Riso e latte, una ricetta gustosa senza lattosio

Riso e latte

Riso e latte, un comfort food della tradizione popolare

Il riso e latte è un comfort food che rievoca in me tanti bei ricordi e, in particolare, i momenti in cui il mio caro papà non rientrava a causa del suo lavoro. A dire il vero ero una piccola Giamburrasca e ne combinavo di tutti i colori. Detestavo la pastina (che non riesco a mangiare nemmeno ora che sono adulta) e la mamma mi teneva buona preparando questo primo piatto, di cui io ero molto golosa. Il riso e il latte formano un piatto che un tempo era molto diffuso sia nel lodigiano che nel milanese. Si preparava in grandi tegami di terracotta e spesso veniva alternato a un altro famoso piatto “serale”, la polenta e latte. Questo piatto di origine medioevale riunisce pochissimi ingredienti tipici della pianura lombarda e si accompagna bene ad un secondo a base di verdure e frutta di stagione.

La versione salata, più moderna, non contempla lo zucchero. Una grattata di noce moscata è facoltativa sia per la minestra salata sia per quella dolce. E’ concessa anche una generosa grattata di scorza di limone. C’è chi aggiunge anche un po’ di cacao amaro e cannella, sia nella versione dolce che in quella salata. Il burro, inoltre, può essere aggiunto a fine cottura, direttamente nelle scodelle dove verrà versata la minestra. Il riso e latte non è un risotto, né una minestra. Per la sua semplicità è sicuramente un piatto molto delicato e adatto a tutti, in modo particolare a bambini e persone anziane.

Una ricetta molto semplice

Uno dei punti di forza del riso e latte, che gli ha conferito un posto d’onore nella gastronomia popolare lombarda, è la semplicità della sua ricetta. Si prepara in poco tempo, basta bollire il latte in una pentola, aggiungere il sale e in seguito anche il riso. Lo scopo è che il riso assorba la maggior quantità di latte possibile, quasi come se fosse un brodo. Solo così è possibile ottenere una pietanza morbida e dalla consistenza a metà strada tra il liquido e il vellutato. Ovviamente, occorre fare attenzione a non scuocere il riso, un’eventualità tutt’altro che rara se lo si lascia sul fuoco per un tempo superiore a quanto indicato in confezione.

L’ultima fase consiste nell’aggiunta del burro, dello zucchero e degli ingredienti facoltativi. La quantità di zucchero è a vostra discrezione, per questo il riso e latte può essere dolce o molto dolce. La ricetta, anche in virtù della sua semplicità, si presta a numerose varianti. Potete aggiungere tutti gli ingredienti che volete, secondo il vostro gusto, se gli abbinamenti non stonano. Mio padre, per esempio, aggiungeva il formaggio grattugiato, nello specifico del Parmigiano grattugiato. Il “suo” riso e latte era senz’altro più salato del mio, ma ugualmente buono. Nella mia versione sono solita aggiungere un po’ di cannella, che conferisce un’aroma speciale senza sacrificare la dolcezza.

Riso e latte

Quale riso è opportuno utilizzare?

Quale qualità di riso è opportuno usare per un riso e latte perfetto? In realtà avete l’imbarazzo della scelta. Essendo il procedimento molto semplice e quasi banale, potete optare per un’ampia varietà di riso. Tuttavia, io vi consiglio di andare sul sicuro e scegliere il riso Carnaroli. Si tratta di uno dei migliori prodotti in circolazione, anche perché è stato selezionato solo di recente (un’ottantina di anni fa). Inoltre, il Carnaroli è facile da gestire in quanto è raro che scuocia, anche a seguito di lunghe cotture.

Il Carnaroli, poi, ha una grana che soddisfa tutti i palati ed è croccante al punto giusto. Si caratterizza, inoltre, per la capacità di assorbire i liquidi. Non è un caso che sia il riso da risotto per eccellenza. Il procedimento di questa ricetta è abbastanza diverso da quello del risotto, ma ha proprio questo punto in comune, ossia la cottura in un liquido diverso dall’acqua.

Due validi motivi per preparare il riso e latte

Vale la pena preparare il riso e latte, o è solo un piatto semplice, che è sopravvissuto in virtù dei ricordi che genera negli adulti? Io sono legata anche emotivamente a questa ricetta, che appartiene alla mia infanzia, ma non è certo l’unico motivo per cui continuo a prepararla di tanto in tanto. In realtà vi sono almeno due validi motivi che giustificano la preparazione del riso e latte, e vanno oltre il rispetto della tradizione. In primo luogo è una ricetta più nutriente di quanto possiate pensare. Anzi, è proprio completa, infatti contiene molti carboidrati, garantiti dal riso.

Contiene anche una certa quantità di proteine, date dal latte. Ottimo è anche l’apporto di sali minerali e di vitamine. Il riso e latte apporta, inoltre, la vitamina D, che è piuttosto rara in natura, ma fondamentale in quanto sostiene il sistema immunitario. Stesso discorso per il calcio, che fa bene alle ossa. In secondo luogo, il riso e latte non è poi così calorico. Se si considera come un pasto serale, o una cena leggera, garantisce una certa leggerezza. Una porzione di riso e latte, secondo la ricetta che trovate qui sotto, viaggia sulle 350 kcal. Ovviamente l’apporto cambia in base alla quantità di zucchero che decidete di integrare.

Ecco la ricetta del riso e latte:

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 lt. di latte intero consentito,
  • 300 gr. di riso Carnaroli,
  • q. b. di cannella in polvere,
  • una noce di burro chiarificato,
  • q. b. di zucchero di canna extrafine,
  • un pizzico di sale.

Preparazione:

Per la preparazione del riso e latte portate a bollore il latte in una casseruola, poi aggiungete un po’ di sale. In questa fase prestate molta attenzione a non far uscire dalla casseruola il latte quando avrà raggiunto l’ebollizione. Quindi aggiungete il riso e fatelo cuocere fino a quando avrà assorbito tutto il liquido. In questa fase mescolate spesso.

Ora aggiungete il burro e togliete il recipiente dal fuoco. Infine, aggiungete 50 grammi o più di zucchero, a seconda del grado di dolcezza desiderato. Per personalizzare la ricetta potete spolverizzarlo con un po’ di cannella (se la gradite).

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Corzetti con porcini

Corzetti con porcini, un primo rustico e raffinato

Corzetti con porcini, un primo ricco ma leggero I corzetti con porcini sono un primo piatto che riconcilia con la più antica tradizione italiana, infatti sono realizzati con ingredienti semplici,...

Minestrone con finocchi e cavolfiore

Minestrone con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Minestrone con finocchi e cavolfiore, quando un piatto classico è anche buono Il minestrone con finocchi e cavolfiore è un primo tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in...

Mafalde con camembert e broccoletti

Mafalde con camembert e broccoletti, un primo cremoso

Mafalde con camembert e broccoletti, il segreto è nella pasta Le mafalde con camembert e broccoletti sono una splendida idea per un primo piatto fuori dall’ordinario, che coniuga gusto e...

Zuppa thai con pollo e cocco

Zuppa thai con pollo e cocco, una delizia...

Zuppa thai con pollo e cocco, in diretta dalla cucina thailandese. La zuppa thai con pollo e latte di cocco (Tom Kha Gai ) è un primo piatto dalla texture vellutata, dal gusto complesso ma adatto a...

Crema di patate e cavolfiori

Crema di patate e cavolfiori, piatto elegante e...

Crema di patate e cavolfiori, un primo tra il rustico e il gourmet La crema di patate e cavolfiori è un primo piatto molto particolare. Lo si può notare dalla lista degli ingredienti, che propone...

Zuppa di broccoli con latte di cocco

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un...

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un primo vellutato La zuppa di broccoli con latte di cocco e semi di zucca è un primo piatto molto apprezzato, nonché una rivisitazione della classica zuppa...

03-05-2011
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti