bg header
logo_print

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con la mente

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Mousse di granadilla
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Mousse di granadilla, un dessert davvero speciale

Vi presento la mousse di granadilla, un dessert particolare che introduce un alimento che dalle nostre parte si vede poco ma che in America Latina è molto consumato: la granadilla. Si tratta di un frutto squisito dal sapore riconoscibile, ma del tutto inedito per i palati “mediterranei”.

Al di là della presenza della granadilla si tratta di una mousse normale, nel senso che si inserisce nel solco delle mousse tradizionali. E’ frutto dell’unione della panna montata e di un composto morbido, spesso e volentieri zucchero. La mousse è un dolce da servire molto freddo, quindi va conservata in frigo per almeno due ore prima dell’effettivo consumo.

Vi consiglio di preparare la mousse di granadilla per le occasioni speciali, magari quando avete ospiti a casa. La ricetta è pensata per sorprendere e per far viaggiare con la mente chi la consuma, magari verso lidi caldi ed esotici.

Ricetta mousse di granadilla

Preparazione mousse di granadilla

  • Per preparare la mousse di granadilla seguite questi semplici passaggi. In una ciotola versate la polpa di granadilla, lo zucchero e l’estratto di vaniglia.
  • In una ciotola a parte montate la panna fino a quando non ha assunto una consistenza spumosa.
  • Poi incorporate con estrema delicatezza la panna montata al composto alla granadilla.
  • Versate questo nuovo composto nelle coppe di portata e lasciate riposare in frigo per almeno due ore.

Ingredienti mousse di granadilla

  • polpa di 3 granadille
  • 250 ml. di panna da montare consentita
  • 3 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Cosa sapere sulla granadilla

Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti, originario della zona a cavallo tra Venezuela e Bolivia. Si presenta con una buccia leggermente butterata, simile per colore e texture alla nostra arancia.

Una volta aperta svela tutte le sue peculiarità, infatti la polpa è chiara densa e costellata di semini (che si possono mangiare). Il sapore è molto dolce, ma conserva delle note aspre e un gradevole retrogusto acido, proprio per questo ad alcuni può ricordare il frutto della passione.

La granadilla si difende bene anche dal punto di vista nutrizionale. Certo è abbastanza calorica con le sue 100 kcal per 100 grammi, una caratteristica tipica di molti frutti esotici (basti pensare al cocco e all’avocado). Anzi, nel caso della granadilla questa caratteristica non è nemmeno così accentuata.

Al di là di ciò, la granadilla è ricca di vitamina C (che giova al sistema immunitario) e vitamina A, che fa bene alla pelle e alla vista. E’ anche ricca di antiossidanti e ospita una quantità non irrilevante di grassi benefici.

Mousse di granadilla

La ricetta è adatta a chi soffre di intolleranze alimentari?

Come si pone la mousse di granadilla rispetto a chi soffre di intolleranze alimentari e disturbi simili? Per rispondere è necessario distinguere tra i vari disturbi.

I celiaci non hanno nulla da temere da questo tipo di mousse, d’altronde non contiene alimenti cerealicoli, nemmeno a livello di guarnizione. Stesso discorso per i sensibili al nichel, infatti nessuno degli ingredienti della ricetta contiene questa sostanza.

A preoccuparsi dovrebbero essere solo gli intolleranti al lattosio. La panna è un alimento irrinunciabili per le mousse dolci, e si dà il caso che sia ricca di lattosio. La soluzione è però dietro l’angolo, basta utilizzare un tipo di panna delattosata. Il suo sapore è identico a quello della panna originale, tranne che per una maggiore dolcezza.

Come aromatizzare questa dolce mousse di granadilla?

Nonostante la presenza della granadilla questa mousse è molto semplice da preparare, basta montare la panna e aggiungerla alla granadilla zuccherata e ben aromatizzata. Per aromatizzare la granadilla basta il semplice estratto di vaniglia. Stiamo parlando di una spezia molto ricorrente in pasticceria, apprezzata per il suo potere aromatico e per la capacità dolcificante.

Ovviamente nessuno vi vieta di sostituirla con una spezia diversa, o aggiungerne altre. Un’idea potrebbe essere la cannella, che svolge le stesse funzioni della vaniglia ma propone delle note più intense e coprenti, per questa ragione bisogna fare attenzione con le dosi.

Le soluzioni alternative sono comunque numerose e vanno dalle più delicate, come il cardamomo e l’anice, a quelle più “coprenti” come il coriandolo e i chiodi di garofano.

Quale guarnizione usare per la mousse di granadilla?

Per questa mousse di granadilla potete pensare anche ad una fase di guarnizione un po’ più complessa. Il consiglio è di farvi guidare dal senso estetico, senza mettere in secondo piano la necessità di creare abbinamenti azzeccati sotto il profilo organolettico. Ad ogni modo può andare bene una fogliolina di menta per abbellire e donare colore.

Può andare anche della frutta a guscio da sminuzzare, che introdurrebbe l’elemento croccante alla ricetta, ad esempio nocciole, noci e mandorle. Sono da evitare i pistacchi, che sono alquanto salati e stonerebbero con la ricetta. Se volete puntare a qualcosa di più esotico potete utilizzare le noci pecan, gli anacardi e le arachidi.

Le noci pecan, in particolare, spiccano per la dolcezza e per il retrogusto che ricorda il burro. Gli anacardi sono invece più speziati e trasmettono note intense e dolci. Le arachidi, infine, sono corpose e farinose, quindi sono in grado di incidere sul profilo organolettico della mousse.

FAQ sulla mousse di granadilla

Che cos’è la granadilla?

La granadilla è un frutto originario della zona tra Venezuela e Perù. Da fuori assomiglia a un’arancia, ma dentro rivela una polpa morbida e bianca piena di semini, simile a quella del frutto della passione. Il sapore è sia dolce che aspro, ma capace di esprimere note delicate.

Cosa si intende per mousse?

Con il termine di “mousse” si intende un preparato a base di panna e composti morbidi. Può essere sia salata che dolce. In quest’ultimo caso la panna viene sempre montata e la mousse viene lasciata riposare in frigo.

Come si fa la mousse?

Per preparare la mousse è necessario fare due composti, il primo a base di panna montata e il secondo a partire da ingredienti aromatizzanti. Nel caso della mousse di granadilla si usano la polpa del frutto, lo zucchero e la vaniglia.

Quanto dura una mousse in frigo?

La mousse va conservata in frigo e può durare fino a tre giorni. Dopo il terzo giorno la panna inizia ad inacidire.

Ricette di mousse ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Numeri per torte al cioccolato

Numeri per torte al cioccolato, una ricetta per...

Cosa sapere sul cioccolato bianco Il protagonista della ricetta dei numeri per torte è ovviamente il cioccolato bianco. Come molti di voi già sapranno si differenzia dal cioccolato normale per...

Torta fredda ai biscotti

Torta fredda ai biscotti: a metà tra torta...

Una base che ricorda le cheesecake Tra i punti di forza di questa torta fredda ai biscotti c’è la capacità di attingere a piene mani dalla tradizione. Lo si nota dalla base, che riprende quella...

Granita al tamarindo

Granita al tamarindo, la ricetta ottima per la...

Un focus sul tamarindo Il tamarindo, usato per preparare questa deliziosa granita, è un frutto esotico originario delle zone tropicali dell’Africa Orientale e dell’Asia. Dalle nostre parti non...