bg header
logo_print

Lo sfizioso Risotto al Barbera per il pranzo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Risotto al Barbera
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (2 Recensioni)

Risotto al Barbera: Una Delizia Gastronomica del Piemonte

Il Piemonte, una delle regioni culinarie più celebrate d’Italia, è famoso per la sua cucina ricca di sapori autentici e ingredienti di alta qualità. Uno dei piatti più emblematici di questa regione è il “Risotto al Barbera”, un piatto che unisce la tradizione gastronomica piemontese all’uso del vino Barbera, una delle gemme viticole della zona.

Questo risotto prelibato è un connubio perfetto tra la cremosità del riso, la ricchezza del Barbera e una serie di ingredienti locali che rendono questo piatto un’esperienza culinaria indimenticabile. Nel nostro articolo, esploreremo la storia di questo piatto affascinante, i suoi ingredienti chiave ei segreti per prepararlo in modo autentico e delizioso. Inoltre, scopriremo perché il Barbera, il vino di riferimento nella regione, svolge un ruolo così cruciale nella creazione di questa prelibatezza culinaria.

Preparati a immergerti nella cultura culinaria del Piemonte ea scoprire il Risotto al Barbera, un piatto che incarna la passione e la tradizione della cucina italiana. Da come selezionare il vino giusto alla preparazione passo dopo passo, questo articolo ti condurrà in un viaggio gustativo attraverso il cuore del Piemonte.

Ricetta risotto al Barbera

Preparazione risotto al Barbera

Tagliate a piccoli pezzi la pasta di salame e nel frattempo preparate il brodo di gallina.

Far soffriggere lo scalogno con metà del burro.Tostare la pasta di salame e quando è ben rosolata aggiungete il riso e cuocete a fiamma vivace e continuando a mescolare versare il vino sul riso e lasciarlo evaporare.

A poco a poco, utilizzando un mestolo e continuando a rimestare, aggiungere il brodo di carne caldo.

Quando il riso sarà cotto al dente, spegnere il fuoco, aggiungere i restanti 40 gr. di burro, aggiungere abbondante formaggio grattugiato, mescolare bene e lasciar riposare a pentola coperta per 5-6 minuti prima di servire.

Ingredienti risotto al Barbera

  • 400 gr. di riso Carnaroli
  • 200 gr. di pasta di salame
  • 80 gr. di burro chiarificato
  • 1 scalogno
  • 1/2 lt. di vino rosso Barbera
  • 3/4 di litro di brodo di carne
  • 50 gr. di parmigiano grattugiato 48 mesi
  • un pizzico di sale 

Il risotto al Barbera: un piatto raffinato ed elegante

Il risotto al Barbera è un primo piatto assolutamente perfetto per le serate invernali, sia quando si hanno ospiti a cena che quando si vuole ricreare un’atmosfera raffinata, magari per una romantica cena a due. Degno primo piatto che non sfigura neanche sulle tavole più sofisticate, questo risotto è in realtà incredibilmente semplice da preparare, persino per chi non ha molta dimestichezza in cucina.

Il vino rosso Barbera dà quel tocco di sapore in più che a molti risotti manca e la pasta di salame rende tutto molto più saporito. Andiamo a conoscere meglio questa ricetta e a prepararla.

Le proprietà nutrizionali e le caratteristiche principali degli ingredienti

In Lombardia, è uno dei primi piatti semplici che la fa da padrone è il riso, che troviamo nei minestroni e, soprattutto, nei risotti, che si ottengono facendo tostare il riso in un soffritto di lardo, cipolla tritata e pasta di salame, bagnando il tutto via via con buon brodo di gallina e, in questo caso, con del buon Barbera. La pasta di salame si trova facilmente sottovuoto, ha una forte somiglianza con la salsiccia, ma essendo molto più saporita e speziata dobbiamo fare attenzione a insaporire a priori il risotto.

Risotto al Barbera

Entrambi questi ingredienti del risotto al Barbera sono particolarmente energetici, in particolare il riso composto principalmente da carboidrati, amidi e fibre. Nutriente e gustosissimo, questo risotto abbina le straordinarie proprietà del riso a quelle del vino rosso, uno dei più potenti antiossidanti e astringenti presenti sulle nostre tavole, particolarmente efficace nel contrastare i radicali liberi e nell’evitare l’adesione dei batteri alla vescica. Il vino aiuta inoltre a percepire più intensamente il sapore degli altri ingredienti, e nella fattispecie, in questo piatto, della gustosissima pasta di salame.

Questa combinazione di ingredienti appartiene alla tradizione del nord Italia, in particolar modo a quella piemontese, terra di cui è originario il pregiatissimo Barbera.

Un concentrato di energia e sapori con un buon risotto al Barbera

Vero e proprio concentrato di energia, questa pietanza rappresenta il giusto mix di carboidrati, proteine e anche grassi necessari ad affrontare al meglio l’inverno. Si tratta dunque di un piatto completo che, da solo, può essere perfetto sia a pranzo che a cena.

Il risotto al Barbera è un piatto unico e delizioso, ma anche un primo e può far tranquillamente parte di un antipasto sfizioso o di tanti assaggi al buffet. Accontenterà davvero tutti, anche accompagnato da abbondante parmigiano e, ovviamente, da un calice di pregiato Barbera DOC!

Un focus sulla Barbera

La Barbera è una varietà di uva rossa italiana molto coltivata in diverse regioni del paese, ma è più conosciuta per la sua coltivazione nelle regioni del Piemonte e della Lombardia. È anche il nome di un vino rosso prodotto principalmente da questa uva.

Ecco alcune informazioni chiave sulla Barbera:

  • Origine: L’uva Barbera è originaria dell’Italia settentrionale, in particolare del Piemonte. È conosciuta per essere una delle varietà di uva più coltivate in Italia.
  • Caratteristiche dell’uva: L’uva Barbera è nota per la sua acidità elevata e il suo gusto fruttato. Ha una buccia spessa ed è resistente alle malattie e al freddo.
  • Vini Barbera: La Barbera viene utilizzata principalmente per produrre vini rossi. Il più noto tra questi è il “Barbera d’Asti” e il “Barbera d’Alba”, entrambi denominati dal luogo in cui sono prodotti. Questi vini sono apprezzati per la loro vivacità, il loro profilo di frutta fresca e la loro versatilità nell’abbinamento con il cibo. Altri vini Barbera non includono il “Barbera del Monferrato” e il “Barbera del Piemonte”.
  • Caratteristiche dei vini: I vini Barbera tendono ad essere di colore rosso rubino intenso, con note di frutti rossi e una buona acidità. Sono spesso bevuti giovani per apprezzare la loro freschezza, ma alcuni possono invecchiare per sviluppare complessità.
  • Abbinamenti culinari: Grazie alla loro acidità, i vini Barbera si abbinano bene a una varietà di piatti, in particolare quelli a base di pomodoro come la pizza e la pasta alla bolognese. Sono anche ottimi con piatti di carne, formaggi stagionati e antipasti.

La Barbera è una delle varietà di uva più importanti e conosciute d’Italia, ed è ampiamente apprezzata sia a livello nazionale che internazionale per la sua versatilità e il suo carattere distintivo.

Ad ogni ricetta il riso adatto!

Il tipo di riso che scegli per preparare un buon risotto è un elemento fondamentale per ottenere una consistenza cremosa e un sapore delizioso. In generale, il riso ideale per il risotto è ricco di amido e ha una capacità di assorbimento dei liquidi che lo rende cremoso senza diventare troppo appiccicoso. Ecco alcune delle varietà di riso più consigliate per preparare un ottimo risotto:

  • Arborio: L’arborio è una delle varietà di riso più comuni per il risotto. Ha chicchi corti e rotondi e un alto contenuto di amido, il che lo rende ideale per ottenere la cremosità caratteristica del risotto. È ampiamente disponibile ed è una scelta sicura per i risotti.
  • Carnaroli: Il Carnaroli è spesso considerato il re dei risi da risotto. Ha una struttura granulosa e una grande capacità di assorbimento dei liquidi. Il risultato è un risotto molto cremoso ma con una consistenza al dente. È particolarmente adatto per i risotti gourmet.
  • Vialone Nano: Questa varietà di riso ha chicchi piccoli e rotondi ed è molto apprezzata nelle regioni del Veneto in Italia. Ha un’ottima capacità di assorbimento dei liquidi ed è adatto per una vasta gamma di ingredienti.
  • Carnaroli integrale: È la versione integrale del Carnaroli. Conserva il germe e il pericarpo, il che gli conferisce un sapore leggermente più rustico e nutriente rispetto al riso bianco. Può richiedere una cottura leggermente più lunga.
  • Baldo: Questa varietà di riso ha chicchi medio-lunghi ed è una buona alternativa all’Arborio o al Carnaroli. Produrre un risotto cremoso ma con una consistenza più ferma.
  • Nano: Il riso Nano è una varietà con chicchi molto piccoli ed è spesso usato per il risotto nei piatti tradizionali della cucina italiana. Ha una buona capacità di assorbimento dei liquidi ma produce un risotto meno cremoso rispetto ad altre varietà.

La scelta del riso dipende anche dal tipo di risotto che vuoi preparare. Ad esempio, il Carnaroli è ideale per risotti ricchi e cremosi,

Ricette risotti ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...