I nachos e la dieta senza glutine: i benefici più importanti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle 1 voti, media: 5,00 su 5
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
nachos

Scegliere d’intraprendere una dieta senza glutine può portare diversi benefici, riscontrabili anche se non si soffre di allergia o d’intolleranza a questa sostanza lipoproteica.

Scegliere d’intraprendere una dieta senza glutine può portare diversi benefici, riscontrabili anche se non si soffre di allergia o d’intolleranza a questa sostanza lipoproteica.

Dieta senza glutine: alle origini del problema

Prima di analizzare i motivi precisi per i quali può essere consigliabile scegliere una dieta senza glutine vediamo le caratteristiche di questa sostanza. Il glutine è una sostanza di natura lipoproteica, che ha origine dall’unione di gliadina e glutenina (si tratta di due proteine).

Caratterizzato da un alto contenuto proteico, il glutine è fondamentale per valutare l’attitudine alla panificazione delle farine. I problemi derivanti dalla sua assunzione sono legati alle reazioni immunitarie provocate dal contatto tra l’organismo e i peptidi, i prodotti dell’idrolizzazione del glutine.

Le reazioni immunitarie eccessive di questa natura sono inquadrate a livello clinico come sintomi della celiachia, la principale causa che spinge a iniziare la dieta senza glutine.

Dieta senza glutine: perché sceglierla

La dieta senza glutine è per alcune persone una vera e propria necessità. Scoprire di soffrire di celiachia significa dover eliminare totalmente questa sostanza, in quanto causa principale di reazioni immunitarie a carico di diverse parti del corpo, in primo luogo dell’apparato gastrointestinale (gonfiore addominale, vomito, difficoltà a digerire).

La dieta senza glutine può però portare benefici importanti anche a chi non soffre di celiachia. Per quale motivo? Prima di tutto perché l’assunzione di glutine influisce sul senso di sazietà, spingendo chi mangia ad assumere una quantità di calorie maggiore rispetto al fabbisogno giornaliero legato a peso, età e costituzione fisica.

La dieta senza glutine rappresenta un’opzione molto vantaggiosa per aumentare l’elasticità della pelle e per contrastare la ritenzione di liquidi, il primo passo per combattere l’odiatissima cellulite, nemica di tante donne anche senza particolari problemi di peso.

La dieta senza glutine consente inoltre di apprezzare un sostanziale miglioramento della regolarità intestinale – anche in soggetti che non soffrono d’intolleranza o allergia – il che implica una maggiore facilità nel controllo del peso.

Quando si parla di glutine e di dieta di privazione è fondamentale avere chiara la distinzione tra celiachia – una patologia autoimmune che determina un’incapacità fisica di assorbire il glutine – e semplice ipersensibilità, condizione caratterizzata da sporadiche reazioni avverse successive all’assunzione di alimenti contenenti glutine (pane, pasta, biscotti, fette biscottate, gelato).

 

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti

  • 250 gr farina di mais fioretto
  • 250 ml di acqua
  • q.b. sale
  • 1 dl olio extravergine d'oliva

Procedimento

Preparazione

  1. Setacciate la farina e formate sulla spianatoia e al centro mettete il sale e un po’ di acqua e incominciate a impastare con le mani e proseguite fino quando ottenete un impasto morbido, omogeneo e compatto.

    Formate una palla, copritela con della pellicola da cucina e lasciatela riposare per una mezzoretta prima di dividerla in tante palline

    Aiutandovi con  un mattarello tirate ogni pallina in una sottile sfoglia dandogli una forma rotonda del diametro di 12/15 cm. Se non volete che l’impasto si attacchi al mattarello ponete l’impasto tra due fogli di carta forno.

    Con la rotella taglia pasta, dividete la sfoglia in tanti spicchi. Da ogni sfoglia dovrebbero uscire 8 triangoli.

    In una padella fate scaldare l’olio che deve essere bollente prima di friggere i nachos. Quando sono belli dorati scolateli e metteteli ad asciugare su di  un foglio di carta assorbente cercando di non sovrapporli. Salateli

    Se non avete problemi di intolleranza al lattosio ponete i triangolini sui piatti da portata e cospargeteli con del formaggio tipo emmenthal o scamorza e mettete i piatti nel forno preriscaldato per qualche minuto o comunque fino allo scioglimento del formaggio.

    Servite immediatamente.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *