Latte di Yak o Latte di dri, straordinario alimento

latte di yak

Lo yak  ( bue tibetano ) è un grande mammifero appartenente alla famiglia dei bovidi che vive ad altitudini elevate, soprattutto in Tibet, in Nepal,  in Bhutan, in Mongolia e tra le alte vette delle catene montuose cinesi, tra i 400 e i 600 metri aul livello del mare. Se ne trova una piccola parte anche in alcune parti della Russia e del Pakistan.

Fisicamente strutturato per sopportare le dure condizioni ambientali delle zone in cui vive, il corpo di questo grosso animale è ricoperto da una lunga e folta pelliccia. Allevato fin dall’antichità dalle popolazioni di quei luoghi, lo yak è un ruminante tale e quale ai nostri comuni bovini.

Il latte di yak, in realtà, andrebbe chiamato latte di dri, che è la femmina dello yak. Decisamente molto ricco di sostanze importanti per l’organismo e di calorie, questo alimento è alla base della tradizione casearia di alcune popolazioni, in particolar modo in Nepal, Bhutan e Tibet. Non è indicato per gli intolleranti al lattosio poichè contiene la stessa percentuale di lattosio del latte vaccino. In compenso è naturalmente gluten free o senza glutine.

Il burro di yak è uno dei prodotti principali che vengono comunemente preparati in ambienti domestici. Ogni famiglia ne produce e consuma una grande quantità, spesso utilizzando il burro anche in bevande, come il tradizionale tè al burro, che tutti consumano abitualmente e che è la prima cosa che viene offerta agli ospiti.

Il tè al burro di yak, chiamato bò cha  la maggioranza degli stranieri lo trova imbevibile. Consiste in un miscuglio di foglie di tè, con burro di yak, sale, latte e bicarbonato.

Una rarità con il Latte di Yak o Latte di dri

Questo latte viene prodotto dall’animale sono in alcuni precisi periodi dell’anno. Una volta effettuata la raccolta del liquido preziosissimo vengono prodotti formaggi e burro. Il burro può essere conservato anche per un anno, assumendo così un sapore rancido.

Date le basse temperature, la grande quantità di lipidi presenti in questo alimento è fondamentale per ricavarne energia e protezione. Il tè al burro molto probabilmente non incontrerebbe i gusti occidentali, ma è particolarmente indicato per chi vive o transita in quelle regioni. Questa bevanda, oltre al burro di yak e alle foglie di tè, contiene sale, latte, bicarbonato e acqua bollente. Il tutto viene agitato energicamente in un recipiente, e ciò che ne deriva è un liquido piuttosto scuro, denso e viscoso. Pare che una delle funzioni del burro contenuto in questo particolarissimo tè aiuti anche a proteggere le labbra dal freddo.

Con il latte di dri si producono diversi tipi di formaggio. Alcuni metodi caseari fanno parte della tradizione, altri sono stati rivisitati e corretti in modo da rendere il gusto di questi latticini più adatto ad un commercio diretto anche all’occidente. Il Nepal è stato uno dei primi paesi a seguire questa strada, ma se siete appassionati di formaggi e volete assaporare delle assolute rarità dovrete spostarvi in Bhutan, dove la produzione non ha nulla di industriale e l’origine delle ricette si perde nella notte dei tempi.

Qualche curiosità

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura ha classificato alcuni formaggi prodotti con latte di Dri, e Slow Food ha creato un particolare presidio per questi prodotti caseari nella zona dell’altopiano tibetano.

Non è possibile provare Il formaggio di yak fuori dalle regioni di produzione . Se lo vuoi provare devi andare a visitare l’Himalaya.

Questi grossi animali producono un formaggio molto grasso che viene definito delicato, lattiginoso e al profumo di erbe ma non ho ancora conosciuto un turista tornato da quei posti che apprezzino questo prodotto. La maggior parte delle notizie trovate in rete racconta che è molto particolare e lontano dai nostri gusti.

In compenso è molto conosciuto nel mondo dei cani. Le proprietà del latte di yak sono tantissime e non solo per gli umani. Con il latte di yak vengono prodotte delle barrette che aiutano i cani a combattere placca e tartaro fornendo al tempo stesso proteine e calcio. Negli Stati Uniti questo alimento è molto popolare e lo chiamano Butter Tea.

Se invece volete apprezzare la carne dello Yak potete farlo in questqa struttura fermamente voluta da Messner.

Ristorante Yak e Yeti :  Il più antico maso di Solda è stato trasformato nel ristorante “Yak & Yeti” . La cascina di un tempo riunisce ora due mondi che si incontrano grazie a oggetti provenienti dai luoghi che circondano le montagne più alte del mondo, armoniosamente inseriti negli spazi interni. Anche in cucina si sperimenta un connubio tra cucina tradizionale altoatesina e idee creative dall’Himalaya. Una serie di contrasti che si sposano in un ambiente unico. In particolare è possibile assaporare l’aromatica carne di yak, animale ormai divenuto locale. Perfettamente in linea con un’amministrazione sostenibile, i giovani gestori sono molto attenti all’utilizzo di prodotti di stagione e alla valorizzazione complessiva del bestiame. Ciò che più colpisce, però, è la straordinaria atmosfera data dalle pareti cariche di storia di questo locale.

Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

camomilla essicata e al naturale

Camomilla essiccata e al naturale, proprietà e usi

Le principali caratteristiche della camomilla Oggi vi voglio parlare della camomilla essiccata e al naturale, una delle piante officinali più apprezzate e conosciute, nonché un alleato preziosa di...

santolina

La santolina, una pianta aromatica dai mille usi

La santolina dal punto di vista botanico La santolina, o crespolina che dir si voglia, è una pianta arbustiva molto diffusa nei paesi che si affacciano sul mediterraneo. Si presenta con un fusto...

Datteri Mazafati

I datteri, uno dei frutti più buoni e...

Un po' di storia sul dattero Oggi parliamo dei datteri, uno dei frutti più particolari in assoluto. Sono particolari dal momento che fanno riferimento alla cultura araba e mediorientale, e per...

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...

fave

Le fave, alleate della buona cucina e del...

Le principali caratteristiche delle fave Le fave sono tra i fondamenti della dieta mediterranea. Sono un alimento che arricchisce l’alimentazione europea da millenni, molto apprezzato già...

30-08-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti