Ricetta del Risotto alla carbonara con asparagi.

Risotto alla carbonara con asparagi
Commenti: 0 - Stampa

Oggi vi propongo il Risotto alla carbonara con asparagi. Il riso, come la pasta,  si presta bene a molti condimenti. Oggi ho messo in tavola questo risotto alla carbonara con asparagi e vi posso garantire che era buonissimo. Per fortuna che nella mia dieta per il recupero della tolleranza al nichel ci sono i giorni dopo posso mangiare tutto!!! Adoro gli asparagi

Alla base del condimento alla carbonara c’è il guanciale,  un taglio di carne che si ricava dalla guancia e da una parte del collo del maiale condito con sale e pepe e fatto stagionare per almeno tre mesi.

Al risotto alla carbonara ho aggiunto gli asparagi,   Asparago deriva dal greco aspharagos e vuol dire germoglio.Gli asparagi hanno  proprietà diuretiche,  e sono indicati per  la cura di patologie reumatiche.

L’ Asparagus officinalis è una pianta indigena dell’Europa e dell’Asia in zone dal clima temperato; in Italia viene comunemente coltivato negli orti. Gli asparagi erano molto apprezzati dai Romani, tra i quali sono da ricordare Giulio Cesare e il poeta satirico Giovenale. Gli asparagi possono essere coltivati dal seme oppure darizomi (detti zampe) da cui si originano i polloni carnosi e muniti di squamette alla estremità, che si usano come ortaggi di primavera.

A seconda del modo di coltivazione si hanno asparagi verdi o asparagi bianchi (cresciuti interrati), che sono tanto più apprezzati quanto più estesa è la parte tenera e commestibile. Si hanno numerose varietà di asparagi, da raggruppare nel modo seguente: asparago verde o asparago comune; asparago violetto o rosato, fra cui il bianco d’Olanda, che ha per prototipo assai pregiato l’ Argenteuil; l’asparago d’Alemagna o di Milano.

Negli Stati Uniti sono state ottenute delle varietà giganti quale la colossale di Connovers, ancora poco diffusa in Italia. Le varietà precoci si trovano già a febbraio, ma la massima produzione si ha in maggio/giugno.

La varietà più comune di asparagi è di colore verde chiaro. Scegliete cime diritte, di dimensioni uniformi, con punte compatte. Le cime rotonde e piene sono generalmente più tenere di quelle piatte. Dopo avere avvolto le basi in un panno umido, si conserva in frigorifero in una busta di plastica.

Gli asparagi sono una buona fonte delle vitamine A e C, sono inoltre ricchi di calcio, fosforo, potassio, ferro e tianina.

Un’alternativa interessante : Risotto alla carbonara con asparagi.

Ricchi di potassio gli asparagi sono un alimento alleato del cuore e dei  muscoli in generale; degno di considerazione. Sono  ipocalorici e apportano una quantità equilibrata di vitamine e sali minerali all’organismo che sono pressoché indispensabili per il buon funzionamento del sistema nervoso e del cuore.

asparagi

A differenza di molte verdure, in cui i germogli più piccoli e fini sono anche quelli più teneri,  negli asparagi gli steli più grossi hanno una maggiore polpa rispetto allo spessore della pelle, e quindi sono molto più teneri.

Ci sono varie specie di asparagi che si distinguono soprattutto per aspetto, sapore e tipologia di coltivazione; la composizione chimica, invece, risulta pressappoco la stessa.

Si distinguono in :

  • asparago bianco: germoglia interamente sotto terra (e quindi in assenza di luce) ha un sapore delicato.
  • asparago violetto:  dal sapore molto fruttato e leggermente amaro,  è in realtà un asparago bianco che riesce a fuoriuscire dalla terra e, vedendo la luce, la punta diventa leggermente lilla.
  • asparago verde: germoglia all’aria aperta portando a compimento il suo processo naturale di foto-sintesi clorofilliana.  Ha un sapore deciso e il gusto dolciastro. È il solo asparago che non ha bisogno di essere pelato.

Per la preparazione degli asparagi , occorre tagliarne le estremità legnose  e, a seconda della tipologia, si deve eliminare la pelle bianca fino a 4 cm sotto il germoglio o  nel caso di asparagi vecchi o particolarmente grandi, anche di più.

Risotto alla carbonara con asparagi

I cuochi più esigenti prima della cottura immergono gli asparagi  in acqua gelida e aggiungono la pelle all’acqua di cottura per preservarne il gusto.

Ed ecco la ricetta del Risotto alla carbonara con asparagi

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr. di riso carnaroli Riserva San Massimo
  • 100 gr. di guanciale
  • 300 gr. di asparagi
  • 4 tuorli d’uovo
  • q.b. di brodo vegetale
  • 50 gr. di pecorino stagionato grattugiato
  • q.b. di sale e pepe nero

Preparazione

Pulite gli asparagi, eliminando la parte dura dei gambi e lavateli. Lessateli al dente per 8-10 minuti in abbondante acqua bollente. Sgocciolateli, dividete le punte a metà nel senso della lunghezza e la parte più tenera dei gambi a dadini, in senso obliquo.

Rosolate la pancetta nella padella antiaderente ben calda, senza l’aggiunta di alcun condimento, mescolandola con un cucchiaio di legno, finché sarà croccante ma non secca, sgocciolatela e tenetela da parte.

Nella stessa padella di cottura della pancetta insaporite gli asparagi, regolate di sale fino e pepe nero, poi fateli cuocere a fuoco dolce per circa 5 minuti, toglieteli dalla padella e teneteli da parte.

Aggiungete nella padella il riso, fatelo tostare fino a quando toccandolo con il palmo della mano è ben caldo. Coprite con del brodo caldo e lasciate cuocere per circa 15 minuti. In una ciotola sbattete le uova, in un’altra mescolate il pecorino grattugiato finemente al pepe.

Nella padella col riso versate il guanciale, gli asparagi, il pecorino e un’ultima mestolata di brodo e fate asciugare.
Spegnete la fiamma e versate le uova sbattute.
Mantecate velocemente cercando di mantenere il riso all’onda aggiungendo, se necessario, del brodo caldo.

Impiattate nei piatti caldi e servite il risotto fumante.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Semifreddo al mango

Semifreddo al mango, un dessert fresco e fruttato

Semifreddo al mango, un dessert diverso dagli altri Il semifreddo al mango è un dessert squisito, diverso dagli altri per gusto, impatto visivo e procedimento di preparazione. Inoltre, viene...

Quadrotti in crosta con tartufo

Quadrotti in crosta con tartufo per la Festa...

Quadrotti in crosta con fonduta di tartufo, tra il rustico e il gourmet I quadrotti in crosta con fonduta di tartufo sono un primo piatto molto corposo, tra il rustico e il gourmet. I sapori sono...

Tartufini di pan di Spagna al cocco e riso

Tartufini di pan di Spagna al cocco per...

Tartufini di pan di Spagna: una coccola per la festa della donna E' arrivata la festa della donna! Quest’anno ditelo con i tartufini di Pan di Spagna al cocco e riso nero. Non c’è gesto più...

Bocconcini mimosa

Bocconcini mimosa, ideali per la Festa della Donna

Bocconcini mimosa, un’idea semplice ma azzeccata I bocconcini mimosa sono un’idea suggestiva, gustosa e facile da preparare per la Festa della Donna. Sono anche a tema, in quanto rievocano i...

Bicchierini di crema allo zafferano e cannella

Bicchierini di crema allo zafferano e cannella

Bicchierini di crema allo zafferano e cannella, buoni sempre I bicchierini di crema allo zafferano e cannella con crumble al cacao sono un’idea davvero sfiziosa, colorata per un dessert in...

Cestini croccanti con crema e frutta

Cestini croccanti con crema e frutta, gioia al...

Cestini croccanti con crema e frutta fresca, il momento ideale per questo dessert I cestini croccanti con crema e frutta fresca sono un’idea davvero carina, oltre che gustosa, per un dessert, una...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


23-04-2009
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti