bg header
logo_print

I nachos, uno snack perfetto per una dieta senza glutine

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

nachos
Ricette per intolleranti, Cucina Sudamericana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 5 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (6 Recensioni)

Un focus sui nachos, dei perfetti snack di accompagnamento

Oggi vi parlo dei nachos, una delle preparazioni più famosi della cucina messicana ma molto consumati anche negli Stati Uniti, che da questo punto di vista subiscono le influenze del vicino centroamerica. I nachos possono essere considerati delle sfoglie di farina di mais. A seconda di come vengono tagliati, suggeriscono modalità di consumo diverse. Infatti se vengono tagliati a pezzi piccoli fungono da tortilla chips, mentre tagliati a pezzi grandi fungono quasi da companatico e possono ospitare varie farciture. L’impostazione tipica è quella dei nachos con carne macinata e fagioli. Non vengono però disdegnate le verdure, come aglio, cipolla, erba cipollina e lattuga.

In ogni caso, i nachos possono essere accompagnati dalle salse più svariate. Può andare bene la classica barbecue, ma anche il semplice ketchup. Nondimeno possono essere arricchiti dalla vasta gamma di salse piccanti della tradizione messicana. Al limite può essere utilizzata anche la panna acida, purché usata con moderazione.  In genere i nachos vengono acquistati al supermercato, tuttavia possono essere preparati anche a casa. La ricetta non è complicata ma solo un po’ laboriosa. Benché i nachos siano un prodotto abbastanza tipico non sono poi così antichi. Certo, varie preparazioni a base di mais si attestano fin dal periodo precolombiano, ma i nachos come li conosciamo oggi sono stati “inventati” nel 1943 da Ignacio Anaya, detto per l’appunto “nacho”.

Ricetta nachos

Preparazione nachos

Setacciate la farina e formate sulla spianatoia e al centro mettete il sale e un po’ di acqua e incominciate a impastare con le mani e proseguite fino quando ottenete un impasto morbido, omogeneo e compatto.

Formate una palla, copritela con della pellicola da cucina e lasciatela riposare per una mezzoretta prima di dividerla in tante palline

Aiutandovi con  un mattarello tirate ogni pallina in una sottile sfoglia dandogli una forma rotonda del diametro di 12/15 cm. Se non volete che l’impasto si attacchi al mattarello ponete l’impasto tra due fogli di carta forno.

Con la rotella taglia pasta, dividete la sfoglia in tanti spicchi. Da ogni sfoglia dovrebbero uscire 8 triangoli.

In una padella fate scaldare l’olio che deve essere bollente prima di friggere i nachos. Quando sono belli dorati scolateli e metteteli ad asciugare su di  un foglio di carta assorbente cercando di non sovrapporli. Salateli

Se non avete problemi di intolleranza al lattosio ponete i triangolini sui piatti da portata e cospargeteli con del formaggio tipo emmenthal o scamorza e mettete i piatti nel forno preriscaldato per qualche minuto o comunque fino allo scioglimento del formaggio. Servite e buon appetito.

Ingredienti nachos

  • 250 gr. di farina di mais fioretto
  • 250 ml. di acqua
  • q. b. di sale
  • 1 dl. di olio extravergine di oliva.

Le proprietà della farina di mais

Il protagonista della ricetta originale dei nachos è ovviamente la farina di mais. La farina di mais non è molto utilizzata dalle nostre parti, se non per la preparazione della polenta. Il mais, invece, ricopre un ruolo di primo piano nella cucina messicana e più in generale dell’America Latina. Del resto fungeva da alimento base, un po’ come il nostro frumento. La farina di mais ha un pregio inestimabile, ossia è senza glutine. Ciò determina alcuni benefici per i celiaci e gli intolleranti al glutine, che possono consumarli senza alcun timore. Inoltre, il glutine da un lato sazia ma dall’altro appesantisce. L’assenza di glutine non è l’unico pregio della farina di mais, infatti ha uno spessore nutrizionale importante. E’ ricca di betacarotene, una sostanza antiossidante che facilita l’assorbimento della vitamina A.

La farina di mais è anche ricca di vitamina B (implicata nel metabolismo energetico), di calcio e altri sali minerali. Questo tipo di farina rende anche dal punto di vista culinario. Può essere utilizzata anche per preparare il pane e la pasta. In questo caso, però, viene spesso abbinata ad altre farine più delicate, come quella di riso. Non stupisce, dunque, che l’accoppiata riso – mais sia alla base di buona parte delle preparazioni per i celiaci, o almeno quelle che puntano a sostituire il pane, la pasta o impasti realizzati con la classica farina di frumento.

Come preparare i nachos?

Preparare i nachos è difficile? No, solo un po’ laborioso. L’impasto di questi ottimi finger food deve seguire delle fasi ben precise. Il primo passaggio consiste nell’unione di farina, sale e acqua. Si impasta tutto fino a formare un composto compatto e omogeneo, poi lo si modella a forma di palla. Infine si copre l’impasto con la pellicola alimentare e lo si lascia riposare per mezz’ora a temperatura ambiente. Trascorso questo lasso di tempo, si divide l’impasto in tante palline.

A questo punto, non rimane che formare i nachos. Si posiziona ciascuna pallina sulla spianatoia e si stende con il mattarello in modo da formare dischi di 12-15 cm di diametro. Poi si divide ciascun disco a spicchi con una rotella e si ottengono 8 triangoli. L’ultima fase è dedicata alla cottura. Si scalda abbondante olio in una padella e, una volta bollente, vi si friggono i nachos. Una volta dorati, si prelevano e si lasciano asciugare sulla carta da cucina, facendo attenzione a non porli uno sull’altro. Prima di essere consumati, infine, vanno fatti raffreddare del tutto.

Ricette sudamericane ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...

Hamburger di quinoa con broccoli e zucchine

Hamburger di quinoa con broccoli e zucchine, una...

Gli altri ingredienti di questo alternativo hamburger di quinoa L’impasto di questi hamburger di quinoa è arricchito da altri ingredienti che da un lato agiscono sul sapore e dall’altro...

Kofte

Kofte, dalla Turchia polpette di carne speziate e...

Cosa sapere sulla carne di agnello La vera peculiarità delle kofte, almeno rispetto alle nostre polpette, consiste nel tipo di carne macinata utilizzata. In questo caso non si usa il suino, che è...