Ricetta dei Krumiri – Biscotti artigianali rivisitati

Oggi voglio proporvi la ricetta per dei buonissimi biscotti krumiri, rivisitati con ingredienti ideali per intolleranti al glutine. Divertenti da preparare, sono perfetti per pomeriggi tra un tè e quattro chiacchere tra amici.

I krumiri oggi fanno parte dell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali Piemontesi e sono conosciuti sin dalla fine dell’800. Tipici di Casal Monferrato in Piemonte, hanno la forma ricurva che vuole evocare un baffo.

Krumiri: una storia tutta italiana

La tradizione narra che ai krumiri fu data questa forma in onore dei baffi del re Vittorio Emanuele II, in carica all’epoca in cui questi biscotti furono inventati.

Nel 1878, Domenico Rossi, un pasticcere di Casal Monferrato, creò questi biscotti che ebbero da subito un grande successo e che furono successivamente imitati da altri pasticceri della zona.

Questo lo indusse a brevettare la sua ricetta personale che nel 1884 lo portò a vincere la medaglia d’oro alla Expo universale di Torino e successivamente nel 1890, ottenere un riconoscimento ufficiale che sanciva la loro autenticità e unicità.

La ricetta originale dei krumiri è tutt’oggi custodita dalla famiglia Rossi, ma sono molte le pasticcerie piemontesi e non solo, che ne producono delle proprie personali versioni, ispirandosi a quella originale.

Ottimi da gustare da soli si accompagnano bene non solo con il tè, ma anche con vino dolce, con liquori e con dessert a cucchiaio.

In questa variante i Krumiri sono presentati in una versione più leggera, adatta non solo agli intolleranti al glutine, ma anche a chi pone un’attenzione particolare alla propria alimentazione.

Questa è prodotta con farina di riso, senza lievito e con ricotta senza lattosio al posto del burro. Sono stati eliminati alcuni degli alimenti principali della ricetta originale, ma il risultato finale è ottimo e vale la pena di provarli!

Ecco qui di seguito gli ingredienti e procedure per questi deliziosi biscotti.

Buona preparazione!

Ingredienti per 30 biscotti

  • 220 gr. farina di riso
  • 85 gr. zucchero a velo senza glutine
  • 75 gr. miele di castagno
  • 75 gr. ricotta senza lattosio
  • 50 gr. latte di riso
  • 2 nr. uova

Preparazione

In una terrina montate a velo lo zucchero con il miele, aggiungete man mano le uova, la ricotta e il latte e per ultima poco alla volta aggiungete la farina di riso.

Lavorate l’impasto fino a che sarà bene amalgamato, morbido e omogeneo. Coprite la terrina con della pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per circa mezz’ora e nel frattempo preriscaldate il forno a 180 gradi.

Passato il tempo di riposo ricoprite una teglia con della carta forno e con una sac a poche con la bocchetta a stella e formate dei tronchetti di circa 7 cm.

Quando il forno è in temperatura infornate e cuocete per circa 30 minuti o comunque fino a doratura dei biscotti. Sfornate e lasciare raffreddare i krumiri su di una gratella prima di servire.

in collaborazione con Brandani

in collaborazione con Brandani Gift Group

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *