bg header
logo_print

Rigatoni con melanzane e cime di rapa, un primo unico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Rigatoni con melanzane e cime di rapa
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (7 Recensioni)

Rigatoni con melanzane e cime di rapa, un primo della tradizione italiana

I rigatoni con melanzane perline e cime di rapa sono un primo piatto vegetariano che rispecchia la migliore tradizione italiana. Sono realizzati con materie prime reperibili e di sicuro valore gastronomico e nutrizionale, a partire dalla pasta. A tal proposito consiglio i rigatoni Irollo, che unisce la migliore tradizione pastaia italiana con le necessità dei celiaci. Le sue paste, a partire proprio dai rigatoni, sono completamente gluten-free, ossia realizzate con farine alternative e con metodi tradizionali. In questo caso la parola d’ordine è l’artigianalità, che è il vero segreto per realizzare prodotti di qualità.

Per quanto concerne la ricetta in sé non pone in essere problemi di sorta. Si tratta infatti di lessare e passare in padella le cime di rapa e di rosolare le melanzane. Dopodiché si realizza una crema a partire da questi ingredienti, lasciando un po’ di melanzane da parte. Infine, si salta la pasta lessata con la crema e si completa con le melanzane rimanenti e con i pinoli tostati. Si ottiene così un primo piatto che si fa apprezzare per la texture variegata e per i tanti sentori che emergono, come i sapori corposi degli  ortaggi e quelli aromatici dei pinoli.

Ricetta rigatoni con melanzane

Preparazione rigatoni con melanzane

Per preparare i rigatoni con melanzane perline e cime di rapa iniziate proprio dalle melanzane. Lavatele e tagliatele a pezzi non troppo grandi, poi rosolatele con un po’ di olio e uno spicchio di aglio; infine portate a cottura. Intanto sbucciate le cime di rapa, lavatele e fatele a pezzettoni. Lessatele per 10 minuti, poi scolatele per bene e conservate alcuni mestoli di acqua di cottura. Infine, fate saltare le cime di rapa in padella con 4 cucchiai di olio extravergine di oliva e uno spicchio d’aglio. Aggiustate di sale e pepe.

Integrate l’acqua di cottura tenuta da parte e versatela nella padella con le cime di rapa insieme a un terzo delle melanzane. Frullate il tutto con il minipimer fino ad ottenere una crema non molto densa e morbida. In una padellina a parte tostate i pinoli. Ora cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e unitela alla crema e alle restanti melanzane. Saltate per un minuto, poi incorporate i pinoli e servite la vostra pasta con melanzane.

Ingredienti rigatoni con melanzane

  • 360 gr. di rigatoni Irollo
  • 3 melanzane perline
  • 2 spicchi d’aglio
  • 150 gr. di cime di rapa
  • 40 gr. di pinoli
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale e pepe.

Le proprietà delle melanzane perline

Tra i protagonisti dei rigatoni con cime di rapa spiccano le melanzane perline, che appartengono a una varietà di melanzane molto particolare, sia per la forma allungata che per le piccole dimensioni, che ricordano alla lontana i classici peperoncini. La polpa è compatta e il sapore è leggermente dolce, adatto a una infinità di ricette. Questo tipo di melanzane possono essere passate in padella, fritte e persino lessate. In occasione di questa ricetta vengono semplicemente rosolate e trasformate in crema insieme alle cime di rapa.

Le melanzane perline vantano tutte le proprietà delle altre melanzane. Sono dunque ricche di vitamina C, che fa bene al sistema immunitario, come anche di sali minerali, tra cui spicca il potassio. Sono ricche di antocianine, speciali sostanze che fungono da antiossidanti e quindi aiutano a prevenire il cancro. Tra l’altro, le antocianine sono responsabili del colore, sicché si trovano in tanti altri alimenti con la medesima resa cromatica. Infine, le melanzane, tanto quelle standard quanto le perline, spiccano per un apporto calorico basso, pari a 25 kcal per 100 grammi.

Tutta la bontà delle cime di rapa

Anche le cime di rapa giocano un ruolo fondamentale per la ricetta dei rigatoni con melanzane perline. D’altronde concorrono alla formazione della crema vellutata, il principale condimento della pasta. Le cime di rapa appaiono in molte ricette della tradizione italiana, ma sono associate soprattutto a quella pugliese. Il riferimento è alle orecchiette alle cime di rapa, un vero piatto regionale. Le cime di rapa si fanno apprezzare per il sapore corposo, amarognolo e per gli intensi aromi che sanno regalare.

Rigatoni con melanzane e cime di rapa

Eccellono anche dal punto di vista nutrizionale, infatti sono ricche di vitamina A, che fa bene alla vista, e alcune vitamine del gruppo B, importanti per la funzione della tiroide e per la circolazione del sangue. Abbondano anche di sali minerali, come il calcio, che giova alle ossa e ai denti. Le cime di rapa, infine, sono ricche di acqua e di fibre, dunque aiutano a depurare l’organismo e a favorire la digestione. L’apporto calorico è basso, in quanto non va oltre le 30 kcal per 100 grammi.

Tutto l’aroma dei pinoli

I pinoli rappresentano la vera ciliegina sulla torta di questi rigatoni con melanzane e cime di rapa. Vengono tostati a parte e poi inseriti in fase di decorazione, in questo modo agiscono sulla texture, fornendo la necessaria croccantezza. Allo stesso tempo aromatizzano questo primo piatto, rendendolo in qualche modo diverso dalle altre paste all’italiana. Attorno ai pinoli gravitano alcuni pregiudizi, come quelli secondo cui sarebbero troppo grassi. E’ vero, i grassi abbondano, ma si tratta di grassi benefici per il cuore e la circolazione del sangue. In generale, l’apporto calorico si attesta sulle 600-700 kcal, a seconda dei vari tipi di pinoli.

Il punto di forza dei pinoli risiede nell’apporto di sali minerali, che è davvero abbondante. Si segnalano ottime quantità di magnesio e di calcio, come anche di ferro, essenziale per l’ossigenazione del sangue. Non mancano le vitamine, come la vitamina E, che funge da antiossidanti, e la vitamina B3. L’unico difetto dei pinoli è la presenza di sodio, non eccessiva ma comunque da tenere in considerazione: un etto di pinoli apporta 3 mg di sodio.

Ricette con melanzane ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...