Zuppa d’orzo e bietole al limone: un piatto di salute

Zuppa d’orzo e bietole
Commenti: 0 - Stampa

Amate mangiare sano e state cercando un nuovo piatto da portare sulla vostra tavola?. In questo caso, la zuppa d’orzo e bietole al limone si rivela una scelta dalla gustosità unica, capace di depurare il vostro organismo e fornirvi tutti i nutrienti di cui avete bisogno per portare a termine la vostra giornata.

Potete prepararla in qualsiasi momento dell’anno, senza tanta fatica, ma con la certezza di avere a disposizione un piatto completamente diverso dal solito.

Infatti, l’orzo perlato è un alimento molto speciale, ma non viene spesso accompagnato dalle bietole. Pertanto, avrete la possibilità di assaggiare un piatto nuovo, perfetto e genuino. Vi è già venuto un po’ di appetito? Ecco tutto quello che dovreste sapere per preparare e gustare al meglio la zuppa d’orzo e bietole.

Una zuppa sana e nutriente: la zuppa d’orzo e bietole al limone

L’orzo è un cereale appartenente alla famiglia delle Graminacee, conosciuto fin dai tempi antichi, sia per il suo gusto che per le sue proprietà. È originario dell’Asia, ma attualmente la sua coltivazione è diffusa in gran parte del mondo e l’Italia si presenta come uno dei principali produttori di questo cereale. Esistono diverse varietà di questo alimento, ma quello che usiamo più spesso in cucina è l’orzo perlato.

Questo alimento è ricco di fibre, proteine e acqua, e presenta delle percentuali ridotte di grassi e zuccheri. È in grado di offrire un buon apporto di potassio, ferro, zinco, calcio, magnesio, fosforo, selenio, sodio, rame e manganese; e anche di vitamina A, E, K e alcune vitamine del gruppo B.

Grazie a tutti questo componenti, il consumo di questo alimento può aiutare a proteggere il sistema cardiovascolare, l’intestino e il sistema immunitario; favorire la corretta digestione; ridurre i livelli di colesterolo, trigliceridi e zuccheri nel sangue; e promuovere la salute del cervello, delle ossa, della pelle e dei capelli. Gli esperti suggeriscono inoltre che l’orzo è un valido alleato nella prevenzione dei tumori e dei calcoli biliari, ed è anche un ottimo antinfiammatorio.

In poche parole, si tratta di un alimento che dovremmo inserire più spesso nel nostro piano alimentare. Tuttavia, è opportuno ricordare che come la maggior parte dei cereali, l’orzo contiene il glutine e, pertanto, non è indicato alle persone che soffrono di celiachia. Ad ogni modo, ecco quello che dovreste sapere invece sugli altri ingredienti protagonisti di questa ricetta.

Bietole al limone: detox, protezione ed energia

Come ben sapete, le bietole sono una ricca fonte di vitamine e minerali, e lo stesso vale per il limone. Inoltre, entrambi contengono un’elevata quantità di acqua e tutte queste caratteristiche conferiscono a questi alimenti importanti proprietà, come quella depurativa e quella disintossicante (utili per smaltire le tossine accumulate nel corpo), nonché quella idratante e antiossidante (perfette per regalare alla pelle e a tutto il corpo un aspetto più giovane e sano).

Inoltre, sia le bietole che il limone possono fornirvi una buona dose di energia e rinforzare il vostro sistema immunitario, aiutandovi così a trattare e a prevenire i malanni. Pertanto, insieme all’orzo, questi alimenti formano una combinazione perfetta, sia a livello culinario che per quanto riguarda la promozione della salute.

A questo punto dovreste essere pronti per portare in tavola questo piatto: ecco la vostra lista della spesa e tutte le indicazioni che vi aiuteranno a preparare questa gustosa zuppa d’orzo e bietole

Ed ecco la ricetta della Zuppa d’orzo e bietole al limone

Ingredienti per 4 persone

  • 150 gr. di orzo perlato
  • 400 gr. di bietole novelle
  • 2 scalogni
  • 1 limone bio
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • brodo vegetale e pepe q.b.

Preparazione

Mettete a lessare l’orzo. Nel frattempo, lavate accuratamente le bietole e mettete in un tegame insieme all’olio caldo e agli scalogni tritati già appassiti. Lasciate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete un bicchiere di brodo e lasciate cuocere con coperchio e a fuoco medio per circa una decina di minuti. A questo punto, frullate tutto con il mixer a immersione. Rimettete sul fuoco e versate nel tegame anche il succo del limone e l’orzo già lessato.

Dopo altri 10 minuti di cottura (aggiungendo ancora brodo caldo se necessario), servite e decorate i piatti con un po’ di buccia di limone grattugiata e una spolverata di pepe. Gustate e lasciatevi ispirare dal gusto della zuppa d’orzo e bietole al limone, pensando anche a tutti i benefici per la salute che potrà regalarvi

5/5 (466 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Vellutata di finocchi e gamberi

Vellutata di finocchi e gamberi, una crema insolita

Vellutata di finocchi e gamberi, un abbinamento davvero unico La vellutata di finocchi e gamberi è un primo piatto tra il raffinato e il rustico. Si caratterizza non solo per una texture...

fagottini ripieni con carne di gallina

Insoliti fagottini ripieni con carne di gallina e...

Fagottini ripieni, un primo antispreco. I fagottini ripieni con carne di gallina e Grana Padano sono un primo piatto molto particolare. A prima vista, e anche al primo assaggio, appaiono come una...

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Gnocchetti tricolore con stracchino

Sfiziosi Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante

Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante, una meravigliosa sinfonia di sapori Gli gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante sono un primo piatto molto particolare. In primis perché...

Maccheroncini di Campofilone al ragu

Maccheroncini di Campofilone al ragù, un primo gustoso

Maccheroncini di Campofilone al ragù, quando la semplicità incontra il gusto I maccheroncini di Campofilone al ragù sono un classico della cucina marchigiana e, per la precisione, del comune di...

Lasagne vegetariane con pomodori

Lasagne vegetariane con pomodori, davvero squisite

Lasagne vegetariane con pomodori e bietoline, un ottimo piatto vegetariano Le lasagne vegetariane con pomodori e bietoline sono una gradevole alternativa alle classiche lasagne alla bolognese. E’...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-01-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti