Sorbetto di anguria, il simbolo dell’estate

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    10 coppette
  • Tempo Totale
    1 Giorno
Sorbetto di anguria

Sorbetto d’anguria, una vera goduria

L’anguria è il simbolo dell’estate. Il frutto che maggiormente caratterizza la stagione estiva. È una regina, bella, magari ingombrante ma generalmente buona anzi buonissima. Va detto che spesso gustare un’anguria davvero squisita è un po’ un terno al lotto, nel senso che può capitare di imbattersi in cocomeri deludenti dal punto di vista del sapore, senza che per questo il fruttivendolo o il contadino abbiano delle colpe specifiche.

Ma quando l’anguria è veramente buona, e fa veramente caldo, allora non ce n’è per nessuno. Si può dire che esista un’attrazione quasi metafisica verso questo frutto: più si alza la temperatura e più sale la voglia di godersene una fetta.

In estate si ha sempre voglia di dessert freschi e leggeri e a questo proposito i sorbetti di frutta sono quello che ci vuole, come ad esempio l’anguria.

Preparare il sorbetto all’anguria non è difficile, il lavoro più grosso e mettersi a togliere tutti i semini neri, però richiede diverse ore di riposo per farlo congelare, meglio quindi iniziare a prepararlo con anticipo.

A me serviva per la festa del mio compleanno alla domenica e ho cominciato a pulire un’anguria di 17 kg il giovedi sera e ho riempito con i pezzetti di anguria delle vaschette di plastica rettangolari che ci stavano perfettamente nel freezer.

La scelta dell’anguria è importantissima per questo dessert e per non sbagliare dobbiamo basarci su due fattori: visivo e sonoro. Partiamo dal secondo, cioè il famoso colpo di nocche che deve risultare sordo. Per quanto riguarda invece il grado di maturazione, meglio osservare la buccia: deve infatti essere presente una chiazza bianco giallastra, prova del fatto che il cocomero è ben maturato a terra e quindi non acerbo.

Per evitare di scegliere un’anguria troppo matura, si può toccare la superficie e verificare che non sia molle.

 

Uno dei motivi è che l’anguria è il frutto che contiene la più alta percentuale di acqua, oltre il 95% del totale. Solo il cetriolo ne è leggermente più ricco, ma stiamo parlando di un altro “campionato”, quello delle verdure. Il cocomero è estremamente dissetante e fornisce uno scarso apporto di calorie, mentre è ricco di fibre utili ad assorbire zuccheri e grassi assimilati da altri alimenti. Per questo l’anguria è consigliata come dessert, alla fine di un pasto estivo e quindi possibilmente leggero.

Sorbetto di anguria, idea rinfrescante

L’anguria contiene un aminoacido (L-citrullina) in grado di contribuire all’abbassamento della pressione arteriosa, secondo recenti studi. Poi c’è il capitolo licopene, una sostanza naturale che appartiene al gruppo dei carotenoidi e al quale si deve il caratteristico colore rosso dell’anguria. È presente anche nel pomodoro e nel pompelmo rosso.

Ha un’ottima capacità antiossidante, efficace nel neutralizzare i radicali liberi e nel proteggere le cellule da potenziali danni. Alcuni studi sottolineano per il licopene anche un ruolo nella prevenzione di infarti e ictus, perché riduce l’ossidazione dei lipidi e interviene contro l’ossidazione del “colesterolo Ldl”. Per non parlare dell’azione protettiva che può generare in caso di prolungata esposizione ai raggi solari, giusto per restare in tema di estate. L’anguria insomma è buona e fa bene. Per alcuni è poco digeribile. Dipende dai soggetti, ma come sempre è sufficiente non esagerare!

 

Ingredienti per 10 coppette

  • 1 kg anguria già pulita e senza semi
  • 4 cucchiai zucchero di canna bianco
  • 1 pezzettino zenzero fresco facoltativo

Procedimento

  1. Prendete l’anguria, sbucciatela e privatela dei semi, tagliatela a tocchetti e congelatela.

    Al momento di servire mettete nel tritatutto l'anguria a tocchetti congelata, lo zucchero di canna tritato finissimo. Azionate alla massima velocità per qualche minuto e servite con foglioline di menta.
  2. Per dare un tocco esotico a questo sorbetto, potete prendete un pezzo di zenzero fresco lungo circa 10 cm, pelatelo e tritatelo finemente, poi spremete il tutto usando una pezzuola pulita ed unite il succo ricavato al sorbetto prima di metterlo nel freezer.
  3. Se non avete problemi di intolleranze potete anche trasformarlo in un cocktail estivo, basta versarlo in bicchieri alti e stretti, e completarlo con del liquore, vi consiglio il Grand Marnier, il Cointreau o la Vodka; mescolate e servite con una cannuccia.

Condividi!

4 commenti a “Sorbetto di anguria, il simbolo dell’estate

  1. Tiziana Autore articolo

    Io non ho fatto bene i conti e avevo preso un’anguria di 17 kg. per la mia festa di compleanno, ne ho usata solo metà e l’altra me la godo in questi giorni…..tanto era congelata!

    1. Tiziana Autore articolo

      grazie Donatella e sicuramente la tua sarà una foto bellissima………..mica come le foto che ha fatto il mio fotografo alla festa…………………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *