Crema di chufa o zigolo dolce: ottima per la merenda

crema di chufa
Commenti: 4 - Stampa

Avete mai pensato di prepararvi un buon panino con la crema di chufa? Probabilmente no, ma dovreste sapere che si tratta di una valida soluzione per una buona merenda e per fare un carico di benessere. Questa crema spalmabile, morbida e gustosa, può presentarsi come un nuovo componente del vostro piano alimentare settimanale, ma anche come un alimento capace di regalarvi numerosi benefici al nostro organismo.

La chufa è una radice piena di potenzialità e molto diffusa in Valencia che, con il tempo, è arrivata anche in Italia. Gli chef l’hanno assaporata e i ricercatori l’hanno studiata a fondo, affermando che può rivelarsi davvero un ingrediente gustoso, nonché un potente alleato della nostra salute. Detto questo, andiamo a scoprire qualcosa di più a riguardo!

Crema di chufa: una dolce idea dal sapore di benessere

Non tutti conoscono la chufa e, a questo proposito, è utile sapere che si tratta di un tubero che in Italia chiamiamo anche “zigolo dolce” o “babbagigi”. Attualmente, cresce in molte zone del territorio italiano, in particolare in Sicilia. Tuttavia, la verità è che questi tuberi venivano usati già dagli antichi Egizi, proprio perché questo popolo aveva riconosciuto in essi numerose proprietà terapeutiche e nutritive.

Perciò, la crema di chufa o zigolo dolce viene preparata con un ingrediente millenario, appartenente alla famiglia delle Cyperaceae. Dovreste anche sapere che, grazie al loro sapore dolciastro e molto gradevole, questi tuberi possono essere mangiati sia cotti che crudi, sia freschi che essiccati. Oltre alla crema, possiamo ricavarci persino un’ottima farina.

Tuttavia, in qualunque forma, lo zigolo dolce è ricco di fibre, proteine e grassi insaturi. Offre elevati livelli di amminoacidi essenziali e un buon apporto di vitamine e minerali importanti per la salute del nostro organismo. Inoltre, è opportuno considerare che la chufa vanta di notevoli proprietà digestive, diuretiche, stimolanti (in particolare nei confronti della circolazione sanguigna e del sistema immunitario) e carminative.

Questo tubero è noto anche per la sua capacità di abbassare i livelli di colesterolo cattivo e aumentare quello buono, proteggendo a fondo il sistema cardiovascolare.

L’ingrediente protagonista della crema di chufa o zigolo dolce

Questo tubero è un vero e proprio toccasana per il nostro organismo, ma a riguardo ci sono molte altre cose da sapere, che potranno incentivarvi ancor più a preparare e assaggiare questa crema di zigolo dolce. In primo luogo, non dovete dimenticarvi che questo alimento può fornirvi un notevole apporto di energia che durerà anche per diverse ore.

Tuttavia, una delle principali caratteristiche della crema di chufa è l’elevato contenuto di fibre, che comporta la regolazione delle funzioni e dei transiti intestinali, favorisce un corretto assorbimento di zuccheri e grassi, e aiuta nella prevenzione del cancro al colon. Infine, è utile sapere che molti nutrizionisti affermano che questo tubero è un “alimento completo”.

Pertanto, non perdete l’occasione di assimilare tutti i micro e macronutrienti che contiene attraverso una gustosa: non ve ne pentirete e il vostro corpo vi ringrazierà!

Ingredienti per 1 barattolo

  • 200 gr di farina di chufa
  • 110 gr di olio di cocco vergine o extravergine
  • 1 cucchiaino di crema di vaniglia

Preparazione

Versate nella vasca del robot da cucina la farina di chufa, la crema di vaniglia e l’olio di cocco

Azionate le lame ad alta velocità per circa 6/8 minuti. Fermate qualche secondo per rimuovere l’impasto rimasto sulla vasca con una spatola e riazionate le lame.  Il risultato deve essere una crema liscia ed omogenea.

Potete conservare la crema in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e a temperatura ambiente per un paio di mesi.

5/5 (458 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

4 commenti su “Crema di chufa o zigolo dolce: ottima per la merenda

  • Mar 27 Mar 2018 | EMI ha detto:

    è possibile sostituire l’olio di cocco con altro tipo di olio ? per esempio olio di semi di vinacciolo o simili?
    grazie

    • Mer 28 Mar 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno dovrei fare degli esperimenti in quanto le densità sono molto differenti.

  • Sab 13 Apr 2019 | Maura Giletta ha detto:

    Molto interessante ma le calorie ?

    • Dom 14 Apr 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Ha ragione… ogni tanto ci sta!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gelatina di ribes

Gelatina di ribes, un alleato in cucina

Gelatina di ribes, usi e applicazioni La gelatina di ribes rosso può essere preparata tranquillamente in casa, dal momento che richiede giusto un paio di ingredienti e non pone in essere...

Uva spina sotto spirito

Uva spina sotto spirito, una preparazione versatile

Uva spina sotto spirito, una preparazione dai tanti usi L’uva spina sotto spirito è la classica ricetta della nonna, ossia una conserva fatta in casa che fa riferimento alla migliore tradizione...

Confettura di uva spina

Confettura di uva spina, una confettura buona e...

Confettura di uva spina, una confettura fuori dal comune La confettura di uva spina è una confettura fuori dal comune. Il motivo risiede nelle peculiarità dell’ingrediente principale, ossia...

aglio marinato

Aglio marinato, una conserva buona e digeribile

Aglio marinato, un’idea utile L’aglio marinato è una splendida idea per una conserva diversa dal solito. Quando si parla di conserva si fa spesso riferimento ai pomodori, melanzane e ortaggi...

Cetrioli sotto aceto

Cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche, un’idea sfiziosa

Cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche, un contorno sfizioso I cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche sono una splendida idea per un contorno rapido, saporito e leggero. La ricetta è molto...

Limoni confit

Limoni confit, come valorizzare un celebre agrume

Limoni confit, un’idea della cucina marocchina I limoni confit, o limoni sotto sale, rappresentano un unicum in questa categoria. Con il termine confit si intende in realtà un metodo di cottura...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-04-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti