bg header
logo_print

Biscotti con farina di soia : basso indice glicemico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Biscotti con farina di soia
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

La farina di soia, un ingrediente sottovalutato ma estremamente versatile, ha fatto la sua comparsa in cucina in modi sorprendenti. In questo articolo, esploreremo le molteplici possibilità di utilizzo di questo ingrediente dalle origini vegetali. Dalla preparazione di biscotti con farina di soia deliziosamente nutrienti all’innovazione in pizzeria, la farina di soia si sta rapidamente guadagnando un posto di rilievo nelle cucine di tutto il mondo.

Immagina dei biscotti morbidi, ricchi di proteine, con un sapore leggermente nocciolato. E ora, sposta la tua attenzione sulla pizza: un’esplosione di creatività culinaria, dove la farina di soia gioca un ruolo fondamentale per creare impasti nutrienti e appetitosi. Scopriamo insieme come questo ingrediente versatile sta rivoluzionando il modo in cui concepiamo e apprezziamo alcuni dei piatti più amati.

Ricetta biscotti con farina di soia

Preparazione biscotti con farina di soia

  • Preriscaldate il forno a 180°C e rivestite una teglia con carta da forno.
  • In una ciotola grande, mescolate la farina di soia, la farina di riso, la farina di mandorle, il bicarbonato di sodio e il sale.
  • In un’altra ciotola, sbattete insieme l’uovo, lo zucchero di canna, l’olio vegetale e l’estratto di vaniglia fino a ottenere un composto omogeneo.
  • Aggiungete il composto liquido agli ingredienti secchi e mescolate fino a formare un impasto omogeneo.
  • Se lo desiderate, aggiungete delle gocce di cioccolato all’impasto e mescolate bene per distribuirle uniformemente.
  • Prendete piccole porzioni di impasto e forma delle palline, quindi appiattite leggermente sulla teglia preparata.
  • Cuocete i biscotti nel forno preriscaldato per circa 10-12 minuti o finché i bordi iniziano a dorarsi leggermente.
  • Togliete i biscotti dal forno e lasciate raffreddare sulla teglia per alcuni minuti prima di trasferirli su una griglia per raffreddare completamente.
  • Una volta che i biscotti sono completamente raffreddati, sono pronti per essere gustati.

Ingredienti biscotti con farina di soia

  • 120 gr. di farina di soia
  • 60 gr. di farina di riso
  • 60 gr.di farna di mandorle
  • 100 gr. di zucchero di canna
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • un pizzico di sale
  • 120 ml di olio vegetale
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • una  manciata di gocce di cioccolato (opzionale)

La farina di soia è un ingrediente versatile che può essere utilizzato in molte preparazioni culinarie, inclusi i biscotti con farina di soia e le pizze. Vediamo prima come può essere utilizzata per preparare dei biscotti e poi parleremo del suo utilizzo in pizzeria.

  • Sostituto parziale o totale: La farina di soia può essere utilizzata come sostituto parziale o totale della farina di frumento nella ricetta dei biscotti. Tuttavia, poiché la farina di soia non contiene glutine, potrebbe essere necessario aggiungere un agente legante come la gomma di xantano o usare altre farine senza glutine se si desidera ottenere una consistenza simile a quella dei biscotti tradizionali.
  • Contenuto proteico: La farina di soia è ricca di proteine, il che può rendere i biscotti più nutrienti. Tuttavia, potrebbe essere necessario aggiustare le proporzioni degli ingredienti per mantenere la consistenza desiderata.
  • Sapore leggermente nocciolato: La farina di soia ha un sapore leggermente nocciolato che può aggiungere un tocco speciale ai biscotti. Assicurati di bilanciare questo sapore con gli altri ingredienti.
  • Texture: I biscotti fatti con farina di soia potrebbero avere una consistenza diversa rispetto a quelli fatti solo con farina di frumento. Possono essere più morbidi o leggermente più friabili.

La farina di soia, prodotto fondamentale per l’alimentazione di vegetariani e vegani

E” un alimento ricavato dalla soia, o più precisamente dalla macinazione dei semi di soia tostati. Oltre a essere, una delle farine più versatili, buone e nutrienti che si possa scegliere, ha il grande vantaggio di essere priva di glutine.

La farina di soia si presta bene (a differenza di molte altre farine senza glutine) per la preparazione di prodotti lievitati (pane, pizza, focacce, ecc) e di pasta, da sola o insieme con altre farine. Questo ingrediente migliora il gusto e la consistenza di molte ricette che prevedono l’uso di farine e può ridurre il grasso assorbito dai cibi fritti.

Il sapore varia secondo com’è elaborata, si può avvertire un sentore di fagioli, oppure un sapore più dolce e delicato. L’unico accorgimento che richiede l’uso di questo ingrediente nei prodotti da forno è di seguire scrupolosamente la ricetta e di stare molto attenti durante la cottura perché i preparati a base di farina di soia tendono a diventare scuri più rapidamente.

farina di soia

Non tutti possono consumare la Farina di soia

Non è facilissimo trovare la farina di soia al supermercato, ma è ancora più raro trovare la pasta di farina di soia; evidentemente in Italia non è stata accolta con entusiasmo, all’estero, invece, mi dicono che sia più diffusa. In alternativa, possiamo cercare in rete, negli shop on-line e nei negozi specializzati, dove si possono trovare almeno da uno a tre tipi di farina di soia.

La farina ricavata dalla soia mantiene la maggior parte delle sue sorprendenti qualità nutrizionali, prima tra tutte il grande numero di proteine ​​di alta qualità e, poi, tante altre preziose sostanze come le fibre alimentari e importanti componenti bioattivi, ad esempio gli isoflavoni. Non solo, questa versatile e utile farina è una buona fonte di ferro, magnesio, fosforo, calcio, potassio e vitamine del gruppo B.

Oltre all’eccellente valore nutrizionale delle proteine ​​di soia, gli scienziati hanno scoperto che il loro consumo può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache abbassando il colesterolo nel sangue e aumentando la flessibilità dei vasi sanguigni. Inoltre, bisogna considerare che la soia è una delle migliori fonti vegetali di acidi grassi omega-3 essenziali, che contribuiscono anch’essi a ridurre il rischio di malattia coronarica.

Dunque, ricapitolando la farina di soia è fortemente raccomandata per i diabetici, donne incinte, bambini in fase di sviluppo, soggetti con problemi cardiaci e per chi ha necessità di controllare il peso.  Oltre, come abbiamo visto, è un’ottima polvere sottile che non contiene glutine. Può essere tra le farine fatte in casa in autonomia.

Chi è allergico alla soia deve prestare molta attenzione alle etichette

La soia, originaria dell’Estremo Oriente, ha una lunga storia come alimento di base nelle diete delle popolazioni asiatiche. Negli ultimi secoli, la sua coltivazione si è estesa a livello globale, con gli Stati Uniti e il Brasile che sono diventati i principali produttori mondiali. La soia è considerata una leguminosa, ma la sua composizione nutrizionale la rende unica, con circa il 35% di proteine e il 18% di olio, il che la classifica come una “oleaginosa”.

Nelle culture occidentali, la soia è principalmente utilizzata per l’estrazione dell’olio, che è ricco di acidi grassi poliinsaturi. Dopo l’estrazione dell’olio, il residuo, che è molto ricco in proteine (circa il 50%), viene utilizzato per l’alimentazione del bestiame e per la produzione di farine e derivati proteici come concentrati proteici (contenenti circa il 70% di proteine) e isolati proteici (contenenti oltre il 90% di proteine).

La farina e il concentrato proteico derivati dalla soia possono essere utilizzati per creare una varietà di prodotti a base di proteine strutturate, come spezzatini o bistecche di soia. Inoltre, l’isolato proteico è spesso impiegato nella produzione del latte di soia, al quale vengono aggiunte vitamine e sali minerali. Questo latte vegetale può essere una valida alternativa al latte vaccino per coloro che sono intolleranti alle proteine del latte bovino.

Tuttavia, è importante notare che i semi di soia maturi hanno un sapore molto forte e possono contenere composti potenzialmente dannosi dal punto di vista nutrizionale. Per questo motivo, prima di essere consumati, i semi di soia devono essere sottoposti a diversi trattamenti, alcuni dei quali includono la fermentazione. Questi trattamenti tradizionali, conosciuti fin dai tempi antichi, producono prodotti come la salsa di soia o il miso. Il tofu, anch’esso molto diffuso nella dieta asiatica e ora popolare anche negli Stati Uniti, è un alimento ottenuto dalla coagulazione dei semi di soia ed è simile alla cagliata del formaggio.

Allergia alla soia

Nonostante i molti benefici della soia e dei suoi derivati, è importante sottolineare che alcune persone possono sviluppare allergie alla soia. Le reazioni allergiche alla soia possono variare da lievi a gravi e possono includere sintomi come eruzioni cutanee, gonfiore, difficoltà respiratorie e persino shock anafilattico. Pertanto, chi è allergico alla soia deve essere estremamente cauto nella scelta degli alimenti e prestare molta attenzione alle etichette dei prodotti alimentari.

Le leggi sulla dichiarazione delle allergie alimentari variano da paese a paese, ma in molte giurisdizioni, i produttori di alimenti sono tenuti a indicare chiaramente la presenza di soia o dei suoi derivati negli ingredienti. Pertanto, le persone con allergie alla soia devono leggere attentamente le etichette dei prodotti alimentari e, se necessario, consultare un medico o un allergologo per ricevere ulteriori indicazioni sulla gestione della loro allergia.

In conclusione, la soia è un alimento versatile e nutriente che offre numerosi vantaggi per la salute. Tuttavia, per coloro che sono allergici alla soia, è essenziale prestare molta attenzione alle etichette dei prodotti alimentari e fare scelte alimentari consapevoli per evitare reazioni allergiche indesiderate.

Sfruttare al massimo la farina di soia in pizzeria

La farina di soia, un ingrediente spesso sottovalutato, è in realtà un tesoro nascosto nella preparazione di pizze, focacce, pane e dolci. Nelle pizzerie di tutto il mondo, molti pizzaioli esperti hanno scoperto i benefici di aggiungere una piccola percentuale di farina di soia ai loro impasti. Questo tocco segreto può trasformare radicalmente il risultato finale. La percentuale di farina di soia varia, ma generalmente si situa tra il 10% e il 20% della quantità totale di farina di frumento utilizzata.

Tuttavia, quando si intraprende questa avventura culinaria con la farina di soia, ci sono due fattori cruciali da tenere in considerazione:

  • Lievitazione prolungata: La farina di soia è ricca di proteine, il che la rende un’aggiunta preziosa all’impasto. Ma, per sfruttarne appieno il potenziale, è necessaria una lievitazione prolungata in frigorifero. A seconda della percentuale di farina di soia impiegata, questa fase di lievitazione può richiedere da 48 a 60 ore. Questo processo è particolarmente evidente nella preparazione della “pinsa romana”, dove il risultato finale è un impasto leggero e deliziosamente aromatico.
  • 2. Scurezza durante la cottura: Un altro aspetto da tenere presente è che la farina di soia tende a scurire notevolmente durante la cottura, molto più delle altre farine a base di cereali. Questo può influenzare l’aspetto visivo della pizza, ma non preoccupatevi, il sapore rimane incredibile!

L’aggiunta di farina di soia all’impasto della pizza è una scelta ideale per chi è abituato a lavorare con lunghe lievitazioni in frigorifero. Tuttavia, è importante sottolineare che questa tecnica non è adatta a coloro che desiderano preparare la pizza in poche ore. Un impasto arricchito con farina di soia, ricco di proteine, richiederà il suo tempo per raggiungere la perfezione.

Per coloro che desiderano esplorare ulteriormente il mondo delle farine per la pizza o che cercano consigli su quali farine acquistare e come ottenere un impasto impeccabile, vi invitiamo a consultare la nostra guida completa alle farine per la pizza, disponibile a questo link. Questa risorsa vi fornirà una panoramica dettagliata e preziosi consigli per creare le vostre pizze straordinarie usando la farina di soia e altre farine di alta qualità.

Ricette biscotti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

biscotti con farina di cicerchia

Farina di cicerchia, un ingrediente da rivalutare

Cos’è la farina di cicerchia e quali sono le sue caratteristiche Oggi per i nostri biscotti abbiamo utilizzato la farina di cicerchia. Un ingrediente poco impiegato nella cucina italiana. Il...

Mais Rostrato Rosso

Mais Rostrato Rosso di Rovetta, una varietà pregiata

Le origini del mais Rostrato Rosso di Rovetta Il nome del mais Rostrato Rosso di Rovetta ne rivela l’origine. Questo tipo di mais è stato selezionato nei primi anni del secolo scorso...

farine in casa

Silenzio si macina: come e perché farsi le...

I tanti pregi della farina di miglio Uno dei protagonisti di queste Madeleines con farina di miglio, proprio come suggerisce il nome, è la farina di miglio. Una farina che ha sicuramente un pregio,...