bg header
logo_print

Sformatini di fiocchi di latte, un antipasto raffinato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sformatini di fiocchi di latte
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Sformatini di fiocchi di latte, una entrée corposa ed elegante

Gli sformatini di fiocchi di latte e salsa ai peperoni sono un’idea suggestiva per un antipasto elegante e corposo, oppure per un secondo leggero. Esprimono valori gourmet, anche perché si presentano come dei budini, realizzati con gli stampini dei muffin. La ricetta è anche leggera in quanto i fiocchi di latte si caratterizzano per un apporto calorico limitato.

La ricetta consiste in uno sformatino di fiocchi di latte e spezie adagiato su una intensa e aromatica salsa ai peperoni. Il risultato è straordinario sotto tutti i punti di vista. La texture è morbida e gradevole al palato, inoltre i colori si alternano tra le tonalità di arancione e rosso (dovute ai peperoni e alla paprika). Infine il sapore è ricco e a tratti pungente, ma esprime un ottimo equilibrio tra sapidità e dolcezza. Il procedimento, poi, è davvero semplice, richiede poco tempo ed è alla portata di tutti.

Ricetta sformatini di fiocchi di latte

Preparazione sformatini di fiocchi di latte

Per preparare gli sformatini di fiocchi di latte e salsa ai peperoni iniziate dalle verdure.

  • Lavate l’erba cipollina, tritatela alla meglio e inseritela nel mixer. Poi aggiungete anche i fiocchi di latte e frullate per bene.
  • Condite la crema così ottenuta con il sale e la paprika. Infine trasferite il composto in 4 stampini da muffin e fatelo riposare in frigo per un’ora circa.
  • Ora passate al peperoni, dopo averli lavati divideteli in 4 falde, poi riduceteli a listarelle larghe 0,5 cm circa.
  • Scaldate un po’ di olio in una padella antiaderente, aggiungete lo spicchio di aglio ed eliminatelo appena inizia a sfrigolare.
  • Ora unite le listarelle di peperone e cuocete a fiamma medio-alta.
  • Condite il tutto con un pizzico di sale e mescolate spesso i peperoni per non farli attaccare al fondo della padella.
  • Una volta arrostiti, unite un trito di capperi e le olive.
  • Cuocete per altri 5 minuti e versate il contenuto della padella nel mixer.
  • Infine frullate per ottenere una crema densa ma uniforme. Versate la crema nei piatti di portata a mo’ di letto e adagiate sopra gli sformatini.
  • Servite e buon appetito.

Ingredienti sformatini di fiocchi di latte

  • 250 gr. di fiocchi di latte consentiti
  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 1 cucchiaio di paprika dolce in polvere
  • 2 peperoni rossi
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati
  • qualche oliva in salamoia
  • 1 spicchio di aglio
  • q. b. di sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Quali aromi usare per questi sformatini di fiocchi di latte?

Tra i punti di forza degli sformatini di fiocchi di latte e salsa ai peperoni spiccano alcuni aromi, che intervengono in entrambe le fasi della ricetta: la realizzazione del composto degli sformatini e la preparazione della salsa che funge da letto e da accompagnamento. Di quali aromi stiamo parlando? Nel primo caso della paprika e dell’erba cipollina. La prima aggiunge un tocco pungente e colora il composto di arancione. L’erba cipollina invece garantisce i sentori della cipolla e una morbidezza gradevole al palato.

Per quanto concerne la preparazione della salsa troviamo i capperi e le olive in salamoia. In questa fase è evidente il ruolo dei sentori sapidi, che rendono la ricetta ancora più vivace. Ovviamente scolate con attenzione entrambi gli ingredienti in quanto il sale fa male e procura un certo fastidio. Tutti questi ingredienti impattano sul profilo nutrizionale della ricetta. Il riferimento è soprattutto agli antiossidanti, sostanze che riducono l’azione dei radicali liberi, ottimizzano i processi cellulari e aiutano a prevenire il cancro.

Come preparare la salsa di peperoni

Il tocco finale di questi sformatini di fiocchi di latte è data dalla salsa ai peperoni. Questa funge da contorno e da letto, visto che gli sformatini vengono adagiati sopra. La salsa ai peperoni è molto semplice da realizzare. Si lavano e si tagliano i peperoni prima a falde e poi a listarelle. Poi vengono soffritti in poco olio aromatizzato con dell’aglio (che viene tolto quasi subito), infine il tutto viene arricchito con le olive e i capperi tritati. L’ultima fase consiste in un ampio passaggio al frullatore, che trasforma questi ingredienti in una salsa densa, uniforme e granulosa, che risulta molto gradevole al palato.

Il sapore che emerge di più è quello dei peperoni rossi, che si distinguono dalle altre varianti per il sapore un po’ dolce e delicato. Il colore è invece merito del mix tra betacarotene, luteina e licopene, che sono degli ottimi antiossidanti. Dal punto di vista nutrizionale i peperoni rossi eccellono come le altre varietà. Sono poco calorici, ricchi di vitamina C e di potassio, inoltre contengono anche un po’ di capsaicina che li rende un po’ piccanti ed esercita una funzione antiossidante.

Cosa sapere sui fiocchi di latte

Vale la pena parlare dei fiocchi di latte, che sono i veri protagonisti di questi sformatini. Per l’occasione i fiocchi di latte vengono uniti all’erba cipollina, frullati e posti negli stampini.

Cosa hanno di speciale i fiocchi di latte? Tanto per cominciare sono squisiti, trasmettono le note delicate del latte e limitano quelle acide. Inoltre, sono abbastanza neutri e quindi possono essere utilizzati sia per le ricette salate che per quelle dolci.

I fiocchi di latte, poi, sono tra i derivati del latte più leggeri in assoluto. Contengono pochi grassi e poco colesterolo, inoltre abbondando di proteine e calcio. Contengono persino delle tracce di vitamina D e apportano meno di 100 kcal, un valore molto basso rispetto agli altri formaggi cremosi.

Potete acquistare i fiocchi di latte al supermercato, ma potete anche prepararli in casa. Basta cuocere il latte con un pizzico di sale e un po’ di cucchiai di aceto, degli ingredienti che favoriscono la coagulazione. Sarà proprio il prodotto di questa coagulazione a formare i fiocchi di latte.

Capperi e olive, una combinazione perfetta

La lista degli ingredienti degli sformatini di fiocchi di latte comprende anche i capperi e le olive, che vengono tritati e inseriti nella padella insieme ai peperoni appena cotti. Il loro scopo è di insaporire la salsa che farà da intingolo gli sformatini, o da guarnizione se preferite. Lo scopo viene pienamente raggiunto, visto il loro gusto e la loro sapidità. A maggior ragione se si considera che per questa ricetta sono consigliate le olive in salamoia. Queste ultime sono salate, e pertanto capaci di bilanciare il sapore leggermente dolce dei peperoni e quello molto più delicato dei fiocchi di latte. Stesso discorso per i capperi, che non a caso sono sotto sale.

Capperi e olive agiscono anche sullo spessore nutrizionale della ricetta. Sono ricchi di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Le olive, in aggiunta, contengono anche grassi benefici, che giovano al cuore e alla circolazione, aiutando a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo.

Il ruolo dell’aglio negli sformatini di fiocchi di latte

Anche l’aglio gioca un ruolo importante negli sformatini di fiocchi di latte. Nello specifico funge da base per la cottura dei peperoni, e quindi da supporto per la preparazione della salsa. La presenza dell’aglio potrebbe far storcere il naso ai più salutisti, infatti è considerato pesante, dannoso per l’alito e per l’organismo. Che sia pesante può essere vero, ma solo se si utilizzano grandi dosi a crudo. Inoltre non si può dire che sia dannoso per l’organismo, anzi contiene alcune sostanze utili come l’allicina, che preserva l’elasticità delle arterie e aiuta a prevenire pericolose patologie cardiache.

L’aglio, poi, apporta vitamine e sali minerali abbastanza utili e persino rari. Il riferimento è alle vitamine A, B e C, come anche al potassio, al magnesio, allo zolfo, al selenio e al calcio. Il suo apporto calorico, poi, è trascurabile, anche perché in genere si utilizzano dosi davvero minime.

FAQ sugli sformatini di fiocchi di latte

Che differenza c’è tra sformato e flan?

Dal punto di vista gastronomico il flan è una crostata dolce o salata di piccole dimensioni. Tuttavia, in Italia – e nel linguaggio corrente – con “flan” si indicano anche gli sformati a base di patate. In questo caso, dunque, flan e sformatino possono essere considerati sinonimi.

A cosa fanno bene i fiocchi di latte?

Dal punto di vista nutrizionale i fiocchi di latte assomigliano alla materia prima di cui sono composti, ovvero al latte, dunque contengono calcio, proteine e un po’ di vitamina D.

Quanti fiocchi di latte si possono mangiare?

I fiocchi di latte vanno trattati esattamente come qualsiasi altro latticino fresco, dunque il consumo può essere sostenuto, ma senza esagerare. Una dieta equilibrata, in linea teorica, può prevedere un consumo di fiocchi di latte con una frequenza pari a due o tre volte la settimana.

Chi ha il colesterolo alto può mangiare i fiocchi di latte?

In genere chi soffre di colesterolemia alta dovrebbe limitare il consumo di formaggio. Per fortuna i fiocchi di latte sono tra i formaggi con il contenuto di colesterolo più basso, dunque possono essere consumati con qualche accortezza anche da chi soffre di colesterolo alto.

Dove si possono mettere i fiocchi di latte?

I fiocchi di latte sono molto versatili e possono essere consumati al cucchiaio, quasi come uno yogurt. Inoltre, possono essere spalmati su pane o fette biscottate. Infine, partecipano a ripieni e composti, proprio come suggerisce questa ricetta.

Ricette di sformatini ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Caprese in bicchiere

Caprese in bicchiere, un’idea simpatica per un primo...

Quali pomodori utilizzare nella caprese in bicchiere? La caprese in bicchiere è un’insalata semplice, che si basa quasi interamente sulla qualità degli ingredienti. In particolare bisogna...

Anguria alla griglia

Anguria alla griglia, un modo diverso di intendere...

Cosa sapere sull’anguria Vale la pena discutere sulle proprietà dell’anguria, che è la vera protagonista di questa ricetta. L’anguria è uno dei frutti più amati in quanto propone sentori...

Gamberi alla catalana

Gamberi alla catalana, un piatto di pesce ricco...

Catalana di gamberi: un’insalata più che un secondo Come ho già accennato, i gamberi alla catalana (o catalana di gamberi che dir si voglia) hanno tutto l’aspetto di un’insalata, infatti...