bg header
logo_print

Granita alla mela verde e sambuco, un dessert rinfrescante

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

granita mela verde e sambuco
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (8 Recensioni)

Granita alla mela verde e sambuco, un dessert senza usare la macchina del gelato

La granita alla mela verde e sambuco è il dessert perfetto per l’estate. E’ gustoso, rinfrescante, salutare e bello da vedere, il ché non guasta se si considera il tenore conviviale delle occasioni in cui si consumano le granite. Inoltre è facile da realizzare in quanto non richiede la macchina del gelato, ma solo la centrifuga e un normalissimo congelatore. Certo, la lista degli ingredienti è particolare e di tanto in tanto punta sull’esotico, ma non contiene niente di irreperibile. La protagonista della ricetta, il cui sapore emerge in maniera preponderante, è la mela verde. Rispetto alla mela rossa spicca per il sapore un po’ più acidulo e meno dolce.

Sul piano nutrizionale vanta una quota inferiore di zuccheri, una dose maggiore di fibre e molto più betacarotene, una sostanza che aiuta il corpo ad assorbire la vitamina A (preziosa soprattutto per gli occhi). Per il resto il profilo nutrizionale della mele verde è identico a quello delle altre varietà. Contiene tanta vitamina C (che ottimizza le difese immunitarie), potassio e pectina, una speciale fibra che non si limita a giovare all’apparato digerente, ma supporta anche il cuore.

Ricetta granita alla mela verde

Preparazione granita alla mela verde

Per preparare la granita alla mela verde e sambuco iniziate proprio dalle mele verdi. Selezionate solo quelle mature e centrifugatele insieme ai datteri. Versate il centrifugato in una terrina e scioglieteci il cam camu. Quando la polvere è ormai del tutto sciolta (fate attenzione alla formazione di grumi), aggiungete il succo di sambuco e il succo di noni.

Mettete a congelare. Di tanto in tanto rompete i cristalli di ghiaccio mescolando con una frusta da cucina, fino a quando la granita non sarà completamente solida. Raschiate la granita con un cucchiaio e distribuite in bicchieri o coppette. Decorate con bacche di sambuco fresco, datteri gialli a spicchi e fettine di mela verde.

Ingredienti granita alla mela verde

  • 100 ml di succo di mela verde
  • 100 ml. di succo di datteri bahri
  • 50 ml di succo di sambuco
  • 5 gr. di polvere di camu camu
  • 10 ml. di succo di noni.

Qualche info sui datteri bahari

Tra gli ingredienti più particolari di questa granita alla mela verde e sambuco spicca il succo di datteri bahri. Con questo termine si intende una varietà molto interessante di datteri, apprezzata in cucina ma anche per il consumo a crudo. Il tratto distintivo della varietà bahri è l’estrema dolcezza, che ha poco a che vedere con quella degli altri datteri. Inoltre sono molto grandi e morbidi, dunque da essi si ricava abbondante succo. In occasione di questa ricetta i datteri compaiono sotto forma di succo e svolgono un ruolo fondamentale in quanto dolcificano la preparazione.

Per il resto, i datteri vantano un ottimo profilo nutrizionale. Gli zuccheri che contengono non incrementano più di tanto la glicemia, quindi possono essere consumati con relativa tranquillità anche dai diabetici e da chi sta sostenendo delle diete dimagranti. Vi ricordo che alti livelli glicemici aumentano il senso della fame, quindi occorre prestare molta attenzione a questo aspetto.

Le proprietà del sambuco

La lista degli ingredienti della granita alla mela verde prosegue con il succo di sambuco, che viene ricavato dai fiori della pianta. Il sambuco è una pianta apprezzata in cucina in quanto è intensa, acidula e allo stesso tempo rinfrescante. Risulta anche versatile, soprattutto se accompagnata da altri ingredienti acri, come il limone. Vista la forte componente aromatica, è bene non esagerare con le dosi. Per questa ricetta bastano 50 ml. di succo di sambuco, ovvero la metà della dose necessaria di succo di mela e di succo di datteri.

Ad ogni modo, al succo di sambuco, vengono riconosciuti tutti i pregi della pianta. Dunque, può essere considerato come un presidio della medicina naturale. Il riferimento è alla capacità espettorante e diaforetica, termini complessi che indicano fenomeni funzionali per contrastare il raffreddore, la febbre e le affezioni varie delle alte vie respiratorie. Non è un caso che i fiori di sambuco, oltre che sotto forma di succo, vengano consumati anche come infuso.

Cos’è il camu camu?

La granita  alla mela verde e sambuco vanta il contributo del camu camu, una specie vegetale interessante e dal forte carattere esotico. Con questa espressione si intende un arbusto che cresce nelle zone paludose a ridosso della foresta amazzonica tra Brasile, Perù e Colombia. Ovviamente di tale arbusto si consumano le bacche, per giunta ben trattate. Nel caso specifico di questa ricetta vanno utilizzate le bacche in polvere.

Il sapore del camu camu è molto particolare in quanto aspro e quasi amaro, tuttavia è piacevole e rinfrescante. Dal camu camu, però, si apprezzano soprattutto le qualità benefiche. E’ infatti tra gli alimenti più ricchi in assoluto di vitamina C, che è presente in quantità superiore a quella degli agrumi. Stesso discorso per gli antiossidanti, sostanze che riducono gli effetti dei radicali liberi e contribuiscono a prevenire il cancro.

Come trasformare una soluzione in una granita alla mela?

Il vero pregio della granita alla mela verde e sambuco è l’accessibilità. In parole povere può essere realizzata da tutti. Il motivo di ciò risiede nella possibilità di prepararla senza usare la macchina del gelato, un piccolo elettrodomestico poco dalle nostre parti. Al suo posto dovrete utilizzare una centrifuga o un estrattore per ottenere il succo, e ovviamente il congelatore.

Il procedimento è lineare e quasi banale. Si ricava un centrifugato con le mele verdi e i datteri, poi si uniscono gli altri succhi. A questo punto si pone la soluzione in congelatore. La soluzione deve essere congelata e “rotta” regolarmente, ossia va raschiata in modo da muovere i cristalli di ghiaccio. Il procedimento si conclude quando la granita ha assunto la consistenza granulosa e morbida. Ci potrebbero volere alcune ore, ma il risultato sarà davvero eccellente.

Ricette di granite ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (8 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Quiche con ortiche

Quiche con ortiche, una torta salata dal sapore...

Un approfondimento sulla pasta brisée La base di questa quiche con ortiche è rappresentata dalla pasta brisée. E’ bene prepararla in casa o acquistarla al supermercato in forma già pronta?...

Pizza con agretti e salsiccia

Pizza con agretti e salsiccia: un mix insolito...

Gli agretti, delle verdure aromatiche da non sottovalutare Vale la pena spendere qualche parola sugli agretti, che sono i veri protagonisti di questa pizza alla salsiccia. Si presentano con dei...