logo_print

Biscottini al teff: alternativa croccante e originale

Biscottini al teff
Stampa

Torniamo alla vera genuinità con i biscottini al al teff

Se i biscottini al teff sorprendono e incuriosiscono all’aspetto, allora desterà ancor più meraviglia sapere che essi sono realizzati con ingredienti al 100% naturali, genuini, ipocalorici e senza glutine, lattosio e a basso contenuto di nichel. Non è eccessivo dire che si tratta di biscotti della salute, in cui l’aspetto gradevole e “sbricioloso” è solo uno dei tanti meriti di questa ricetta.

Impiegheremo per la realizzazione di questa curiosa ricetta la farina di teff, una farina molto particolare ricavata da un cereale antichissimo rivalutato in pieno di recente. Il suo uso è dovuto dalla sua importante caratteristica: l’essere senza glutine. Leggera e compatta, questa farina può essere declinata in mille altri impieghi, tra questi ad esempio, per la preparazione dei muffin.

Cambiamo il modo di fare colazione!

Il teff ha un profilo nutrizionale degno di nota in quanto oltre a possedere carboidrati complessi, apporta una discreta quantità di proteine. Consumare regolarmente i biscottini al teff significa fare il pieno di fibre, ideali per contrastare la stipsi e perfetti per le diete a basso indice glicemico.

Il teff è altresì ricco di tiamina (vit B1) e di niacina (vit PP) che sono vitamine non facili da reperire nella nostra alimentazione mediterranea. Da ultimo, ma non certo in ordine di importanza, il teff non contiene lattosio oltre a prestarsi alla dieta per la celiachia. Non ha inoltre controindicazioni per i regimi vegetariani e vegani che si arricchiscono invece di altro importante ingrediente, con il quale preparare, magari, in casa e con le proprie mani una golosa ma leggera torta di mele.

Biscottini al teff

Riscopriamo le cose semplici e genuine con i biscottini alla farina di teff

Salutare per definizione, il miele di acacia impiegato è degno compagno di questi croccanti biscotti. Il miele è in grado di aiutare l’organismo a star bene, proteggendo il nostro sistema immunitario e regolandone le funzioni, risultando ottimo alleato della nostra salute. Insomma, in questi biscotti c’è tutto il buono della natura, oggi trascurata ma da sempre alleata del nostro benessere.

I biscottini al teff realizzati con questa preziosa farina, per la quale consiglio il produttore Mulino Amico, sono l’emblema di come la celiachia non possa e non debba più rappresentare un problema. Siamo lontani anni luce dai tempi in cui chi soffriva di intolleranza al glutine era costretto a cercare presso farmacie e rarissimi negozi qualcosa di accettabile per la colazione, accontentandosi anche di ciò che non rientrava pienamente nei propri gusti.

Ed ecco la ricetta dei biscottini al teff

Ingredienti per circa 30 biscottini:

  • 60 gr. di uova,
  • 30 gr. di tuorlo,
  • 6 gr. di miele di acacia,
  • 80 gr. di zucchero,
  • 120 gr. di farina di teff Mulino Amico,
  • 1 gr. lievito,
  • 1 gr. guar,
  • Teff in chicchi per copertura

Preparazione:

Pesate tutti gli ingredienti. Con l’aiuto di un frullatore elettrico montare le uova con i tuorli , lo zucchero , il miele e il guar fino ad avere un composto spumoso.

Aggiungete a pioggia la farina setacciata con il lievito.Stendete un foglio di carta da forno su di una teglia e con l’aiuto di un sac a poche formate dei bastoncini della lunghezza di 4/5 cm.

Cospargete i biscotti con i semi di teff ed infornate a 180 gradi per 10/15 minuti.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


14-11-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti