Granita con mango e sedano: il ristoro perfetto

Granita con mango e sedano MarcoMayer

La granita con mango e sedano, dessert a metà strada tra sorbetto e ghiacciolo, rappresenta un modo perfetto di trovare ristoro in occasione di caldo, irritabilità, fame nervosa: non sono pochi coloro che hanno trovato in questa genuina golosità un rimedio perfetto per soddisfare la loro fame ed evitare così di attaccare e svuotare il frigo ogni 30 minuti.

Molto semplice da preparare, questo “dessert congelato” nella sua forma più primitiva, prevede l’utilizzo di pochi ingredienti e di poche operazioni: il processo di creazione è, infatti, molto semplice, ma se a questo aggiungiamo l’accostamento di ingredienti impensabili come quello tra mango e sedano il risultato è ancor più straordinario.

Granita con mango e sedano: straordinaria miniera di proprietà nutritive

Il mango è uno dei frutti oggi giorno più popolari, visto che, dal punto di vista nutrizionale, è estremamente ricco ed ha un sapore unico. La sua fragranza ed il suo gusto si uniscono a proprietà che lo rendono numero uno tra i “nuovi alimenti” tanto da poterlo etichettare come super frutto.

La granita con mango e sedano, rappresenta, proprio per via della presenza del mango, un’ottima fonte di vitamina A e flavonoidi come beta-carotene, alfa-carotene e beta-criptoxantina. Basti pensare che 100 g di questo frutto forniscono il 25% dei livelli di vitamina A giornaliera, ottimo se si pensa alle proprietà antiossidanti essenziali per la buona visione, per la salute della pelle ed a quelle antitumorali possedute da questa vitamina.

Il mango fresco rappresenta altresì una buona fonte di potassio: 100 g di questa frutta forniscono 156 mg di potassio e soli 2 mg di sodio. Il potassio è una componente importante perché aiuta il controllo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

Questa granita, sempre per via della presenza del mango, è anche una buona fonte di vitamina B6 (piridossina), di vitamina C e di vitamina E.

Perché proprio il sedano?

Perché venga impiegato per la preparazione di questa golosa granita proprio il sedano è presto detto: il suo sapore non è dolce, anzi, va sull’amarostico e l’acre.

Quale migliore occasione se non quella di abbinarlo al mango, noto per il suo sapore dolcissimo e goloso, che lo rende, per l’effetto, principale protagonista di succhi dei frutta di ogni genere venduti ormai un po’ dappertutto.

La granita con mango e sedano ha un valore eccellente dal punto di vista nutrizionale: alle proprietà del mango sopra descritte si aggiungono quelle di questo ortaggio dai mille impieghi, consigliato, in particolare, a chi soffre di ritenzione idrica e problemi intestinali.

Regolatore della pressione e povero di calorie, il sedano – e quindi questa granita – può essere consumato proprio da tutti.

La centrifuga è un elettrodomestico immancabile e insostituibile nella mia cucina, ha solo lo svantaggio, se cosi si puo’ dire,  che va pulita e produce scarti.  Si smonta e si rimonta facilmente e gli scarti possono essere riutilizzati in molti modi. Non sprecare nulla degli alimenti è fondamentale.

Ingredienti per 4/6 persone

100 ml di centrifugato di sedano
100 gr di purea di mango
100 ml di acqua naturale
30 ml di succo concentrato di mangostano
30 gr di bacche di ribes disitradate

Preparazione

Lavate bene il sedano e centrifugatelo. Pelate, tagliate a metà per togliere il grosso nocciolo e riducete in purea il mango

Mescolate tutti gli ingredienti. Versateli in un contenitore con chiusura ermetica. Mettete in congelatore. Di tanto in tanto rompere i cristalli di ghiaccio con una frusta, fino a quando la granita sarà completamente solida. Servire in bicchieri o coppette.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *