pranzo in famiglia o anche ad una semplicissima serata tra amici.

Se amate destreggiarvi tra i fornelli, sappiate che questa ricetta può essere realizzata in pochissimo tempo ed è facilissima da preparare. Ma prima di svelarvi come va preparata, andiamo a dare un’occhiata a quali sono i valori nutritivi degli ingredienti e non solo… Dalla carne di manzo ben scelta e macinata nel modo giusto, al pomodoro e agli altri ingredienti, ogni singolo ingrediente può decisamente fare la differenza a tavola!

Ecco quello che dovreste sapere su questo magnifico sugo…

Vi sembrerà assurdo e scontato, ma il ragù è un sugo molto semplice da preparare, anche se in realtà, i sapori e le preparazioni tradizionali ci impongono di dedicare ad esso non solo una valida selezione di ingredienti, ma anche molto tempo. Chi di voi non ha mai visto la propria nonna dilettarsi in cucina tra un mestolo ed un altro? Ecco, in quei ricordi sono nascosti i segreti per la preparazione di questo condimento tanto amato e diffuso.

ragù alla bolognese

Oggi tocca a voi dilettarvi in cucina e, con alcune piccole dritte, non sarà difficile preparare il vostro ragù alla bolognese. Bisognerà scegliere la carne giusta, non troppo magra, fresca e di qualità. Grazie alla carne di manzo, potrete godere di un ottimo apporto di proteine e vitamine, nonché di una discreta quantità di lipidi che al nostro corpo servono, anche se non dobbiamo esagerare. Insieme agli altri ingredienti di origine vegetale e non, questo sugo vi regalerà energia e, certamente, anche tanta soddisfazione.

Una volta pronto, potrete abbinarlo al tipo di pasta fresca che più preferite, oppure fatta in casa seguendo alcune delle mie ricette. Per gli intolleranti al glutine, ci sono tantissime tipologie di pasta tra le quali potrete scegliere e vi assicuro che il vostro primo resterà comunque delizioso e impareggiabile! Per portare in tavola questa ricetta, andremo ad utilizzare anche il latte, che serve a rendere il condimento ancora più corposo. Pensate che nell’antichità, si usava un cucchiaio di strutto!

Altri suggerimenti per la preparazione del ragù alla bolognese

Se siete intolleranti al nichel, sappiate che io utilizzo le pentole Ballarini ogni volta che preparo questo sugo. Infatti, sono studiate per offrire una cottura più sana e presentano un rivestimento e una composizione molto più sicura e ideale per chi ha a che fare ogni giorno con questo tipo di problematiche.

A questo punto, è arrivato il momento di capire esattamente come preparare il ragù alla bolognese. Una volta pronto, potrete assaporarlo subito o conservarlo in un recipiente di vetro in frigo e mangiarlo il giorno dopo, oppure congelarlo a seconda delle esigenze che avete. Ed ora basta con le chiacchiere: armiamoci di mestoli, ingredienti di qualità e mettiamoci all’opera!

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr di polpa di manzo scelta macinata
  • 150 gr di pancetta fresca macinata
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • erbe aromatiche a piacere
  • 60 gr di triplo concentrato di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • 1/2 bicchiere di latte intero consentito
  • 1/2 bicchiere di brodo di carne
  • q.b. sale fino e pepe nero

Preparazione

Pelate la cipolla e la carota. Tagliate a dadini piccoli. Lavate il sedano, togliete le foglie e tagliate a dadni piccoli. Tagliate la pancetta a dadini piccoli. Lavate, asciugate e tritate le erbe aromatiche.

Versate in una casseruola 3 cucchiai di olio e fate soffriggere le verdurine e le erbe aromatiche Aggiungete la pancetta e la polpa e lasciate tostare bene. Alzate la temperatura e aggiungete il vino. Lasciate cuocere a fiamma alta fino a quando il l’alcol non sarà evaporato e poi abbassate al minimo, coprite e lasciate cuocere per almeno 3 ore.

Controllate di tanto in tanto e se si dovesse asciugare aggiungete un mestolo di brodo caldo. Trascorso il tempo aggiungete il latte e proseguite la cottura per un’altra mezz’ora  circa. A fine cottura aggiustate di sale e pepe.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pesto di aglio orsino

Pesto di aglio orsino, un’ottima variante da gustare

Usi e differenze del pesto di aglio orsino Oggi vi propongo il pesto di aglio orsino, un pesto diverso dal solito, sebbene vi siano dei punti in comune per quanto concerne il procedimento. Le...

Kasundi

Kasundi, una salsa indiana speziata al punto giusto

Il kasundi, l’intingolo indiano dalla sensibilità mediterranea Il kasundi è una salsa della cucina indiana. In realtà, con questo termine si indica un insieme di salse. Come ogni ricetta...

Burro al dragoncello

Burro al dragoncello, un’alternativa aromatica

Burro al dragoncello, un condimento per tanti usi Il burro al dragoncello è un’alternativa gradevole al burro classico. Fa parte della categoria dei burri aromatizzati, che apre scenari...

Aceto al dragoncello

Aceto al dragoncello, un sostituto dell’aceto di vino

Le differenze tra l’aceto al dragoncello e l’aceto di vino L’aceto al dragoncello è una gradevole alternativa al classico aceto di vino. E’ una preparazione semplice, che gioca sulla...

Pesto al dragoncello

Pesto al dragoncello, un condimento squisito

Pesto al dragoncello, una gradevole alternativa Il pesto al dragoncello è un’alternativa molto suggestiva rispetto al pesto alla genovese, realizzato con il basilico. Ovviamente gli utilizzi sono...

pesto di melissa

Pesto di melissa, un’alternativa al pesto genovese

Le differenza tra il pesto di melissa e il pesto classico Il pesto di melissa è una gradevole alternativa al pesto classico, quello realizzato con il basilico. La differenza principale, ma certo...

05-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti