Tartelletta di papaya con gelee di mango

Tartelletta di papaya con gelee di mango
Commenti: 0 - Stampa

Tartelletta di papaya con gelee di mango: un piatto per sorprendere tutti e preparatevi a festeggiare domani il Ferragosto in allegria

Oggi vi voglio aiutare a sorprendere i vostri ospiti con un piatto davvero speciale. Di cosa si tratta? Della Tartelletta di papaya con gelee di mango e gelato al frutto della passione. Come vedete il mix di ingredienti è davvero unico. Siamo davanti a un concentrato di benefici a dir poco speciale, che rende questo piatto non solo una buona occasione per fare bella figura a tavola,  ma anche un vero e proprio elisir di salute. Vediamo assieme perché.

Papaya, un frutto dalle numerose qualità

Entrare nel vivo delle caratteristiche di questo piatto vuol dire porre l’accento sui benefici della papaya, un frutto dalle straordinarie proprietà. In primo piano troviamo l’alto contenuto di acqua. Questo la rende una soluzione molto valida per chi vuole perdere peso in maniera naturale. La papaia, inoltre, è ricchissima di antiossidanti. Queste sostanze la rendono una delle soluzioni migliori per contrastare l’invecchiamento.

La Papaya è un albero con un fusto alto, ma poco ramificato che può raggiungere i 10 metri dal terreno. Il tronco è sottile e morbido, facilmente scalfibile. Tagliandolo, fuoriesce della linfa bianca da cui però bisogna stare alla larga: è infatti tossica per l’uomo al solo contatto con la pelle.

Le ramificazioni si trovano perlopiù in cima, a meno che il tronco non presenti cicatrici: in questo caso è possibile vederne anche ad altezze meno elevate.Le foglie sono large e possono raggiungere i 70 cm di diametro.

Il frutto dell’albero di Papaya può essere di colore verde, giallo, arancione o rosa. Ha una forma oblunga ed una consistenza delicata. Il peso è notevole: infatti il frutto può arrivare anche a pesare quasi 10 kg! Si tratta di casi sporadici, però.

La vasta commercializzazione ha fatto sì che si prediligessero pezzi più facilmente trasportabili e consumabili. Nei mercati, infatti, si trovano esemplari di circa 0.5 kg.

Più il frutto è piccolo, più sarà semplice venderlo. Inoltre, le piante “nane” sono coltivate maggiormente perché sono quelle più produttive.

Gli antiossidanti presenti nella papaya riescono inoltre a tenere sotto controllo la salute del cuore, prevenendo la formazione del colesterolo cattivo LDL. Non c’è dire: si tratta davvero di un super food! In questa tartelletta possiamo provarla assieme ad altri alimenti a dir poco benefici. Scopriamoli assieme!

Le virtù del mango

Il mango, altro ingrediente di questa straordinaria tartelletta, è un frutto fresco e gustoso. Da ricordare, però, è che si tratta di una fonte importantissima di benefici per la salute. In primo piano è possibile trovare la presenza di vitamine. Il mango, però, contiene anche tanti oligoelementi, come per esempio zolfo, potassio e magnesio.

Si consiglia spesso di gustarlo a digiuno, in modo da assimilarne meglio le proprietà nutritive. I suoi benefici riguardano anche la presenza di betacarotene. Questa sostanza contribuisce tantissimo a tenere sotto controllo i radicali liberi. Questo è sinonimo di prevenzione dei tumori e di attenzione alla bellezza della pelle.

Alcuni studi ne hanno sottolineato l’efficacia nella prevenzione del tumore al pancreas. Non c’è che dire: questa tartelletta è una vera delizia e un concentrato di ingredienti sani. Non vi rimane che provare a prepararla. Dopotutto, oltre che gustosissima, è anche adatta ai celiaci e agli intolleranti al lattosio. Piatto davvero versatile, vi permetterà di sorprendere i vostri ospiti non appena la porterete in tavola.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 ml panna consentita,
  • 4 fette di papaya,
  • 2 mango,
  • 2 fogli di colla di pesce,
  • gelato al passion fruit,
  • qualche cucchiaio di sciroppo di agave,
  • fragole e menta per decorare

Preparazione:

Tagliate il mango a pezzetti e frullatelo con lo zucchero liquido fino ad ottenere un composto omogeneo e fatelo scaldare in un pentolino a fiamma moderata; spegnete fatelo intiepidire e aggiungete la colla di pesce precedentemente ammollata e fatela sciogliere con il succo di mango e riponete in frigo il tutto in una ciotola.

A parte montate ben ferma la panna vegetale e unitela al composto di mango, mescolate bene il tutto e disponete la mousse in uno stampo basso rettangolare e riponete in freezer per circa 2 ore.

Disponete al centro di un piatto la fetta di papaya, sopra adagiatevi i cubetti di mousse al mango e una pallina di gelato al passion fruit. Decorate con una fogliolina di menta e una fragola

5/5 (467 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Club Sandwich di cialde con mortadella

Club Sandwich di cialde con mortadella

Un club sandwich speciale. Il Club Sandwich di cialde con mortadella e crema al prezzemolo è una vera passione per mio figlio Stefano, sarà per i suoi tre strati? Per la sua golosità? Non lo so,...

polpette croccanti di pane

Polpette croccanti di pane, piselli e basilico

Tutta l’originalità delle polpette croccanti di pane, piselli e basilico! Queste polpette croccanti di pane, piselli e basilico rompono il mito secondo il quale esse debbano, per antonomasia,...

torta salata con ortiche e nocciole

Torta salata con ortiche e nocciole, una vera...

Una torta salata indimenticabile ed adatta a tutti. Questa volta, vi propongo una torta salata con ortiche e nocciole. Sono una grande fan delle torte salate. Ne faccio a bizzeffe, usando sempre...

madeleines con pomodori secchi

Madeleines con pomodori secchi, olive e timo a...

Una merenda morbida e gustosa adatta a tutti Se state cercando una ricetta che sia salata, senza glutine e senza lattosio per una merenda saporita e gustosa, le madeleines con pomodori secchi, olive...

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Una variante fresca e sfiziosa della tradizionale ricetta spagnola Il Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero è una ricetta facile e veloce, che prende spunto dalla zuppa fredda originale...

Sandwiches integrali al salmone,

Sandwiches integrali al salmone e crema di formaggio

Un tuffo nel mondo vegan con i sandwiches integrali al salmone Sandwiches integrali al salmone e crema di formaggio. Non appena il sole inizia a riscaldare un po’, torna la voglia di stare...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-08-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti