Breakfast burrito per una colazione all’americana

Breakfast burrito
Stampa

Il breakfast burrito, un break tra colazione e pranzo completo

Il breakfast burrito, proprio come suggerisce il nome, è la variante della celebre pietanza “tex-mex” pensata per la colazione. Ovviamente faccio riferimento alla colazione all’americana, dal momento che stiamo parlando comunque di una ricetta salata. Sia chiaro, la piccantezza, che è uno dei tratti tipici del burrito, viene conservata. Tuttavia, la carne fa posto alle uova, al formaggio e a pochi altri ingredienti. Sono presenti, poi, diverse verdure, che offrono colore, gusto e nutrienti. La parte proteica è associata anche ai fagioli rossi (vanno bene quelli in scatola).

La ricetta è molto semplice. Si tratta di cuocere le verdure e le uova a parte, e infine riempire le tortillas. Per la precisione, le tortillas sono preparazioni a base di farina di mais e rappresentano un po’ il simbolo della cucina dell’America latina e degli Stati Uniti (Texas in particolare). In definitiva, il breakfast burrito è l’occasione per una colazione diversa e dal carattere americano, saporita e proteica allo stesso tempo.

I tanti pregi dei fagioli rossi

Tra i protagonisti di questo breakfast burrito spiccano i fagioli rossi che, insieme alle uova, fanno le veci della carne in quanto a consistenza ma soprattutto in termini di apporto proteico. I fagioli rossi si distinguono dalle altre varietà per le dimensioni ridotte, che li rendono adatti a fungere da ripieno. L’altro tratto particolare è il colore, che tende al rosso-granato. Esso è dovuto alla straordinaria concentrazione di antocianine, sostanze antiossidanti presenti in molti ortaggi e verdure. Esse riducono lo stress ossidativo, contrastano i radicali liberi e aiutano a prevenire alcuni tipi di tumori. Un’ultima caratteristica distintiva è il sapore, che è leggermente dolciastro. Non a caso alcune culture culinarie prevedono una loro trasformazione in confettura.

Breakfast burrito

Per il resto, i fagioli rossi presentano le medesime proprietà nutrizionali delle altre varietà di fagioli. Sono allo stesso tempo ricchi di proteine e carboidrati, quindi possono essere considerati un alimento completo, se non addirittura un super-food vero e proprio. Allo stesso tempo, i fagioli rossi sono ricchi di sali minerali. Si segnalano, in primis, il potassio, il magnesio e soprattutto il ferro. Per questo motivo sono particolarmente indicati per chi soffre di anemia. Significativo è anche il contenuto di fibre, che come sicuramente già sapete, aiutano a risolvere i piccoli problemi di stipsi e a favorire il buon funzionamento dell’apparato digerente. Infine va menzionato l’apporto calorico, che è davvero molto basso: un etto di fagioli rossi contiene solo 85 kcal.

Il contributo del peperone nella nostra ricetta

Le verdure giocano un ruolo fondamentale in questo breakfast burrito, come nella versione originale del resto. Tuttavia, ad emergere sugli altri è in particolare il peperone. A riguardo, avete il massimo margine di discrezione: potete optare per il peperone giallo, il verde, il rosso etc. A prescindere dal colore, dovuto alla presenza di specifici nutrienti (ad esempio il giallo contiene il betecarotene), il peperone presenta delle ottime proprietà nutrizionali. In primis è ricco di vitamina C (più degli agrumi), in secondo luogo è ricco di sali minerali, come il già citato potassio.

Attorno ai peperoni gravitano alcuni pregiudizi, come quello secondo cui sarebbero pesanti e difficili da digerire. In realtà, la pesantezza è dovuta alla buccia. Molti, infatti, cuociono e consumano i peperoni senza sbucciarli. Quindi è sufficiente rimuovere la buccia per rendere i peperoni leggeri e facilmente digeribili. Anche la convinzione secondo cui siano calorici non corrisponde alla realtà, infatti un etto di peperoni apporta solo 22 kcal.

Mio nipote Matteo ha passato quasi un anno in Sudamerica. Zaino in spalla si è girato vari stati. Quando è tornato ed è venuto a trovarmi con il poncho e il sombrero e uno zaino pieno di prodotti locali. Dimenticavo i baffi alla gringo. Conosce la mia passione per il cibo etnico e anzichè portarmi regali inutili ha fatto man bassa di prodotti locali. E’ stato un regalo graditissimo. Mi ha insegnato anche delle ottime ricette che sto sperimentando per voi. In quei paesi utilizzano molte farine naturalmente senza glutine. Non vedo l’ora di replicarle e avere un vostro feedback. A presto

Ecco la ricetta del breakfast burrito:

Ingredienti:

  • 8 tortillas consentite,
  • 4 uova,
  • 1 cipolla rossa,
  • 1 peperone,
  • 300 gr di fagioli rossi in scatola,
  • 1 pomodoro,
  • 1 avocado,
  • 60 gr. di formaggio al peperoncino tritato,
  • 1 peperoncino,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione del breakfast burrito iniziate sbucciando la cipolla e ricavandone un trito. Poi pelate il peperoncino, lavatelo e ricavate un trito anche da quest’ultimo. Ora scaldate l’olio in una padella antiaderente e fate soffriggere la cipolla e i peperoni fatti a dadini. Cuocete per dieci minuti a fuoco medio, poi unite i fagioli rossi ben sciacquati sotto l’acqua corrente e aggiungete un po’ di sale. Intanto aprite le uova e versatele in un piatto, poi salatele e sbattetele per bene. Ora aggiungete il formaggio e il peperoncino tagliato a cubetti molto piccoli. Infine, fate scaldare una padella antiaderente unta di olio, poi versate il composto di uova e cuocete mescolando più volte.

Poi pelate l’avocado e tagliate la polpa a dadini. Infine, lavate e fate a dadini anche i pomodori. Ora è il momento di comporre i burritos. Stendete le tortillas, ponete al centro il preparato di uova, poi l’avocado, un po’ di pomodori a cubetti e il mix di peperoni, cipolla e fagioli. Arrotolate le tortillas, magari aiutandovi con della carta di alluminio, e cuocete al forno per 10 minuti a 180 gradi (in alternativa passateli in padella o su una piastra). Servite i burritos caldi e buon appetito.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


29-05-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo aka Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Ma da sola non potevo farcela!

Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono oggi il Presidente. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro incredibile. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Quesadillas con pollo

Quesadillas con pollo per valorizzare le celebri tortillas

Quesadillas con pollo, un finger food da leccarsi i baffi Le quesadillas con pollo sono uno splendido esempio di finger food messicano. Ne sono anche l’esponente più semplice, visto che rispetto...

Tacos con arista

Tacos con arista, un secondo messicano-europeo

Tacos con arista, un fast food versione fusion I tacos con arista sono un esempio di preparazione fusion, in quanto mixano elementi della tradizione messicana con elementi della cucina europea. A...

Crocchette di salmone e patate

Crocchette di salmone e patate, un piatto insolito

Crocchette di salmone e patate dolci, particolari Le crocchette di salmone e patate dolci sono preparazioni di rosticceria sui generis. Si caratterizzano, infatti, per una lista di ingredienti...

Stecchi di carne e bietola

Stecchi di carne e bietola, uno street food...

Stecchi di carne e bietola, un secondo davvero unico e gustoso Gli stecchi di carne e bietola sono una preparazione molto singolare, un esponente dello street food pensato per risultare appetitoso...

Tigelle con pesto di lardo

Tigelle con pesto di lardo, uno snack saporito

Tigelle con pesto di lardo, un break ricco e gustoso Le tigelle con pesto di lardo possono essere considerate o uno snack particolarmente corposo, o un pasto veloce e completo. In ogni caso, stiamo...

El completo

El completo, un ottimo street food sudamericano

El completo, un panino in salsa cilena El completo a prima vista sembra un hot dog, come se ne possono acquistare tanti in giro per il mondo, in America come in Europa. In realtà, el completo ha...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti