Colazioni nel mondo: oggi colazione colombiana

colazione colombiana
Commenti: 0 - Stampa

Il viaggio per scoprire le colazioni prosegue verso il Sud America

Oggi vi proponiamo la colazione colombiana. Paese che vai, “colazione” che trovi! E il paese in cui oggi ho deciso di viaggiare con la mente è la Colombia. Bagnata dal Mar dei Caraibi e dall’Oceano Pacifico, circondata da spiagge caraibiche e attraversata dalla Foresta Amazzonica non mi fa far altro che pensare al profumo suadente dell’estate.

Un’indagine della Win Gallup International Association ha fatto emergere che si tratta del paese più felice del mondo: belle donne, musica, maggior numero di feste nazionali retribuite, sole tutto l’anno…

Ma soprattutto il suo cibo, che affonda le radici in antiche tribù subendo poi le influenze dei conquistadores spagnoli che introdussero nel paese la coltivazione di cetrioli, patate, fagioli, cacao e caffè. È proprio nella colazione colombiana che possiamo vedere e assaporarne gli alimenti chiave.

Colazione colombiana : tutta da scoprire

Ciò che non manca mai sono le arepas, panini rotondi e piatti preparati con una farina di mais simile alla polenta ma più sottile che si trova in negozi alimentari etnici. La arepa può essere mangiata da sola o farcita con formaggio fresco (arepa con quesito).

Il formaggio ideale è quello spalmabile, che in commercio si trova anche senza glutine o lattosio per chi è intollerante ma non resiste alle tentazioni. E se intera vi sta antipatica la potete spezzettare e mischiare a uova, pomodori e coriandolo fresco per preparare uova strapazzate dette migas de arepa.

colazione colombiana ver

Aggiungiamo ora ad arepas e uova fagioli, riso, patate e chorizo (salsiccia) e otterremo il piatto più consumato e completo: il Calentado.

Colazione colombiana : un pasto completo

Immagino che i colombiani siano i più felici del mondo anche perché possiedono quello che molti definiscono il migliore caffè del mondo che viene prodotto nel Triángulo del Café (triangolo del caffè). Viene servito sia tinto, cioè nero, che mischiato con il latte per smorzarne il forte sapore. Se siete golosi come me un’altra bevanda irrinunciabile è la cioccolata calda (chocolate caliente) preparata spesso con latte di cocco e speziata con la cannella.

I clima tropicale, soleggiato e umido, regala meravigliosi frutti dalle molteplici proprietà. I più comuni e che troviamo anche sui nostri banchi sono il mango, con il quale vengono preparati dissetanti succhi e frullati, l’avocado, il prezzemolino colombiano che accompagna sia piatti dolci che salati, e le banane, ricche di potassio e spezzafame.

Dopo uno sguardo alla colazione marocchina e egiziana , alla colazione giapponese e alla colazione colombiana chissà quale sarà la prossima tappa in giro per il mondo!! Seguitemi e lo scoprirete

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

23-09-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti