Burritos di pollo con fagioli: un po’ di Messico

burritos di pollo con fagioli
Commenti: 0 - Stampa

Avete nostalgia di “Messico e nuvole”?

Nessun problema, preparate questi Burritos di pollo con fagioli ed un po’ riuscirete a riassaporare gli aromi inconfondibili di quei lontani posti.

Oggi voglio presentarvi una ricetta davvero squisita da proporre ai nostri cari, qualcosa di diverso e insolito, capace di interrompere la monotonia della cucina di tutti i giorni.

Burritos: una ricetta perfetta per pranzo e per cena

Ideale per un pranzo o una cena tra amici queste tortillas messicane ripiene e arrotolate sono un piatto semplice e veloce da preparare, che donerà un po’ di allegria alle vostre tavole.

Forse non tutti sanno che Il Burrito, anche chiamato “taco de harina”, è un termine che deriva dallo spagnolo e significa “piccolo asino”.

La farina utilizzata per questa ricetta viene chiamata nella cucina messicana masa harina ed è la farina di mais bianco. E’ un tipo di farina non facile da reperire al supermercato. La potete trovare nei negozi etnici oppure online. Le tortillas vengono considerate uno dei piatti tipici più conosciuti in tutto il mondo.

E’ una ricetta di origine messicana che è stata poi revisionata ed esportata a livello internazionale dalla cosiddetta cucina Tex-Mex, diffusissima soprattutto in tutto il sud degli Stati Uniti d’America.

Queste tortillas ripiene sono poi diventate col tempo il simbolo di un’intera nazione. Apprezziamo gustarle soprattutto in circostanze come feste, aperitivi, o veloci break, durante le giornate estive.

burritos di pollo con fagioli

Il Burrito è molto simile ad una Piadina, il ripieno qui suggerito è composto da cubetti di pollo fritti a doratura, salsa rosa, salsa guacamole, oltre che altri ingredienti come peperoni verdi, pomodorini, cipolla e formaggio grattato.

Il risultato di questa ricetta del burritos è una deliziosa combinazione di sapori e aromi davvero intensi. Il Burrito è un piatto molto versatile che si sposa benissimo con tanti ingredienti. Possono essere farciti con un’infinita varietà di alimenti a base di carne, salse e verdure, ma è anche indicato con del pesce. In molti considerano i Burritos un piatto unico. E’ considerato un piatto da street food a tutti gli effetti.

E’ possibile accompagnare questo piatto semplicemente con un contorno di patatine fritte, o meglio ancora, dei nachos con formaggio e chili, per restare il più possibile fedeli ai sapori originali messicani.

Non mi resta che indicarvi tutto l’occorrente per la preparazione, ecco qui di seguito la lista degli ingredienti e il procedimento.

Ecco la ricetta dei Burritos di pollo con fagioli

Ingredienti per 4 persone

  • 12 tortillas di mais bianco
  • 250 gr di carne trita di pollo o tacchino
  • 200 gr di fagioli rossi
  • 2 pomodori
  • 50 gr di emmenthal
  • 1 cipolla
  • 100 gr di passata di pomodoro
  • il succo di un limone
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di rosmarino
  • 5 gr di paprica
  • 2 gr di peperoncino
  • un cucchiaino di tabasco
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe

Ingredienti per 12 Tortillas

  • 200 gr. di farina di mais bianco
  • 310 ml acqua tiepida
  • q.b. sale
  • q.b. olio extra vergine di oliva

Preparazione tortillas

Setacciate la farina e disponetela a fontana sulla spianatoia, salate e al centro versare l’olio a filo mentre cominciate a impastare aggiungete l’acqua tiepida.

Continuate fino ad ottenere un impasto compatto e omogeneo. Coprite con un panno umido, possibilmente di cotone e lasciate riposare per circa 20 minuti a temperatura ambiente prima di dividerla in 10/12 palline. Alcuni mi hanno segnalato che ricoprono l’impasto semplicemente con della pellicola trasparente da cucina.

Aiutandovi con un mattarello tirate ogni pallina in una sottile sfoglia dandogli una forma rotonda del diametro di 12/15 cm. Se non volete che l’impasto si attacchi al mattarello ponete l’impasto tra due fogli di carta forno.

In una padella antiaderente senza condimento fate cuocere la tortillas per un paio di minuti per lato. Impilate dividendole con un foglio di carta forno

Preparazione burritos

Mettete la carne trita in una terrina, sgranatela con le mani e aggiungetevi il succo di limone, quindi fatela riposare in frigo per almeno un’ora.

Pulite e pelate la cipolla, quindi su un tagliere tritatela finemente. Infine, mettetela da parte.

Fate scaldare un filo d’olio in una padella, aggiungetevi la carne e il trito di cipolla e fate cuocere fino a che la carne non risulterà cotta.

Una volta che la carne sarà pronta aggiungetevi le spezie, il tabasco e il pomodoro, fate quindi cuocere fino a che non avrà preso una consistenza densa.

Tagliate l’insalata e i pomodori a pezzettini piccoli, quindi teneteli da parte

Su una padella ben calda fate scaldare per qualche secondo da ogni lato le tortillas, quindi mettetevi il formaggio nel centro e attendete si sciolga.

Prima che si secchi togliete le tortillas dalla padella e utilizzate il pomodoro e l’insalata per farcirle, infine metteteci la carne all’interno.

Arrotolate quindi i burritos su loro stessi in modo da formare dei grossi involtini quindi fissateli con uno stuzzicadenti o un tovagliolo, quindi decorate e servite

5/5 (387 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Wraps con barbabietole e formaggio

Wraps con barbabietole e formaggio, un piatto insolito

Wraps con barbabietole e formaggio per valorizzare le tortillas. Le wraps con barbabietole e formaggio sono un’idea molto interessante per un finger food corposo, ricco di sapore e nemmeno troppo...

Tortillas wrap con spinaci e tacchino

Tortillas wrap con spinaci e tacchino, un’ottima variante

Tortillas wrap, una variante leggera Le tortillas wrap con spinaci e tacchino sono una variante davvero particolare della celebre pietanza messicana. In primis, sono “wrap”, ovvero avvolte su se...

Quesadillas con pollo

Quesadillas con pollo per valorizzare le celebri tortillas

Quesadillas con pollo, un finger food da leccarsi i baffi Le quesadillas con pollo sono uno splendido esempio di finger food messicano. Ne sono anche l’esponente più semplice, visto che rispetto...

Breakfast burrito

Breakfast burrito per una colazione all’americana

Il breakfast burrito, un break tra colazione e pranzo completo Il breakfast burrito, proprio come suggerisce il nome, è la variante della celebre pietanza “tex-mex” pensata per la colazione....

Tacos con arista

Tacos con arista, un secondo messicano-europeo

Tacos con arista, un fast food versione fusion I tacos con arista sono un esempio di preparazione fusion, in quanto mixano elementi della tradizione messicana con elementi della cucina europea. A...

Crocchette di salmone e patate

Crocchette di salmone e patate, un piatto insolito

Crocchette di salmone e patate dolci, particolari Le crocchette di salmone e patate dolci sono preparazioni di rosticceria sui generis. Si caratterizzano, infatti, per una lista di ingredienti...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-11-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti