bg header
logo_print

I ravioli al cocco, un primo piatto di fine estate

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ravioli al cocco di fine estate
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (7 Recensioni)

Ravioli al cocco, un primo piatto gustoso e originale

Oggi prepariamo i Ravioli al cocco di fine estate. Questo piatto di ravioli è fatto con 80% di farina senza glutine e il 20% di farina di cocco con ripieno di melanzane e mazzancolle con una crema al latte di cocco e lime.

Questa mattina mi son detto come posso abbinare il gusto della melanzana con il cocco, lime e mazzancolle? Ecco qua…Gusti dolci e aspri ma anche freschi dovuti alle erbe aromatiche ( menta e basilico)

Ricetta ravioli al cocco

Preparazione ravioli al cocco

Per preparare il ripieno tagliate la melanzana a metà e praticate delle incisioni nella polpa, senza arrivare alla buccia, in modo da formare delle grandi “X’.

Mettetele su una placca da forno, conditele con un filo d’olio, un pizzico di sale e foglioline di menta passatele in forno a 180°C per circa 30 minuti, finchè non risultino belle morbide.

Quando si saranno intiepidite prelevate la polpa dalle melanzane con un cucchiaio e mettetela nel bicchiere del frullatore: frullatela insieme a metà delle mazzancolle , foglie di basilico, foglioline di menta, il lime grattugiato, sale.

A questo punto iniziate ad aggiungere, a filo, l’olio extravergine di oliva fino ad ottenere un composto omogeneo, unite, infine, i pinoli e frullateil tutto.Mettere il ripieno in una sac a poche e farla riposare in frigo.

Prendere il mix di farine senza glutine e mischiarla alla farina di cocco e disporla a “fontana” su una spianatoia in legno, unire le uova intere e albumi nel centro della fontana, amalgamare il tutto a mano (oppure con un’impastatrice planetaria) sino ad ottenere un impasto omogeneo e di giusta consistenza, formare un panetto e lavorarlo subito.

Con un mattarello stendere la pasta sfoglia su di una spianatoia leggermente infarinata, sino ad ottenere una altezza di circa 2 mm.

Con due coppapasta formare dei dischi di 4 e 5 centimetri di diametro, quest’ultimi andranno a coprire l’ abbondante ripieno.

Chiudere i ravioli con la punta di una forchetta dopo aver spennellato le parti di contatto con del tuorlo d’uovo

Per la preparazione della salsa di cocco fate sciogliere il burro in un pentolino, assieme al latte di cocco a fuoco basso in modo che il burro non si attacchi sul fondo; quando si sarà sciolto, versate gradualmente la fecola di patata, mescolando continuamente affinché non si formino grumi, versateci il succo di lime , continuando a mescolare.

Amalgamate bene aggiungendo sale e pepe. Mescolate frequentemente e lasciate scaldare per circa 5 minuti, fino a quando la salsa non si sarà addensata.

Per il condimento: soffriggete il porro, tagliato fine in padella con un filo d’olio aggiungete le mazzancolle rimaste e fatele andare in padella per 3 minuti per parte. Aggiungete metà salsa di cocco e mischiate il tutto

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata ed olio. Scolate la pasta ancora al dente e terminate la cottura in una padella con il condimento fatto in precendenza.

Servire i ravioloni su di uno specchio la salsa di cocco. Guarnire il piatto con una grattugiata di scorza di lime, alcune foglie di menta.

Ingredienti ravioli al cocco

  • 200 gr. di mix di farina senza glutine per pasta
  • 50 gr. di farina di cocco
  • 2 uova intere + 2 albumi
  • 1 tazzina di acqua tiepida
  • 2 melanzane tonde
  • 5 foglie di basilico fresco
  • 8 foglie di menta fresca
  • 20 mazzancolle fresche
  • 10 pinoli
  • 1 lime
  • un bicchiere di latte di riso
  • 1 cucchiaio di fecola di patate
  • 10 gr. di burro chiarificato
  • 1 porro piccolo
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • q. b. di pepe e di sale
  • pistacchi tritati a piacere.

Ravioli al cocco di fine estate, un primo leggero ma saporito

I ravioli al cocco di fine estate sono un primo piatto leggero ma saporito, in grado di saziare senza appesantire. Reca la firma di Nicola Territo, che proprio con questi ravioli partecipa al contest “Le intolleranze? Le cuciniamo”, che ho organizzato per dimostrare che le intolleranze alimentari si possono gestire senza grandi sofferenze, preparando le ricette giuste ed esplorando nuovi alimenti.

E’ una gara vera e propria, che vedrà dei vincitori, sicché auguro a Nicola e agli altri partecipanti di fare del proprio meglio.

Tornando alla ricetta, essa consiste nei ravioli farciti con un ripieno di melanzane e conditi con una salsa al cocco. Il piatto si presenta molto bene ed esprime un carattere gourmet. Vale dunque la pena prepararlo per le occasioni speciali, stupendo i commensali e regalando loro un’esperienza culinaria fuori dal comune.

Quali farine utilizzare?

I ravioli al cocco di fine estate spiccano per la totale compatibilità con le esigenze dei celiaci e degli intolleranti al lattosio. Il riferimento è alle farine impiegate (in sostituzione della classica farina doppio zero) e al latte di cocco.

Per quanto concerne le farine, troviamo quella di cocco, che spicca per la dolcezza e per il sapore che – in maniera quasi lineare – ricorda il celebre frutto. E’ un po’ più grassa del normale, ma i suoi grassi sono benefici, soprattutto per il cuore.

Nicola suggerisce poi l’impiego di un mix di farine gluten free, magari pensato proprio per la pasta fresca. Le alternative sono numerose, da quelle più ordinarie a quelle più fantasiose. Nella maggior parte dei casi, però, si impiegano la farina di riso e la farina di mais. I più arditi, o magari chi preferisce sentori rustici, potrebbero optare per la farina di grano saraceno piuttosto che per quella di fonio, di sorgo e di teff (che sa un po’ di nocciola).

Una farcitura aromatica per i ravioli al cocco

Tra i pregi di questi ravioli al cocco di fine estate spicca la farcitura, che è semplice da preparare e di grande impatto. E’ infatti realizzata con le melanzane, il basilico, la menta, il lime grattugiato, il sale e un po’ di mazzancolle. Di base si tratta di cuocere le melanzane al forno, estrarre la polpa e frullarla insieme agli altri ingredienti, come se si stesse preparando un pesto.

Ovviamente in questa fase è necessario aggiungere l’olio extravergine d’oliva, poco per volta e in base alle necessità. Lo scopo è di creare un composto fluido ma denso, che possa essere spalmato.

Nonostante la presenza delle mazzancolle, le protagoniste di questo ripieno sono le melanzane, un ortaggio popolare ricorrente nelle ricette della cucina italiana, che stupisce per la versatilità e per la leggerezza. Le melanzane possono essere cotte in tutti i modi, sono buone da fritte, da rosolate e al forno. Ovviamente è necessario gestire il liquido di vegetazione, che mette spesso “i bastoni tra ruote”.

Le melanzane sono leggere in quanto prive di grassi e capaci di esprimere un apporto calorico limitato. Sono ricche di antocianine che da un lato sono responsabili del colore e dall’altro esercitano una discreta funzione antiossidante. In virtù di ciò, aiutano a prevenire il cancro e a rallentare l’invecchiamento.

Un condimento davvero proteico

I ravioli al cocco si fanno apprezzare anche per il condimento, che in questa occasione viene posto a mo’ di letto. Il condimento è molto particolare in quanto sa di cocco e di mazzancolle. Le mazzancolle conferiscono il loro tipico sapore marino, nonché un certo spessore nutrizionale.

Contengono pochi grassi, ma questi fanno comunque parte della categoria omega tre, dunque fanno bene al cuore e alla circolazione. Apportano anche una certa quota di vitamina D, sostanza che potenzia il sistema immunitario come poche.

Preparare il condimento è molto semplice, benché richieda un procedimento diverso dal solito. Si tratta di soffriggere il porro ben affettato, aggiungere le mazzancolle e lasciare andare per qualche minuto. A questo punto si integra una salsa di cocco. 

La salsa di cocco, invece, viene preparata cuocendo su una base di burro sciolto il latte di cocco e la fecola di patate. Questa speciale salsina va poi condita con succo di lime e sale. Lo scopo è di produrre una texture densa, dunque lasciatela sul fuoco per tutto il tempo necessario (dovrebbero bastare 5 minuti).

Questo condimento si abbina alla perfezione con la guarnizione, che vede come protagonisti le foglie di menta e il pistacchio tritato. Le foglie di menta garantiscono l’elemento aromatico, mentre il pistacchio assicura l’elemento croccante.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Nicola Territo

raviolo al cocco di fine estate

Ricette ravioli ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...