bg header
logo_print

Cantuccini al cioccolato, una variante dei biscotti toscani

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Indivia in padella
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Cantuccini al cioccolato, quali sono le differenze con gli originali

Oggi vi presento i cantuccini al cioccolato, una variante dei famosi cantucci. I cantucci sono tra i biscotti più amati della tradizione del centro Italia. La loro origine è toscana, e per la precisione nella zona di Prato. I cantucci sono molto antichi, infatti si narra che venissero preparati già nel Medioevo. Tuttavia hanno ricevuto la definitiva fama solo nel tardo XVII secolo, quando sono stati nominati dall’Accademia della Crusca. A partire da quel periodo si sono diffusi prima nelle altre regioni del centro e poi nel resto del Paese. I cantucci originali sono realizzati con le mandorle, che vengono inserite nell’impasto intere e sgusciate. In questo modo si avverte un minimo di buccia, che genera un gradevole contrasto rispetto al bianco del seme.

I biscotti cantuccini al cioccolato si differenziano per la presenza delle gocce di cioccolato, che sostituiscono la mandorla. Il sapore è quindi parzialmente diverso, ma in grado di incarnare lo spirito della ricetta originale. Proprio come la versione originale, i cantuccini al cioccolato si ricavano da un impasto modellato a formare un filone, che viene cotto, poi viene tagliato per corto in modo da ricavare delle fette non troppo sottili, e infine cotto una seconda volta. Proprio la doppia cottura è una proprietà tipica dei cantuccini, sia esso realizzato con le mandorle o con il cioccolato. E’ anche un elemento problematico dal punto di vista gastronomico, che richiede molta attenzione: ci vuole poco per andare oltre il classico biscotto e rendere i cantuccini così duri da non poter essere consumati.

Ricetta cantuccini al cioccolato

Preparazione cantuccini al cioccolato

Per preparare i cantuccini al cioccolato procedete in questo modo. In una ciotola versate la farina di riso, la farina di grano saraceno, lo zucchero di canna, la vanillina, il bicarbonato e il sale.

Mescolate per bene poi integrate le uova, il latte e l’olio extravergine di oliva. Amalgamate con cura il tutto, poi integrate le gocce di cioccolato e impastate fino ad ottenere un composto liscio e uniforme.

Suddividete l’impasto in tre porzioni e ricavate da ognuno di essi un filoncino. Trasferite i filoncini in una teglia coperta con la carta forno e cuocete al forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti circa.

Trascorso questo lasso di tempo sfornate i filoncini, fateli raffreddare e riduceteli a fette (20-30 per ogni filoncino). Riponete le fette al forno e cuocete per altri 10 minuti, in modo che si tostino e diventino croccanti. Mi raccomando, non fateli indurire troppo altrimenti saranno immangiabili.

Ingredienti cantuccini al cioccolato

  • 100 gr. farina di grano saraceno
  • 150 gr. farina di riso
  • 100 gr. zucchero di canna bianco
  • 250 gr. gocce di cioccolato
  • 3 uova medie
  • 100 ml. di latte intero consentito
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva
  • mezzo cucchiaino bicarbonato di sodio
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina consentita.

Quali farine usare per i cantuccini al cioccolato?

Un’altra differenza tra i cantuccini al cioccolato e i cantucci alle mandorle tradizionali riguarda le farine. In questo caso vanno utilizzate alcune farine speciali, ovvero quella di grano saraceno e quella di riso in parti quasi uguali. In questo modo si avranno dei biscotti compatibili con le esigenze dei celiaci, infatti entrambe le farine sono senza glutine. Ovviamente non è il loro unico pregio. Questo tipo di farine hanno anche un sapore particolare, ora rustico e ora delicato, che conferisce ai cantuccini un sapore più stuzzicante.

La farina di grano saraceno e la farina di riso eccellono anche dal punto di vista nutrizionale. La prima spicca per l’abbondanza di fibre, che favoriscono la digestione e il transito intestinale. E’ inoltre ricca di sali minerali come il magnesio e il manganese. La farina di riso è invece ricca di amido (ottima quando si tratta di realizzare un impasto), vitamine e sostanze nutritive varie. La farina di riso è inoltre quasi priva di grassi e di proteine, un buon prezzo da pagare visti tutti gli altri benefici.

Gli aromi di questi cantuccini

I cantuccini al cioccolato riproducono lo spirito della ricetta originale dunque sono tutto sommato semplici. Non si segnala infatti l’uso di chissà quanti aromi. Ovviamente vanno inserite le gocce di cioccolato, che danno il senso alla ricetta. Mi raccomando, il cioccolato deve essere fondente, in quanto è l’unico a trasmettere i veri sentori del cacao, oltre a interagire al meglio con le preparazioni dolciarie.

Cantuccini al cioccolato

Per il resto troviamo la sola vanillina, che è un estratto del principale nutriente presente nella vaniglia. La vanillina è decisamente aromatica, quindi va usata in modo moderato. Nel suo piccolo la vanillina fa anche bene alla salute in quanto è un discreto antiossidante, previene i processi di ossidazione e previene le mutazioni genetiche che causano il cancro.

Come accompagnare i cantuccini?

I cantuccini al cioccolato sono una variante golosa per tutte le occasioni. Sono buoni a colazione, magari inzuppati nel latte o nel cappuccino. In quel caso sarà una gioia ammorbidirli e assaporare la commistione tra sentori di cacao e di latte. I cantucci al cioccolato, così come i cantucci originali, possono essere consumati come spuntino purché non si esageri. Di norma, infatti, un biscotto contiene ben 60-70 kcal. Infine possono essere consumati a merenda, magari insieme a un buon caffè. L’accoppiata caffè e cantuccini al cioccolato è perfetta in quanto esprime nel complesso sentori intensi. Con la stessa filosofia è possibile servirli in segno di accoglienza, quando si riceve la visita di un parente o di un amico.

I cantuccini al cioccolato, tuttavia, possono essere accompagnati anche con il tè. Va bene qualsiasi tipologia, ma reputo che diano il meglio di sé con un tè intenso e dal sapore aromatico, come può essere il tè nero. Potete utilizzare però anche il tè verde, in questo caso ad emergere sarà soprattutto il sapore del cioccolato, vista la proverbiale delicatezza della bevanda.

Ricette di biscotti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Muffin alle mele e farina di patate

Muffin alle mele e farina di patate, dei...

I pregi della farina di patate La farina di patate incide parecchio sull’impasto dei muffin alle mele, anche perché se ne utilizza una quantità importante. E’ frutto del processo di...

Viennetta fatta in casa

Viennetta fatta in casa alla panna, una ricetta...

Quale cioccolato fondente utilizzare? Tra gli ingredienti più importanti della mia viennetta fatta in casa spicca il cioccolato fondente. Esso compare in due momenti distinti: durante la...

Cuore di sfoglia ai lamponi

Cuore di sfoglia ai lamponi, una delizia per...

Una farcitura semplice che rende molto Vale la pena parlare della farcitura, che è l’elemento che meglio caratterizza il cuore di sfoglia ai lamponi. La farcitura è realizzata con i lamponi, lo...