Croissant sfogliati senza glutine e lattosio

croissant sfogliati
Commenti: 22 - Stampa

A colazione i croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio!

Croissant sfogliati senza glutine e lattosio. Anche chi soffre di intolleranza al lattosio o al glutine ha diritto ad una buona colazione, fatta di bontà e nutrimento. Non credete? Proprio per questo, oggi parliamo dei croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio, che sono davvero gustosi e perfetti per iniziare al meglio la giornata. Questa volta, abbiamo a che fare con una vera e propria “coccola” per il nostro stomaco e con un dolce ideale per addentrarci nella nostra routine con il piede giusto…

Avrete a disposizione una ricetta e numerosi consigli per la preparazione, ma quello che non dovrà mancare nella vostra cucina è decisamente la pazienza… Ma non vi spaventate: una volta pronti, vi renderete conto che ne sarà valsa la pena!

Gli ingredienti perfetti per ottenere un risultato unico

Per I croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio, è stata rielaborata una ricetta di Luca Montersino e abbiamo scelto comunque degli alimenti di qualità e adatti anche agli intolleranti. Utilizzeremo l’amido di mais, la fecola di patate, un po’ di sale, il lievito di birra, le uova, lo zucchero, la scorza di limone, la farina di riso, e il latte e il burro senza lattosio. Vi consigliamo vivamente di scegliere prodotti genuini e di armarvi di un po’ di tempo. Facendo così, vedrete che il risultato sarà eccellente!

Infatti, i croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio vi daranno molta soddisfazione: se seguirete la ricetta passo dopo passo, potrete portare in tavola una colazione gustosa, ma soprattutto digeribile e altamente nutriente. Avvalendoci di alimenti ben selezionati e, in particolare, della farina di riso, possiamo preparare un dolce molto più leggero del solito, nonché aggiungere sostanze nutritive importanti nella nostra colazione o merenda che, unite a quelle delle bevande che porterete in tavola, renderanno il nostro pasto ancor più completo e saziante!

colazione accadì

Potrete gioire di un valido apporto di proteine, minerali e vitamine, e fare il pieno di amidi che, in questo caso, aiutano l’organismo a digerire meglio e a stimolare la formazione dei carboidrati complessi. Questi ultimi si rivelano una potente forma di energia fisica e mentale, e favoriscono il benessere dei muscoli. Perciò, non possiamo fare a meno di pensare che si tratta di una colazione deliziosa per il palato e notevole per il nostro corpo!

Portiamo in tavola i croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio!

A questo punto, vi sarete fatti un’ottima idea di questa colazione fatta in casa e, probabilmente, vi sarà anche venuta l’acquolina in bocca… Quindi, non vi resta che fare la lista della spesa e approfittare di una giornata in cui avete abbastanza tempo da dedicare alla preparazione di questo dolce. Magari, potrete farvi aiutare dai vostri bambini e passare con loro del tempo di qualità!

La colazione può essere composta di tante cose. Caffè, tè, succo di frutta, yogurt, biscotti, barrette energetiche, frutta, marmellate, torte, uova, pancetta, pizza, voi cosa preferite? Siamo italiani e la più tradizionale delle colazioni è certamente con croissant classico e cappuccino. Meglio ancora con un croissant sfogliato senza glutine e senza lattosio, non trovate? Alcuni bar sono attrezzati e ci forniscono cornetti senza glutine, caldi caldi, appena sfornati e sicuri, ogni mattino.colazione

Ma non sempre abbiamo voglia di andare al bar per colazione e non sempre si dispone di un bar organizzato e sicuro per la celiachia. Il croissant caldo è però un piacere capace di svegliarci dolcemente ed in allegria e perché mai dovremmo rinunciarci? Lo diciamo sempre e lo ribadiamo, la celiachia o le intolleranze non devono costringerci a nessuna rinuncia! Con le giuste accortezze ed un po’ di fantasia in cucina, possiamo preparare tutto quel che ci piace e comporre piccoli capolavori culinari.

I croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio potranno piacere a tutti e, naturalmente, li potranno mangiare persino coloro che non soffrono di intolleranze alimentari. Rimarranno tutti soddisfatti… È una promessa e già un dato di fatto!

Ed ecco la ricetta dei croissant sfogliati senza glutine e senza lattosio

Ingredienti per l’impasto:

  • 150 g di amido di mais (maizena)
  • 300 g di fecola di patate
  • 500 g di Burro Alleggerito Granarolo
  • 20 g di sale
  • 44 g di lievito di birra fresco
  • 400 g di Latte Accadì Intero a lunga conservazione
  • 800 g di uova intere
  • 300 g di zucchero semolato
  • 600 g di farina di riso
  • 500 g di fecola di patate
  • 12 g di xantano
  • 10 g di guar
  • 30 g di lievito chimico o  istantaneo
  • 6 g di scorza di limone

Per le pieghe:

  • 200 g di Burro Alleggerito Granarolo
  • Ingrediente necessario: tanta pazienza!

Preparazione:

Per l’impasto:

Portate a bollore 100 g. di latte insieme al burro e il sale. Sciogliete i rimanenti 300 g. di latte freddo, 300 g. di fecola di patate e 150 g. di amido di mais che avrete setacciato insieme.

Quando il latte e il burro arriveranno a bollore, versateci dentro la pastella di amidi e cuocete per pochi minuti fino a far addensare il tutto. Trasferite l’impasto nella ciotola della planetaria con la foglia e iniziate ad incorporare le uova poco per volta.

Aggiungete lo zucchero e la farina di riso, miscelata con lo xantano e il guar, e l’altra fecola di patate. Impastate bene il tutto con la planetaria fino a far raffreddare l’impasto.

A questo punto, aggiungete il lievito di birra, il lievito chimico o istantaneo e la scorza di limone grattugiata.

Impastate bene, in modo da ottenere un impasto ben amalgamato e poi lasciate raffreddare in frigorifero.

Per le pieghe:

Stendete la pasta fredda di frigo su un piano di lavoro di legno a circa 1.5 centimetri di spessore, cercando di dargli una forma rettangolare. Spennellatela con abbondante burro fuso, piegate in tre la pasta e stendete nuovamente a forma di rettangolo.

Spennellate di nuovo con burro fuso: ripetete questa operazione per tre volte e poi lasciate riposare la pasta in frigo per minimo un’ora.

Stendete la pasta sempre a forma di rettangolo, circa 1.5/2 cm di spessore. “Pezzate” i croissant: tagliate a forma di triangolo. Incidete la base del triangolo per un centimetro con un coltello.

Arrotolate il croissant dalla base verso la punta e dategli una lieve curvatura. Lasciate lievitare nel forno spento, ma con la luce accesa. (A me ci sono volute circa 2 ore e mezza)

Cuocete per 18 minuti a 170°C, spennellando la superficie con un tuorlo d’uovo sbattuto insieme a un goccio di latte.

Note: Ricetta da eseguire con attenzione sia nella pesatura e scelta degli ingredienti che nello svolgimento. Esempio: Se cambiate il burro con la margarina non otterrete lo stesso risultato. Stessa cosa per il latte, deve essere intero.

Consigli: impastate bene gli ingredienti, senza avere premura di aggiungerne altri e fino a che i precedenti siano stati ben incorporati nell’impasto.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

22 commenti su “Croissant sfogliati senza glutine e lattosio

  • Lun 16 Apr 2018 | Maric ha detto:

    Ciao quanto cornetti escono con questa dose?

    • Lun 16 Apr 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Maric buonasera, ne uscirono un bel po’ ma non ricordo proprio quanti.

    • Ven 4 Dic 2020 | Irene Geninatti ha detto:

      Ciao, grazie per questa fantastica ricetta.
      È possibile realizzarla senza planetaria ma impastando a mano?

  • Mar 8 Mag 2018 | Eleonora ha detto:

    Ciao, quindi il panetto di burro non devo appiattirlo e inserirlo nel panetto come una sfoglia tradizionale, ma devo semplicementee scioglierlo e spennellarlo?
    Grazie

    • Mar 8 Mag 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buonasera Eleonora esattamente come è scritto!

  • Lun 16 Lug 2018 | Daniela ha detto:

    Salve io ho una intolleranza anche al nichel , esiste una ricetta senza modo di mais, grazie

    • Lun 16 Lug 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Daniela, partendo da una preparazione meno complessa potrebbe provare a sostituire l’amido di mais con l’amido di riso.

  • Mer 8 Ago 2018 | tamara ha detto:

    Buongiorno, si possono dimezzare le dosi di questa ricetta ed ottenere comunque un buon risultato? Grazie

    • Mer 8 Ago 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Ciao Tamara penso proprio di si

  • Lun 22 Lug 2019 | carmen ha detto:

    Ciao è possibile sostituire i 12 g di xantano e i 10 g di guar? se si con cosa? Grazie

    • Sab 3 Ago 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Questa ricetta è venuta bene con queste dosi e questi prodotti. E’ difficile ottenere dei risultati ottimali sul croissant. SI dovrebbero fare prove su prove

  • Ven 11 Set 2020 | Sibilla ha detto:

    Ciao, scusa ti chiedo una precisazione: per lievito di birra intendi fresco o secco? E il lievito chimico è quello per dolci o quello istantaneo per salati?
    Grazie

    • Sab 12 Set 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      Ciao il lievito di birra è fresco. Il lievito chimico o lievito istantaneo (solitamente venduto in bustine da 16 g, adatte per impasti contenenti fino a 500 g di farina), che sia per dolci o per torte salate, è un ingrediente essenziale per rendere le vostre preparazioni soffici e leggere

  • Mer 27 Gen 2021 | Claudia ha detto:

    Mi scusi perché c è due volte la fecola di patate!

    • Mer 27 Gen 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Portate a bollore 100 g. di latte insieme al burro e il sale. Sciogliete i rimanenti 300 g. di latte freddo, 300 g. di fecola di patate e 150 g. di amido di mais che avrete setacciato insieme.

      Quando il latte e il burro arriveranno a bollore, versateci dentro la pastella di amidi e cuocete per pochi minuti fino a far addensare il tutto. Trasferite l’impasto nella ciotola della planetaria con la foglia e iniziate ad incorporare le uova poco per volta.

      Aggiungete lo zucchero e la farina di riso, miscelata con lo xantano e il guar, e l’altra fecola di patate. Impastate bene il tutto con la planetaria fino a far raffreddare l’impasto.

      A questo punto, aggiungete il lievito di birra, il lievito chimico o istantaneo e la scorza di limone grattugiata.

      Impastate bene, in modo da ottenere un impasto ben amalgamato e poi lasciate raffreddare in frigorifero.

  • Lun 1 Feb 2021 | viola ha detto:

    salve, secondo lei dimezzando le dosi potrebbe venir fuori comunque un buon numero di croissant?
    Grazie mille :)

    • Lun 1 Feb 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Viola è passato molto tempo da quando ho fatto la ricetta ma credo proprio di si. Mi faccia sapere

  • Mer 10 Mar 2021 | Gina ha detto:

    Ciao! Vorrei sapere se la goma guar può essere sostituita con qualcos’altro o con xantano. Grazie 🙏

    • Gio 11 Mar 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Purtroppo in questa ricetta non è possibile per quanto io abbia provato di farlo

      • Sab 22 Mag 2021 | Lara ha detto:

        Sto cercando una ricetta per croissant sfogliati con farina x cornetti della Revolution acquistata stamattina, ma non trovo nessuna ricetta . Pensi che posso sostituire le tue farine con quella? Ti allegherei la foto degli ingredienti ma qui non me lo permette…..

        • Sab 29 Mag 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

          Salve , è un mix che non conosco percui non so cosa consigliarle

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cutizza alla comasca

Cutizza alla comasca, una merenda tradizionale

Cutizza alla comasca, una ricetta semplice e gustosa Oggi vi presento una ricetta cui sono molto legata, ossia la cutizza alla comasca. Si tratta di una preparazione tradizionale, e per la...

colazione per gli studenti

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...

Merenda per i ragazzi

La merenda per i ragazzi, ecco le soluzioni...

La merenda pomeridiana non è solo un piacere. La merenda è da sempre considerata un piacere. Per gli adulti può arricchire un momento di pausa dal lavoro o, se fatta molto tardi, sancire la fine...

Barrette con frutta secca e miele

Barrette con frutta secca e miele, ottime a...

Barrette con frutta secca e miele, un break leggero e nutriente Le barrette con frutta secca e miele sono una splendida idea per la colazione o per un break gustoso. Un’idea che coniuga gusto,...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Skyr con ananas e ribes

Skyr con ananas e ribes, una colazione nutriente

Skyr con ananas e ribes, una colazione diversa dal solito Lo Skyr con ananas e ribes è un’idea spettacolare per una colazione diversa dal solito, che presenta tutte le caratteristiche del...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


27-04-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti